Radio Città Fujiko»Notizie

Vertice Bce, Napoli invasa dai manifestanti

Maurilio, del TPO di Bologna, racconta di un corteo pacifico per evitare strumentalizzazioni.


di Francesco Ditaranto
Categorie: Movimento, Economia
bce2.jpg

E' in corso a Napoli il vertice della Banca Centrale Europea. La città, blindata per paura di scontri, sta assistendo invece ad un corteo pacifico che, anche se appena partito, sembra voler smentire le strumentalizzazioni dei media. La polizia ha usato gli idranti per disperdere il corteo.

E' appena partito, ma appare tutt'altro che violento, come volevano le previsioni della vigilia, il corteo contro il vertice della Banca Centrale Europea in corso oggi a Napoli. Maurilio, attivista del Teatro Polivalente Occupato di Bologna, in diretta dal corteo, riferisce l'intenzione dei manifestanti, circa 5000, di dimostrare che non sono lì "per fare a botte", ma per dimostrare tutta la loro opposizione alle politiche di austerità imposte da Francoforte.

Tante le anime raccoltesi intorno alla piattaforma "Block Bce", dagli studenti ai precari, dagli occupanti ai migranti. Stop austerità e Stop Fiscal Compact sono le parole d'ordine più forti di questa manifestazione, ma è tutta la gestione della crisi che viene messa in dubbio.

Appare evidente, vista anche la forte presa di posizione della Francia, che non rispettererà il tetto del 3% nel rapporto deficit/Pil, che qualcosa si sta incrinando nell' adesione incondizionata all'approccio dogmatico dei tecnici di Francoforte e Bruxelles, che continuano a sostenere un avvitamento suicida dell'economia europea.

"La partecipazione popolare è un dato forte e vero. Lungo il percorso le persone applaudivano dai balconi. E' un sintomo di convergenza su alcune tematiche" racconta Maurilio. " Giunti all'altezza perimetro del bosco di Capodimonte, -continua l'attivista- un ragazzo con una scala ha tentato la violazione simbolica della "zona rossa". In quel momento la polizia ha iniziato a usare lacrimogeni e ha utilizzato gli idranti per disperdere il corteo. Lo stesso attivista è stato fermato e rilasciato poco fa."

Ormai al termine del corteo, Maurilio bolla "come solita narrazione strumentale" l'allarmismo sui possibili rischi di gravi disordini, nel corso della manifestazione di oggi.

Quest'oggi la Bce non potrà non tenere conto del fatto che le cose stanno cambiando, e che è venuto il momento, visto il fallimento dell'equazione austerità/uscita dalla crisi, di cambiare passo.


Ascolta l'intervista a Maurilio

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]