Radio Città Fujiko»Notizie

"Sciopero difficile", l'autocritica del sindacato

Domani lo sciopero generale dei sindacati confederali contro la legge di Stabilità.


di Alessandro Canella
Categorie: Lavoro
sciopero-ge.jpeg

Alla vigilia dello sciopero generale, Danilo Gruppi, segretario della Cgil di Bologna, ammette che la mobilitazione "non gode di una spinta particolare" perché il sindacato non è stato in grado di arrestare il peggioramento delle condizioni materiali delle persone e perché oggi perdere 4 ore di salario è un problema.

Mentre in Parlamento regna il caos sulla legge di Stabilità, con proposte avanzate e poi rititate, emendamenti e ipotesi di cui non si sa il futuro, i sindacati confederali si preparano per lo sciopero generale di domani, svolto su base territoriale.
A Bologna l'astensione dal lavoro avverrà in modo articolato, con ciascuna categoria che ha deciso modalità differenti. Il grosso della mobilitazione bolognese avverrà in mattinata, con un corteo che partirà da Porta San Felice per concludersi in piazza Roosvelt.

Alla vigilia della manifestazione, è la stessa Cgil ad ammettere che si tratta di uno "sciopero difficile". Ai nostri microfoni, il segretario bolognese Danilo Gruppi spiega le ragioni: "Nel corso delle assemblee abbiamo riscontrato sentimenti contrastanti: da un lato c'è rassegnazione, dall'altro c'è rabbia per la situazione attuale".
Gruppi spiega che se è vero che la legge di Stabilità non gode di consenso sociale, è altrettanto vero che "nemmeno lo sciopero gode di una spinta particolare".

"Il sindacato sconta il limite di non essere riuscito ad arrestare la tendenza al peggioramento delle condizioni materiali delle persone - spiega il segretario Cgil - e ha prodotto pochi risultati concreti". Allo stesso tempo, oggi perdere 4 ore di salario, per i lavoratori costituisce un sacrificio significativo.
Nel corso delle assemblee si registra anche un senso di solitudine tra i lavoratori, ma in questo caso il sindacato può giocare un ruolo nel tentare di far comprendere alle persone il senso di una mobilitazione collettiva.


Ascolta l'intervista a Danilo Gruppi

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]