Il consigliere regionale del M5S, Andrea Defranceschi, presenta un esposto contro la candidata-sindaco di Loiano, Tamara Imbaglione (Pd), che faceva campagna elettorale durante la malattia. Lei, intanto, chiede l’aspettativa.

Prosegue la bufera su Tamara Imbaglione, candidata-sindaco di Loiano per il Partito Democratico e segretaria dell’assessore comunale di Bologna Luca Rizzo Nervo, che stava facendo campagna elettorale durante un periodo di malattia seguito all’operazione al tunnel carpale. Dopo le polemiche dei giorni scorsi ed il video che riprende Imbaglione mentre scrive con la mano operata, quest’oggi è il M5S a fare la propria mossa.

Il consigliere regionale grillino Andrea Defranceschi ha infatti presentato un esposto alla Corte dei Conti per segnalare la situazione anomala e invitando la magistratura contabile a coinvolgere nelle verifiche anche la Procura di Bologna. “In diverse occasioni è andata a iniziative pubbliche durante orari di visita fiscale — spiega Defranceschi — non è una persona adatta a gestire la cosa pubblica”.

Il consigliere va all’attacco anche del Partito Democratico stesso, che sostiene la candidatura di Imbaglione: “Il Pd difende una candidata mandata a fare campagna elettorale a Loiano, senza nemmeno passare dalle primarie. E senza che nessuno si chiedesse come mai, mentre non si faceva vedere in ufficio da nove mesi, fosse perfettamente in grado di fare campagna elettorale sull’Appennino”. Il consigliere grillino chiama in causa direttamente il segretario provinciale Raffaele Donini: “Mi chiedo come possa difendere una candidata che, sui giornali, spiega anche di essersi messa in ferie tra un periodo di malattia e l’altro per evitare la decurtazione dello stipendio”.

Dal canto suo, Imbaglione ora ha chiesto l’aspettativa non retribuita a Palazzo d’Accursio per motivi personali. Una mossa che, a questo punto, sembra un’ammissione di colpa.
Il Pd, per il momento, sembra difendere la propria candidata, anche se bisognerà attendere le decisioni della magistratura per capire le future mosse del partito.

Articolo precedenteLa domenica di Radio Città Fujiko
Articolo successivoIn piazza Verdi il “botellón dei senza casa”