Radio Città Fujiko»Notizie

Sgomberato lo sportello-casa di Social Log

La polizia ha eseguito il sequestro dello spazio di via Masini.


di Alessandro Canella
Categorie: Casa
SocialLog.jpg
Il corteo di Social Log dopo lo sgombero.

Le forze dell'ordine hanno sgomberato lo spazio di via Masini, occupato da Social Log e trasformato nello sportello casa del collettivo. Di fronte alle proteste degli attivisti la polizia ha caricato. 5 feriti. Circa 500 le persone con problemi abitativi che si rivolgevano allo sportello ogni anno.

Sgombero e tensione, questa mattina, in viale Masini. La polizia ha eseguito lo sgombero e il sequestro dello spazio di viale Masini, occupato nel 2014 da Social Log e da esso trasformato in uno sportello per il diritto all'abitare. Al momento dell'intervento delle forze dell'ordine nello stabile non c'era nessuno e la struttura è stata sigillata.
Appresa la notizia, però, gli attivisti si sono recati sul posto dove hanno inscenato una protesta, ottenendo una carica della polizia in risposta. Un ragazzo è rimasto ferito nella prima carica, altri 4 in quelle successive.

Il traffico sul viale vicino alla stazione si è congestionato e la polizia ha compiuto almeno altre tre cariche per allontanare i manifestanti.
Questi ultimi hanno dato vita ad un corteo, spostandosi verso via Irnerio, e fanno sapere che non hanno intenzione di fermarsi almeno per tutta la giornata.

"Almeno un terzo delle persone che vivono l'emergenza abitativa, pari a circa 500 persone ogni anno si sono rivolte allo sportello", spiega ai nostri microfoni Fulvio di Social Log.
Lo spazio era uno dei luoghi organizzativi in cui gli attivisti ricevevano le persone alla ricerca di una casa, preparavano i picchetti anti-sfratto e cercavano soluzioni per fronteggiare l'emergenza.

"Con lo sgombero violento dello sportello per il diritto all'abitare di Social Log - commenta il consigliere comunale Mirco Pieralisi - si consuma la vendetta politica contro chi ha difeso gli ultimi, chi ha realizzato, con le famiglie dell'ex Telecom, un esempio di convivenza civile e chi ha realizzato uno sportello d'ascolto cui si rivolgevano centinaia di famiglie sfrattate e senza casa".


Ascolta l'intervista a Fulvio

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]