Il Direttore di ERT Fondazione, Claudio Longhi, annuncia per tutti gli abbonati dei teatri ERT, tra cui, a Bologna, l’Arena del Sole, la possibilità di acquistare biglietti a un euro per gli accompagnatori di tutti gli abbonati che hanno perso uno o più spettacoli a causa delle ordinanze per la prevenzione del coronavirus. Oltre ad aver diritto alla sostituzione di un titolo con un altro, gli abbonati, potranno acquistare il biglietto per un accompagnatore al costo simbolico di un euro.

“Un piccolo gesto simbolico per dire concretamente e con forza gentile quanto amiamo quello strano luogo anacronistico e pur così attuale che è il teatro e quanto il teatro sia necessario alla nostra vita, anche se spesso sembriamo non saperlo. Una azione minima, quasi insignificante eppure incisiva, per ricordarci che siamo animali politici, fatti per vivere insieme, per pensare insieme, per lottare insieme, per sconfiggere – insieme – il male e le paure”.

La promozione è valida per ogni forma di abbonamento acquistato in tutti i teatri ERT (Teatro Storchi e Teatro delle Passioni di Modena, Teatro Ermanno Fabbri di Vignola, Teatro Dadà di Castelfranco Emilia, Teatro Arena del Sole di Bologna e Teatro Bonci di Cesena) e potrà essere richiesta alle biglietterie o prenotata telefonicamente.

In una regione come la nostra in cui ogni attività di spettacolo è bloccata e ancora non si sa fino a quando, la voglia di ripartire degli operatori culturali è forte, ma anche gli spettatori sentono il bisogno di tornare a frequentare le serate di spettacolo, di incontrarsi, di discutere magari anche solo dell’interpretazione registica o attoriale di questa o quella compagnia, e di ragionare dei temi importanti che stanno al fondo di ogni rappresentazione teatrale nelle quali riusciamo spesso a vedere più lucidamente, come osservando al microscopio, questioni universali o del quotidiano.

Lunedì 2 marzo il Sindaco Merola e l’Assessore Lepore hanno incontrato gli operatori culturali assicurando sostegno alle attività danneggiate dalle drastiche misure che si sono rese necessarie in questo momento. Ci sarà bisogno poi, ha affermato il Sindaco, di riabituare i cittadini a uscire senza paura, a tornare a teatro e al cinema gomito a gomito con gli sconosciuti senza il timore del contagio.

Eppure questo è da sempre stato il ruolo della cultura: illuminare l’esistenza di uomini e donne, diradare le tenebre dell’oscurantismo, rendere intelligibile e percepibile il visibile e anche l’invisibile.

Il teatro, fatto della stessa impalpabile sostanza dei sogni, sembrava impossibile da fermare, da bloccare nel suo farsi, eppure le ordinanze, che sono state applicate da tutto il sistema teatrale, senza polemiche, come la regione prima e poi il Sindaco della nostra città ha chiesto di fare, hanno ad oggi costretto alla cancellazione complessivamente 7400 spettacoli dal vivo nelle aree del Paese sottoposte a restrizioni secondo stime dall’Agis (Associazione generale italiana dello spettacolo), basate sui dati della Siae della settimana scorsa.

Questa seconda settimana di blocco costringerà altre migliaia di eventi alla riprogrammazione, nella migliore delle ipotesi, alla cancellazione, nella peggiore. Se possiamo immaginare le conseguenze disastrose sui bilanci dei nostri grandi e solidi teatri stabili, risulta davvero difficile immaginare come potranno essere calcolate le perdite delle piccole realtà associative e indennizzate.

Come dimostra la bella iniziativa di ERT, anche il sistema teatro ha in sé gli anticorpi per reagire alle malattie che lo colpiscono. Con pazienza si ricostruirà l’abitudine a recarsi nelle sale teatrali senza chiedersi se il vicino di sedia sarà portatore del virus e potremo goderci nei prossimi mesi uno spettacolo in più di quelli perduti, magari acquistati a un euro. Un euro speso contro la paura, un euro contro il rischio del dilagare del virus più letale: l’ignoranza.

Segnaliamo, per chi volesse cogliere al volo questa opportunità di riprogrammare le proprie future serate a teatro, gli orari di apertura delle biglietterie di tutti i teatri ERT per poter usufruire della promozione.

Modena

Teatro Storchi, largo Garibaldi 15

martedì, venerdì e sabato ore 10.00 – 13.00 e 16.30 – 19.00

mercoledì e giovedì ore 10.00 – 14.00

Vignola

Teatro Ermanno Fabbri, via Minghelli 11

martedì, giovedì e sabato ore 10.30 -14.00

Castelfranco Emilia

Teatro Dadà, piazzale Curiel 26

mercoledì ore 15.30 – 19.00 – venerdì ore 10.30 – 14.00

Bologna

Teatro Arena del Sole, via Indipendenza 44

da martedì a sabato ore 11.00 – 14.00 e 16.30 – 19.00

Cesena

Teatro Bonci, piazza Guidazzi 9

da martedì a sabato ore 10.00 – 12.30 e 16.30 – 19.00