Radio Città Fujiko»Notizie

Wu Ming e il caso Marò: intelligenze collettive a lavoro

L'approfondimento della Wu Ming Foundation e DI Matteo Miavaldi sul caso Marò


di redazione
Categorie: Politica, Esteri
l43-mar%C3%B2-120602154738_medium.jpg

Dopo l'articolo di Matteo Miavaldi di China-Files sul caso Marò su Giap, il blog della Wu Ming Foundation, comincia un'inchiesta collettiva per fare chiarezza su un caso su cui è stata fatta tanta disinformazione

Le pagine dei giornali sotto le feste si sono riempite di approfondimenti e articoli sulla questione dei due militari della Marina Italiana che avrebbero sparato a due pescatori indiani. In occasione del loro rientro in Italia per le feste molti sono stati gli spazi che la questione ha avuto sui media nazionali.

E proprio poco dopo capodanno è stato pubblicato su Giap , il Blog della Wu Ming Foundation , un articolo che ha fatto molto discutere. Il due gennaio è infatti stato pubblicato "I due Marò: quello che i media (e i politici) italiani non vi hanno detto ". L'articolo, del giornalista Matteo Miavaldi di China-Files , ha subito suscitato un grande dibattito sul web. Viene fatto un confronto nel modo in cui la vicenda è stata trattata dai media italiani e indiani ed è subito evidente come la questione sia stata arricchita di imprecisioni.

Questo ha dato vita a un percorso di inchiesta che Giap sta portando avanti: diversi sono stati coloro che dopo aver letto l'articolo si sono resi disponibili per approfondire la questione e cercare di fare chiarezza su questa vicenda. Il sito dei Wu Ming ha promesso ulteriori approfondimenti che verranno pubblicati nei prossimi giorni in base al risultato delle ricerche che si stanno effettuando.

Interessante è analizzare il caso dell'analisi tecnica presentata da Luigi Di Stefano in Parlamento il 16 aprile. Secondo l'autore del'articolo apparso su Giap "nella perizia troviamo stralci di interviste tratti dal settimanale Oggi, fotogrammi ripresi da Youtube, fermi immagine di documenti mandati in onda da Tg1 e Tg2 (sui quali Di Stefano costruisce la sua teoria della falsificazione dei dati da parte della Marina indiana), altre foto estrapolate da un video della Bbc e una serie di complicatissimi calcoli vettoriali e simulazioni 3d. Non si menziona mai, in tutta la perizia, nessuna fonte ufficiale dei tecnici indiani che, come abbiamo visto, hanno depositato in tribunale l’esito delle loro indagini il 18 maggio". 

Inoltre Matteo Miavaldi, ospite ai nostri microfoni, ci spiega come lo stesso Di Stefano avrebbe stretti contatti con l'associazione neofascista Casa Pound, che ha portato avanti diverse campagne in difesa dei due militari. In attesa di ulteriori aggiornamenti abbiamo raggiunto proprio l'autore dell'articolo per farci spiegare come è nata l'idea di approfondire quest'argomento e il perché sia importante fare chiarezza sull'accaduto.


Ascolta l'intervista a Matteo Miavaldi giornalista di China-Files

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]