Video divagazioni durante le giornate dell’arte bolognesi.

La nostra passeggiata comincia il 24 gennaio 2013 durante la vernice di ArteFiera . Si comincia con i saluti e i discorsi di rito coordinati dalla giornalista Elena Del Drago che passa il microfono al padrone di casa Duccio Campagnoli (presidente Bologna Fiere), quindi ai due direttori artistici dell’edizione 2013, Giorgio Verzotti e Claudio Spadoni. A seguire le voci di Ludovico Pratesi, consigliere AMACI (Associazione Musei Arte Contemporanea Italiana) e Massimo Di Carlo, presidente dell’Associazione nazionale delle gallerie d’arte moderna e contemporanea. Termina il giro Virginio Merola, sindaco di Bologna. Infine esploriamo l’esposizione di quest’anno.

Il giorno seguente appuntamento presso la sede della Pillola. Si è riunita infatti la giuria del Premio Internazionale di Arte Partecipativa  che per questa seconda edizione premia il collettivo argentino Etcetera con il progetto C.R.I.S.I. Fino al 2 febbraio (dalle 16.30 alle 19.30) le porte de La Pillola, in via Mascarella 37 a Bologna, saranno aperte a tutti i cittadini che vorranno conoscere l’idea vincitrice insieme alle proposte degli altri due artisti finalisti, Jon Rubin ed Emilio Fantin, con un’esposizione delle presentazioni dei progetti  predisposte dagli stessi artisti.

Sabato si apre la notte bianca dell’arte durante la quale musei, gallerie, istituzioni pubbliche e private, sedi usuali ed inusuali si aprono alla città fino a mezzanotte per mostrare installazioni, crezioni, esposizioni permanenti e temporanee. Visitiamo il Museo delle Cere Anatomiche “Luigi Cattaneo” in via Irnerio 48 insieme al responsabile, il professor Alessandro Ruggeri. In questa sede, all’interno di un progetto più ampio denominato Anatomical Models in European Perspectives, inaugura in occasione di ArteFiera la prima mostra dello scienziato/artista Pau Golanò intitolata Anatomia Profundae, curata da Rebecca Russo, fondatrice e direttrice artistica del Centro Videoinsight®  di Torino. L’esposizione rimarrà visitabile fino al 24 febbraio 2013.

La domenica ci tuffiamo in Autostazione specialissima sede espositiva temporanea che accoglie Setup , la fiera d’arte contemporanea indipendente. Ideata da Simona Gavioli, Marco Mangani e Alice Zannoni “a tavolino” come ci dice la stessa Simona. Ogni galleria che espone qui ha portato innanzitutto un progetto culturale e curatoriale e, all’interno di esso, conditio sine qua non, “presenta un artista under 35 supportato da un testo critico di un curatore under 35”. Il risultato è davvero molto interessante.

Articolo precedentePremio Maccio Capatonda 2011, cinema alla radio
Articolo successivoNon c’è pace per i centri sociali: ora rischia Vag61