Radio Città Fujiko»Notizie

Cariche a freddo sui manifestanti No-Cie

Presidio di numerose realtà dei movimenti davanti al Centro di Via Mattei


di Francesco Ditaranto
Categorie: Movimento, Migranti
DSCN0040.JPG

I militanti dei movimenti bolognesi si sono dati appuntamento alle 18,00 davanti al Centro d'Identificazione ed Espulsione di Bologna. L'obiettivo è scongiurare la riapertura del centro. Pur caricati a freddo, come dichiarato da più parti, i manifestanti hanno scritto sul muro di cinta "Mai più Cie". GUARDA LE FOTO E I VIDEO

Dopo la manifestazione di una settimana fa, davanti alla Prefettura, gli attivisti del TPO insieme agli altri collettivi cittadini, tornano a ribadire la loro opposizione all'idea della riapertura del Centro d'Identificazione ed Espulsione di via Mattei.

Nella Giornata Internazionale dei Migranti, e mentre scoppia lo scandalo sul trattamento dei migranti nel centro d'accoglienza di Lampedusa, le realtà del movimento bolognesi, si ritrovano alle 18,00 davanti alla struttura nella periferia della città.

Questa nuova mobilitazione nasce dopo che, nelle scorse settimane, sono circolate voci circa l'intenzione del Ministero degli Interni di riaprire il centro.  Dopo la chiusura e i problemi della coop. L'Oasi, sarebbero infatti confermate le voci riguardo l'intenzione della Prefettura di bandire una nuova gara d'appalto al ribasso, con un minimo di 30 euro giornalieri per detenuto.

Lo stesso consiglio comunale, nel mese di ottobre, ha approvato un ordine del giorno con cui si dichiarava indisponibile ad ospitare sul proprio territorio un centro di identificazione ed espulsione per immigrati.

Pochi minuti prima delle 18,00, i manifestanti, hanno bloccato il traffico su via Mattei, dirigendosi poi verso il muro di cinta del CIE, per scrivere con la vernice "Mai più Cie". L'obiettivo non è però stato raggiunto, perchè le forze dell'ordine hanno caricato violentemente prima che la scritta fosse completata, producendosi poi, in due nuove cariche per allontanare i militanti dal muro.

Situazione cristallizzata sino a che le forze dell'ordine si sono ritirate, permettendo il completamento della scritta, simbolo dell'opposizione dei collettivi alla riapertura del centro.

Guarda il video della carica a freddo:

Le dichiarazioni di movimenti e consiglieri comunali:

 

 


Ascolta la corrispondenza del direttore Alessandro Canella

Ascolta la seconda parte della corrispondenza del direttore Alessandro Canella
DSCN0060.JPG
2013-12-18 18.03.50.jpg DSCN0039.JPG DSCN0028.JPG DSCN0030.JPG
DSCN0035.JPG DSCN0036.JPG DSCN0044.JPG DSCN0046.JPG
DSCN0049.JPG DSCN0055.JPG DSCN0069.JPG DSCN0070.JPG
DSCN0072.JPG DSCN0073.JPG DSCN0076.JPG DSCN0079.JPG
Tags: Cie, tpo

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]