Arriva il 3 novembre in libreria “Ahia!“, il primo romanzo scritto dal frontman dei Pinguini Tattici Nucleari, Riccardo Zanotti. “Ahia!” sarà anche il titolo del nuovo EP del gruppo, che uscirà il 4 dicembre.

‘Ahia!’, un’esclamazione affascinante

Se, in merito alla pubblicazione discografica non sono stati svelati dettagli, sappiamo, invece, che il libro, edito Mondadori, parla del primo incontro tra un ragazzo, un ingegnere ventisettenne, e suo padre, che non si erano mai conosciuti prima. Si tratta dell’incontro di due generazioni vicine, eppure lontane per forma mentis, che saldano il loro legame sotto la stella della comune passione per la musica.

Del titolo Zanotti dice, in un post su instagram:” ‘Ahia’ è una parola affascinante. Nessuno te la insegna. Non è che un giorno, quando sei bambino, tua mamma arriva e ti dice: ‘è qualcosa che devi esclamare quando ti fai male’. Non te ne parla il maestro di scuola. Non te la svelano gli amici al campetto. Tutti veniamo al mondo con un determinato numero di ‘ahia’ dentro, nel codice genetico, innati. Ognuno di essi corrisponde a una volta in cui permettiamo al mondo di farci del male, in modi diversi”.

Zanotti spiega che “ahia” è prima di tutto un’espressione del volto, una smorfia, che va intesa come una reazione automatica a un accadimento che ci ha procurato del male. Ecco perché il termine non ha etimologia: perché non ha neppure storia e racchiude al proprio interno una somma infinita di sentimenti ed emozioni possibili. L’invito del cantante/autore attraverso il suo libro: “ricordarci che siamo bambini che non devono avere paura di cadere e sbucciarsi le ginocchia“.

Il progetto di romanzo è nato nel corso della quarantena, ha detto Zanotti sui social. Si è trattato inizialmente di un passatempo giocoso, che poi si è trasformato in un lavoro vero e proprio, che gli ha richiesto impegno e dedizione.