Radio Città Fujiko»Notizie

Primarie, Balzani: "Apparato PD ormai debole"

Così il candidato alle primarie di coalizione, ospite questa mattina ai nostri microfoni.


di Francesco Ditaranto
Categorie: Politica
due.jpg

Roberto Balzani, ex-sindaco di Forlì e candidato alle primarie del 28 settembre, ospite stamane ai nostri microfoni racconta il perchè della scelta di candidarsi e non risparmia critiche ai "candidati di filiera" e al rapporto squilibrato dei politici con la multiutility Hera. Senza disdegnare battaglie comuni con altri partiti.

"Ho messo a disposizione la mia candidatura per aprire un dibattito e cominciare a discutere su cosa è andato bene e cosa non è andato nell'ultimo quindicennio". Si presenta così ai nostri microfoni il candidato alle primarie del 28 settembre, Roberto Balzani. L'ex primo cittadino di Forlì, considera che, se non si fosse candidato, "l'ipotesi alternativa sarebbe stato un candidato di filiera, erede del vecchio potere, che continuasse a gestire le cose come si è fatto fino ad adesso. Sarebbe stato inaccettabile, per i cittadini dell'Emilia-Romagna, farsi calare un nome dall'alto, indipendentemente dal fatto che la decisione fosse presa dal Pd nazionale o dal Pd regionale."

Balzani si lancia in un'analisi che riguarda la stessa natura della cosiddetta "emilia rossa". "Credo -dice l'ex-sindaco- che la leadership del Pd, il famoso apparato, sia oggi molto più debole. La società e l'economia emiliano-romagnole sono oggi completamente affrancate da questa specie di paradigma del partito controllore occhiuto della vita di ciascuno di noi. La politica non deve dirigere società ed economia. E' -continua Balzani- piuttosto il contrario. Sono l'economia  e la società a dover segnalare le priorità alla politica: questo è il mio modello, un modello rovesciato rispetto a quello fino a oggi prevalente."

Il candidato non lesina critiche e promette un cambiamento anche nel rapporto tra Viale Aldo Moro e la multiutility Hera. "Con Hera -sostiene- è mancato il contrappeso politico. La politica non è stata abbastanza forte da esercitare la funzione di informazione e controllo che la legge affida al pubblico, e spesso è andata totalmente a traino di quelle che erano le scelte aziendali. E' necessario ricostruire, in capo al pubblico, un'autorità forte in grado di dialogare con Hera da pari a pari, ripristinando funzioni pubbliche inalienabili."

Balzani si è segnalato per una certa indipendenza dal Pd sulle battaglie specifiche, e lo conferma anche ai nostri microfoni, quando si parla delle aperture di Sel e della campagna che lo ha visto, da sindaco, al fianco di Pizzarotti sulla gestione dei rifiuti. "Io trovo i compagni di strada -conclude perentorio- sulla base delle battaglie e non è detto che siano tutti del PD."


Ascolta l'intervista a Roberto Balzani

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]