Due figure che hanno tracciato la storia del dopoguerra italiano e della cultura in questo paese: Gianni Rodari, novellista e direttore del “Pioniere” e Alberto Manzi, scrittore e maestro di “Non è Mai troppo tardi”

Dalla Torta in Cielo ad Orzowei, dal Pioniere alla tv per imparare a leggere e scrivere, dal mondo socialista-comunista a quello cattolico progressista: diverse storie per una stessa conquista: la persona.

P.S. Le strisce dell’etere sulla battaglia di Cipollino contro l’odioso Pomodorone nella lotta di classe nell’orto riprenderanno la settimana prossima: pazientate …

 

Ascolta la trasmissione

Articolo precedentePremio Maccio Capatonda 2011, cinema alla radio
Articolo successivoLa meritocrazia è un trucco neoliberista