Ripopolare le aree di montagna e collina dell’Emilia-Romagna, favorendo l’insediamento di giovani coppie e famiglie e insieme il recupero del patrimonio edilizio esistente. È questo l’obiettivo del bando approvato dalla Giunta regionale, che è stato illustrato oggi dal presidente della Regione, Stefano Bonaccini e dall’assessore regionale a Montagna e programmazione territoriale, Barbara Lori.

Appennino: il bando della Regione Emilia Romagna

Con uno stanziamento di 10 milioni di euro la Regione Emilia Romagna intende favorire la permanenza e l’arrivo di giovani coppie e famiglie under 40 nei 119 Comuni della montagna emiliano romagnola.
In particolare, Viale Aldo Moro mette a disposizione un incentivo economico fino ad un valore massimo di 30mila euro per coprire il 50% dei costi di acquisto o ristrutturazione.
Per avere accesso alle risorse occorre però rispettare un vincolo: il mantenimento della residenza per almeno 5 anni nel Comune appenninico.

Le domande per avere accesso al provvedimento potranno essere presentate da metà settembre e per un mese.
“Ci sarà anche una premialità per l’imprenditoria locale, il lavoro in montagna”, sottolinea Lori.
Trasferirsi in Appennino, infatti, comporta notevoli disagi sia per la questione del lavoro che per quella dei servizi. In questo senso la Regione intende questo provvedimento come il primo di un percorso che possa agevolare le persone a trascorrere la propria vita in montagna.

ASCOLTA L’INTERVENTO DI BARBARA LORI: