Radio Città Fujiko»Notizie

Pd, i renziani: "Ora rivoluzione nei circoli"

Gli obiettivi dopo il successo di Matteo Renzi alle primarie.


di Alessandro Canella
Categorie: Politica
Matteo-Renzi.jpg

Per il renziano Salvatore Vassallo l'affermazione di Matteo Renzi va oltre le più rosee previsioni. Ora gli obiettivi nazionale sono legge elettorale ed abolizione del Senato. E su scala locale puntano ad una revisione dei circoli. "Troppa la distanza tra il risultato delle urne e quello dei circoli, non sono più rappresentativi".

Lo scossone del post-primarie del Pd si fa sentire anche a Bologna e in Emilia Romagna. La netta affermazione (71%) del sindaco di Firenze anche nei territori considerati più difficili porta gli esponenti della corrente vincitrice a pretendere cambiamenti anche nell'organizzazione locale del partito.
A sostenerlo apertamente è l'ex-parlamentare Salvatore Vassallo che in mente ha una rivisitazione dei circoli cittadini, in cui Renzi non ottenne un'incoronazione come quella arrivata invece ieri dalle primarie aperte.

"La distanza tra i risultati nei circoli e il risultato delle primarie di ieri - afferma Vassallo ai nostri microfoni - ci dice che la rete dei circoli va ripensata, perché a volte addirittura respinge chi non accetta le modalità di partecipazione che si sono dati". In altre parole Vassallo mette in discussione la rappresentatività stessa dei circoli e della base elettorale del partito, che a Bologna ha rappresentato storicamente le istanze dell'ala sinistra dei Democratici.

Quanto al risultato complessivo, il renziano si dice sorpreso della portata della vittoria. Certo, i sostenitori del sindaco di Firenze si aspettavano di arrivare primi, ma non con questi numeri. Alla domanda se, vista anche l'alta partecipazione, si immagina che a votare siano stati vecchi elettori che non hanno partecipato alle precedenti primarie o persone che provengono da altri partiti, Vassallo risponde che probabilmente sono successe entrambe le cose e che è scesa in modo significativo l'età media di chi si è recato alle urne.

Il renziano, però, frena l'entusiasmo per quelli che saranno i cambiamenti all'interno del partito: "Mi immagino cambiamenti a medio termine". E sull'agenda politica del governo ribadisce la posizione di Renzi: legge elettorale e abolizione del Senato.
"Potranno non sembrare le priorità del Paese - osserva Vassallo - ma senza quelle due riforme diventa più difficile affrontare tutto il resto".


Ascolta l'intervista a Salvatore Vassallo
Tags: Politica, Primarie, Pd

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]