Scopriamo un altro disegnatore del giornalino di Rodari: Amedeo Gigli, l’immagine prima dei computer

L’archeologia del fumetto scava nei balloons e trova personaggi importanti della cultura italiana per ragazzi e non solo. Amedeo Gigli, introdotto nella redazione del Pioniere dallo sceneggiatore Marcello Argilli, fin da subito ha dimostrato una mano perfetta  nella divulgazione scientifica.

Una versatilità professionale che lo ha portato a lavorare con il diavolo e l’acqua santa, con il Pioniere dei comunisti e il corrierino del mondo platonico.

Una carriera che anche negli anni successivi ha dimostrato in diverse testate la capacità di  disegno millimetrico ben prima dell’avvento della computer grafica.

Ascolteremo la prima parte dell’intervista di Morena Moretti con Amedeo Gigli col racconto dell’artista sul suo arrivo al Pioniere.

La seconda parte della trasmissione è dedicata a Mafalda, la ragazzina di Quito che pone domande difficili  a cui gli adulti non sanno dare risposte.

Ascolta la trasmissione

Articolo precedenteLa domenica di Radio Città Fujiko
Articolo successivoIn piazza Verdi il “botellón dei senza casa”