Radio Città Fujiko»Notizie

Un seminario contro la nuova tariffa dell'acqua

Appuntamento con l'informazione stasera per il Movimento Acqua Bene Comune


di redazione
Categorie: Movimento, Politica
abcfurtodemos.jpg

A quasi due anni dal referendum sull'acqua, il comitato Referendario di Bologna e provincia propone un corso di formazione per fare chiarezza sulle nuove modalità di applicazione delle tariffe sull'acqua. "Nonostante il voto, niente è ancora cambiato".

Il 13 gennaio 2011, il referendum sull'Acqua Bene Comune abrogava la remunerazione del capitale in bolletta, restituendo ai cittadini la gestione pubblica e partecipata dell’acqua. Nonostante il positivo e inaspettato esito del voto, l'applicazione della nuova tariffa dell’acqua sta cercando di riconsegnare al mercato ed ai poteri finanziari privati la gestione dei consumi, permettendo di realizzare enormi profitti. "Furto di democrazia". Così il Forum Italiano dei Movimenti per l’acqua definisce la situazione attuale. "Conoscere questo tentativo rafforzerà la consapevolezza, grazie anche alle centinaia di migliaia di cittadini che stanno conducendo l’Obbedienza Civile per la difesa dell’acqua come bene comune vitale", commenta il Forum.

L'autorità per l'energia elettrica e il gas (AEEG) ha reinserito, qualche mese fa,  la remunerazione del capitale investito nelle bollette dell'acqua, vanificando, di fatto, il risultato del secondo quesito del referendum del 2011. "Essendo un argomento strettamente tecnico, il 99% della popolazione non sarebbe in grado di capire le implicazioni future che questa gestione comporta - commenta Claudia Candeloro del movimento Acqua Bene Comune di Bologna - Abbiamo bisogno di strumenti concreti per contrastare ciò che sta succedendo, prime fra tutti informazione e formazione".
    
Ospiti d'eccellenza dell'incontro saranno Corrado Oddi, del Forum Italiano dei Movimenti dell’acqua, per spiegare la modifica della tariffa a livello nazionale, e Andrea Caselli, dei Comitati ER Acqua Bene Comune, per un quadro più specifico sulla situazione dell'Emilia Romagna. Durante la serata saranno forniti il Kit informativo della campagna e i materiali per l’adesione al Comitato bolognese per l’acqua bene comune.

Ma quello di stasera non sarà l'unico momento di mobilitazone collettiva. "Non ci fermeremo - continua Claudia Candeloro - Stiamo avviando una raccolta firme a livello europeo per la pubblicizzazione dell'acqua e stiamo proponendo una serie di iniziative a livello regionale per contrastare queste scelte antidemocratiche".

L'appuntamento è per stasera dalle 19.00 presso la Sala dello Zodiaco del palazzo della Provincia di Bologna, in Via Zamboni 13.

Giulia Maccaferri


Ascolta l'intervista a Claudia Candeloro del movimento Acqua Bene Comune di Bologna

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]