Radio Città Fujiko»Notizie

Vik - Gaza to Italy

Il convoglio con le delegazioni dei giovani palestinesi passa per l'Italia e arriva nella nostra città.


di redazione
Categorie: Movimento, Esteri
foto-vittorio.jpg

Il convoglio della cultura dalla Palestina sta viaggiando per l'Italia proprio nel periodo dell'anniversario della scomparsa di Vittorio Arrigoni, a cui la carovana è dedicata. La cultura e la politica dei giovani di Gaza anche nella nostra città.

Anche Bologna, dopo Roma, Napoli e Salerno, ospiterà le delegazioni dei giovani palestinesi del progetto "Vik - Gaza To Italy". Il 10 aprile sono stati a Crash, poi XM24 il giorno successivo e la loro tappa emiliana si concluderà con la serata a Vag61 la sera di venerdì 12.

Il progetto del convoglio è nato dal Centro Italiano di Scambio Culturale "Vik", che da anni è attivo nella Striscia. A lui la dedica anche nel nome del progetto che sta attraversando l'Italia. Dopo la nostra città i ragazzi di Gaza si sposteranno verso il Nord raggiungendo Milano.

La locomotiva umana che sta risalendo la penisola fa viaggiare diversi gruppi di giovani palestinesi, ognuno dei quali impegnato in progetti culturali e di attivismo politico. Ci sono i filosofi umanisti, che portano l'esperienza intellettuale della scuola fondata dal grande letterato palestinese Edward Said. E poi i gruppi sportivi di parkour, e di musica e danza, che uniscono le tradizioni preservate dalle nuove generazioni con le realtà metropolitane della Striscia, ballando Dabka e cantando Hip Hop con basi fatte con tabla e houd. C'è anche un gruppo di artisti e videomakers, l'associazione Shbabik e chi invece si occupa di cinema.

La delegazione ospite ai nostri microfoni è stata ospite la delegazione di Radio El Shaab, un progetto radiofonico che copre con la sua frequenza tutti i territori della Striscia, fino ad arrivare ai confini con l'Egitto. Rabi, Lamis e Tarek (i nostri ospiti) ci hanno raccontanti della loro esperienza radiofonica, delle notizie che vanno e vengono su cosa succede in questo territorio, della fatica nel rincorrere le notizie che ogni giorno si assommano.

Ma abbiamo anche parlato di Vittorio, di cui ricorre il secondo anniversario della morte proprio lunedì 15, e di cosa significa essere giovani attivisti, sportivi, artisti e giornalisti in queste zone. Anche nelle loro parole la rabbia persiste: "Noi siamo una voce, abbiamo solo bisogno che ci ascoltino" ci dice Tarek, della redazione giornalistica di Radio El Shaab. "Vittorio è stato vicino sempre alle nostre famiglie, con il suo impegno e la sua presenza. Questo viaggio in Italia è anche uno scambio: così stavolta saremo noi a essere vicini ai suoi cari" conclude Rabi. Lamis, parlando di cosa significa essere nati e cresciuti in una zona del mondo che non ti dà cittadinanza afferma: " Per alcuni di noi è la prima volta fuori da Gaza. Non abbiamo la possibilità di spostarci e questo viaggio rappresenta per noi un modo per conoscere e per far conoscere da vicino cosa è Gaza e chi sono le persone che la popolano".

Vogliamo anche ringraziare Mohamed, Mustafah, Fatima e Flavio per averci aiutato con le traduzioni.


Ascolta l'intervista a Rabi in viaggio con il convoglio e redattore di Radio El Shaab

Ascolta l'intervista a Lamis in viaggio con il convoglio e redattrice di Radio El Shaab

Ascolta l'intervista a Tarek in viaggio con il convoglio e redattore di Radio El Shaab

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]