Si chiama “This is America” la rassegna cinematografica di quest’estate all’Arena Orfeonica, in via Broccaindosso 50. E, a differenza delle altre arene cinematografiche all’aperto, presenta un cartellone tematico, pensato per capire quello che sta succedendo negli Stati Uniti.
L’omicidio di George Floyd e le rivolte che sono seguite hanno letteralmente incendiato gli Usa, ma diramazioni del movimento Black Lives Matter, che si batte per i diritti delle persone afrodiscendenti, hanno contagiato tutto il mondo.

Arena Orfeonica: “This is America”

La rassegna è cominciata il 1° luglio, con la proiezione di “La Haine” (“L’odio”), il film di Mathieu Kassovitz che in questo 2020 compie 25 anni.
Il mercoledì successivo è stata la volta di “Che fare quando il mondo è in fiamme“, documentario uscito nel 2018 con la regia di Roberto Minervini.
Stasera, invece, il terzo appuntamento con un grande classico, “Fa la cosa giusta di Spike Lee“, che precede altri due appuntamenti (“I’m not your negro” di Raoul Peck il 22 luglio e “Furore” di John Ford il 29 luglio).

“I primi appuntamenti sono andati bene, abbiamo riempito l’Arena, che è un posto bellissimo – osserva ai nostri microfoni Adele Naldi, una delle organizzatrici – È stata la risposta di una città che si vuole riprendere gli spazi e la cultura. Vivere insieme una serata di cinema è sicuramente un buon modo per riappropriarsi degli spazi”.
Ovviamente anche per l’Arena Orfeonica sono in vigore le disposizioni anti-Covid. I posti per le proiezioni, che cominciano alle 21.30, sono limitati e per questo è necessario prenotare al 3311202761 o al 3496790250.

ASCOLTA L’INTERVISTA AD ADELE NALDI: