Radio Città Fujiko»Notizie

Violenza, Casa delle Donne: "Bene la ratifica, ma non basta"

Il centro antiviolenza bolognese rilancia sul tema del contrasto alla violenza di genere.


di Alessandro Canella
Categorie: Donne
Femicidio.jpg

La ratifica della Convenzione di Istanbul è un importante passo avanti, ma occorre un piano d'azione concreto anche a Bologna e in regione. La Casa delle donne rilancia sul contrasto alla violenza di genere e stimola le Amministrazioni a fare di più.

Ieri la Camera ha ratificato la Convenzione di Istanbul, l'accordo del Consiglio d'Europa sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne. Un voto non senza polemiche, nate dalla scarsa partecipazione dei deputati alla discussione in aula.
Oggi la Casa delle Donne di Bologna, il centroantiviolenza cittadino, commenta la ratifica e stimola le Istituzioni a mettere in campo azioni concrete, affinché il problema venga affrontato con misure concrete e non rimanga una simbolica enunciazione di intenti.

"La ratifica della Convenzione è un importante passo avanti affinché lo Stato si impegni nella realizzazione di politiche efficaci a contrasto della violenza maschile contro le donne", si legge in un comunicato della Casa delle Donne. Ma non basta.
Il centro antiviolenza, infatti, chiede che Bologna non resti con le mani in mano e indica come necessario un "Piano d'azione concreto a livello regionale e cittadino, che possa creare cultura in contrasto alla violenza alle donne".

Nel concreto, le Istituzioni dovrebbero mettere in campo risorse per "finanziare progetti di sensibilizzazione, avviare formazione a tutte le figure professionali in contatto con donne che chiedono aiuto e sostenere più efficacemente i centri antiviolenza, permettendo così a tutte le donne di trovare aiuto immediato e qualificato".
Quanto al Parlamento, dopo il voto alla Camera, si auspica che anche il Senato ratifichi la Convenzione in tempi rapidi, in modo da riconoscere finalmente la violenza alle donne come una violazione dei diritti umani.

La Casa delle Donne, intanto, parteciperà al flash mob in piazza Maggiore, previsto per domani alle 16.30, al quale invita tutte e tutti coloro che vogliono "testimoniare questa forte volontà politica e la necessità di risposte concrete".


Ascolta l'intervista ad Angela Romanin della Casa delle Donne
Tags: Violenza, Donne

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]