Radio Città Fujiko»Notizie

Siria, ciascuno fa la sua guerra e l'Europa è divisa

Il conflitto siriano dopo i raid francesi e prima dell'incontro tra Putin e Obama.


di redazione
Categorie: Esteri
damasco_1517003.jpg

La Francia ha cominciato unilateralmente i propri raid contro le postazioni dell'Isis, mentre molto del destino del conflitto siriano dipenderanno dall'incontro tra Putin e Obama. Per Raffaele Salinari (Terres des Hommes) in Siria ci sono molti conflitti diversi e l'Europa non ha una posizione comune.

Molto del futuro del conflitto siriano dipenderà dall'incontro di oggi tra il presidente statunitense Barack Obama e quello russo Vladimir Putin. I due si incontreranno in occasione dell'assemblea generale dell'Onu, che alla situazione siriana dedicherà proprio un focus.
Sarà quindi un eventuale accordo tra le due potenze a mettere un po' di ordine in quello che sta accadendo, non ultimi i raid francesi cominciati nel week end scorso contro le postazioni dei miliziani dell'Isis.

Per Raffaele Salinari, presidente della ong di Terres des Hommes, in Siria, al momento, ci sono molte guerre diverse: "Quella della Francia per la difesa della propria sicurezza nazionale, quella degli Stati Uniti, quella di Hezbollah, quella dell'Iran, quella di Al Qaeda e quella della Turchia". Quello che manca, dunque, è una chiarezza del quadro internazionale, che si spera di ottenere dopo l'incontro tra Putin e Obama.

Salinari, però, sottolinea l'assenza di una posizione comune europea sulla questione, che bene non fa né all'Europa stessa, alle prese con grandi flussi di profughi siriani, né allo scenario globale.
"Il rischio - denuncia il presidente di Terres des Hommes - È che si arrivi alla stessa situazione dell'ex-Jugolavia, mentre lo spettro 'Libia' è già presente, dal momento che attualmente la Siria è già tripartita".


Ascolta l'intervista a Raffaele Salinari
Tags: Guerra, Siria, Esteri

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]