Radio Città Fujiko»Notizie

Se questa è legalità: sfratto di un 70enne disabile, che finisce all'ospedale

Eseguito lo sfratto di un signore di 70 anni invalido al 60% in zona San Donato.


di Alessandro Canella
Categorie: Movimento, Casa
Sfratto
Un'immagine dell'esecuzione dello sfratto. Foto: Labas

È invalido al 60%, ha 70 anni, ma alla legge non importa: questa mattina Ufficiale Giudiziario e Reparto Mobile hanno eseguito in zona San Donato lo sfratto di un signore, che si è sentito male ed è finito all'ospedale. La denuncia di Labàs.

Ha settant'anni, un'invalidità al 60%, riconosciuta da una pensione, ma non ce la faceva a pagare. È bastato questo all'Ufficiale Giudiziario e al Reparto Mobile di Bologna per eseguire lo sfratto di un signore in zona San Donato. Durante le operazioni, il signore ha accusato un malore. È intervenuta un'ambulanza che lo ha portato al pronto soccorso del Sant'Orsola, dove pare che verrà trattenuto in osservazione per almeno una notte.

A denunciare l'accaduto è stato Labàs, che attraverso il proprio sportello Adl era a conoscenza della storia del 70enne, da cui è stato contattato questa mattina quando polizia e Ufficiale Giudiziario si sono presentati sotto la casa in cui stava.
"Ci è stato impedito di entrare - racconta Francesca di Labàs - nonostante conoscessimo l'uomo e la sua storia e ci fossimo offerti come mediatori. Anzi, siamo stati identificati dalla polizia".

L'uomo era stato oggetto di un'ordinanza di sfratto esecutivo per morosità, una condizione che colpisce una fetta sempre più ampia della popolazione, specialmente negli strati più deboli, come gli anziani.
"Al signore era stata riconosciuta un'invalidità del 60% - racconta l'attivista - cui era corrisposta una pensione, che è stata immediatamente pignorata quando non è stato più in grado di pagare".
Non solo: nemmeno di fronte al malore l'Ufficiale Giudiziario si è fermato, ma ha proceduto a sigillare l'appartamento in cui viveva e a cambiare la serratura.

"Per prima cosa vogliamo accertarci delle condizioni di salute del signore - sottolinea Francesca - E poi chiederemo conto a chi di dovere. I soldi utilizzati per mobilitare una camionetta e diversi agenti della celere potevano essere utilizzati per trovare una soluzione. Ora invece, il signore si troverà in mezzo ad una strada quando uscirà dall'ospedale".


Ascolta l'intervista a Francesca di Labàs

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]