Radio Città Fujiko»Notizie

Sgombero Ex Telecom, FI contro i servizi sociali: "Hanno avvisato gli occupanti"

La risposta dell'assessore Frascaroli: "Ipotizzino pure, non so quali elementi abbiano".


di redazione
Categorie: Politica
social-log2.jpg

Non si fermano gli strascichi dopo lo sgombero della maxi-occupazione dell'Ex Telecom. Ad entrare a gamba tesa ci pensano gli esponenti di Forza Italia Marco Lisei e Galeazzo Bignami, che annunciano un esposto in Procura contro i servizi sociali e accusano direttamente "qualcuno all'interno dell'amministrazione comunale". L'assessore Frascaroli respinge le accuse al mittente: "Se amano fare esposti, li facciano pure".

Forza Italia contro i servizi sociali del Comune di Bologna: è l'ultimo atto del capitolo (già di per sé vergognoso) dello sgombero dell'Ex Telecom di martedì scorso. Domani Forza Italia presenterà un esposto in Procura per chiedere di fare luce sul ruolo dei servizi sociali nello sgombero e, in particolare, su una "fuga di notizie" che lo avrebbe preceduto. "Uno degli occupanti riferisce che quella mattina sono stati svegliati alle 4.30 e divisi tra uomini e donne, quando le Forze dell'ordine sono arrivate solo verso le sette - spiega il consigliere comunale Marco Lisei - è la dimostrazione che qualcuno li ha informati che ci sarebbe stato lo sgombero". E così i forzisti intendono sottoporre la vicenda al vaglio della magistratura, integrando l'oggetto originario dell'esposto - le dichiarazioni dell'assessore Frascaroli sulle occupazioni - con le accuse verspo i servizi sociali.

Non è tutto. Il capogruppo azzurro in Regione Galeazzo Bignami parla di "connivenza tra livelli dell'amministrazione comunale e questa gente", intendendo il collettivo per il diritto all'abitare Social Log, e sottolinea "la vigliaccheria di questi apparati del Comune che si fanno scudo dei bambini per nascondere la loro inefficienza. La tutela dei bambini va fatta portandoli via di lì". Bignami rincara la dose e denuncia come le occupazioni di immobili pubblici siano "guidate da qualcuno all'interno dell'amministrazione comunale". Per quando riguarda il caso Ex Telecom, ipotizza il consigliere regionale, "credo che la Questura abbia chiamato l'interlocutore politico. Forse con troppa leggerezza l'assessore Frascaroli ha informato i servizi che a loro volta hanno informato gli occupanti".

Incalzata dai cronisti a Palazzo d'Accursio, l'assessore Amelia Frascaroli, direttamente chiamata in causa, risponde alle accuse di Forza Italia: "Se loro amano fare esposti, li facciano pure, non so quali elementi abbiano. I servizi sociali sapevano per quella che è la loro parte e sapevano quello che sarebbe successo, ma non sono veicolo di informazione" e le cose di cui sono a conoscenza "le tengono per giocare bene il loro ruolo: non lasciare sole le persone". Poi, sull'accusa di "connivenza" tra amministrazione e il collettivo Social Log, l'assessore risponde: "Ipotizzino pure".

Per Forza Italia la fuga di notizie avrebbe messo a repentaglio la sicurezza degli occupanti e delle forze dell'ordine, ma Frascaroli insiste: "Tutti sono stati altamente responsabili perché dentro c'erano bambini. E questo lo può testimoniare anche la Procura dei minori. Come diceva il sindaco uno sgombero è violento perché è uno sgombero". Infine, l'assessore plaude ironicamente all'iniziativa che gli esponenti berlusconiani hanno intrapreso, ovvero fare chiarezza sulle procedure di sgombero passate e future: "Bravi, ma che bello... benissimo".


Ascolta le parole di Amelia Frascaroli

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]