Radio Città Fujiko»Notizie

Women in Run, correre contro la violenza alle donne

L’iniziativa nata dopo l’aggressione sessuale di una runner milanese.


di redazione
Categorie: Donne
uid_152f9a0267e.640.0.jpg

Il running network Women in Run sarà una delle realtà premiate dalla ong ActionAid in occasione della sua convention di sabato 26 all’Auditorium Testori di Milano. Massimo Pileri, uno dei fondatori, ci illustra le attività promosse dal progetto.

Sabato , 26 novembre, presso l’Auditorium Testori di Milano andrà in scena la Convention ActionAid 2016, all’indomani della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. L’ evento riunirà la community di ActionAid per fare il punto sul lavoro svolto dalla ong in tre grandi eventi globali degli ultimi anni: la Coppa del Mondo e le Olimpiadi in Brasile, e l’Expo di Milano.

In fase di chiusura della convention sarà dedicato uno spazio alla premiazione di realtà e protagonisti cha hanno, attraverso il proprio lavoro di collaborazione con ActionAid, promosso i quattro punti cardine della ong: crescere, collaborare, decidere e partecipare.
Il premio della sezione collaborare andrà a Women in Run, un running network nato su Facebook nel 2014 che ha promosso lo sport come strumento di emancipazione sociale e promozione dei diritti delle donne. I soci fondatori e una trentina di runner arriveranno all’Auditorium Testori dopo una corsa simbolica di 5 km.

Il progetto è nato dopo un caso di aggressione sessuale avvenuto sui navigli di Milano ai danni di una runner. Il progetto, partito inizialmente da Monza, organizza gruppi di allenamento gratuiti per donne. I fondatori hanno così promosso via social la formazione di gruppi di aggregazione femminile in cui ci si potesse incontrare e correre insieme.

Massimo Pileri, uno dei membri fondatori, ci spiega che “nonostante sia una realtà principalmente al femminile, Women in Run è aperta anche agli uomini, per diffondere il messaggio che la protezione delle donne passa anche per l’educazione degli uomini”.

Il network si compone di circa 25 gruppi di allenamento in Italia, organizzati da coordinatrici locali che gestiscono le relative pagine Facebook. Il sito www.womeninrun.it fornisce un servizio di geolocalizzazione che permette di individuare i gruppi di allenamento più vicini.

Nell’ambito dei progetti realizzati in collaborazione con ActionAid, Women in run si è impegnata nelle iniziative “Nei panni dell’altra” e “We go”, quest’ultimo ancora in corso.
“Abbiamo realizzato – ci dice Pileri – una raccolta fondi di 12 mila euro per il progetto Nei panni dell’altra. Si tratta di un kit ludico didattico per far riflettere i ragazzi delle scuole sui diritti delle donne in maniera interattiva. Quest’anno stiamo portando avanti un secondo progetto per ActionAid chiamato We Go, che mira a rafforzare l’azione dei centri antiviolenza in Italia per favorire l’autonomia economica delle donne”.

Trattandosi di un running network, Women in Run è itinerante per vocazione. Gli appuntamenti del WIRun Tour 2016 riguardano diverse città italiane:
“Siamo partiti due settimane fa da Modena – continua Massimo Pileri – con 600 partecipanti e 1000 euro raccolti. Poi domenica scorsa sono state toccate sei città: Trento, Lecco, Cesena, Vicenza, Trieste, La Maddalena. Domenica 27 saremo a Verona, l’8 dicembre a Roma, e a Milano per l’evento conclusivo il 5 gennaio 2017”.

Cristiano Capuano


Ascolta l'intervista a Massimo Pileri

Ascolta le parole di Marco De Ponte, segretario generale di Action Aid Italia

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]