Radio Città Fujiko»Notizie

Passante Nord, Paruolo: "È ora di dire basta"

Il consigliere regionale del Pd chiede nuovamente di abbandonare il progetto.


di Alessandro Canella
Categorie: Politica
TracciatoRossoNuovo.jpg

Dopo che il sottosegretario Girlanda ha ventilato l'eventualità della "opzione zero", ovvero che il Passante Nord non venga realizzato, il consigliere regionale Pd Giuseppe Paruolo chiede al suo partito di trovare il coraggio di abbandonare il progetto. "Non facciamo i conigli, ormai quell'opera è impattante e non serve a nulla".

LEGGI ANCHE: "Primarie, Paruolo risponde a D'Alema"

Il tema del Passante Nord, la bretella autostradale che dovrebbe alleggerire il traffico su Bologna, torna a far discutere. Dopo che la settimana scorsa il sottosegretario alle Infrastrutture Rocco Girlanda, in Parlamento, ha spiegato che per l'opera è possibile anche una "opzione zero", ovvero che il progetto non si realizzi, a prendere la parola - dai nostri studi - oggi è stato il consigliere regionale renziano Giuseppe Paruolo.
Già nei mesi scorsi l'esponente Pd aveva sollevato dei dubbi, ma quest'oggi è stato ancora più esplicito: "Dobbiamo trovare il coraggio di dire basta, non possiamo fare i conigli".

Paruolo ricostruisce in sintesi tutta la vicenda: "È stato fatto un progetto nel 2002-2003, che faticosamente è stato accettato dal territorio e dalle Amministrazioni coinvolte. Poi questo progetto è stato silenziosamente stravolto, fino a due anni fa, quando Autostrade ha presentato un progetto molto più corto e con un impatto molto maggiore sul territorio". Inoltre, come la stessa Autostrade testimonia in alcuni documenti, il nuovo tracciato non servirebbe a risolvere i problemi sulla tangenziale per i quali l'opera è stata pensata.

Di qui la posizione di Paruolo, che chiede di abbondonare l'opera: "A questo punto una politica seria direbbe basta, diciamo la parola fine. Sarebbe un consumo di territorio ampio, sarebbe giustificabile solo a fronte di enormi vantaggi e di un consenso ampio. Qui non c'è il consenso e non ci sono i vantaggi, non capisco perché la stiamo tirando in lungo".
Paruolo precisa di non essere stato pregiudizialmente contrario all'opera, ma invita a trarre le conclusioni: "Lo so che è brutto dire che è l'ennesima infrastuttura sul territorio che va in fumo, ma prima di perdere i soldi accantonati da Autostrade, magari chiediamoci se non possono essere usati per completare piccole opere necessarie". Alternative che possono anche accontentare i costruttori che fanno pressioni per realizzare l'opera.

Il consigliere regionale insiste sui timori della politica: "Perché siamo noi ad avere paura di prenderci delle responsabilità e stiamo aspettando che sia qualcun'altro a toglierci le castagne dal fuoco? Prendiamoci le responsabilità della politica, non facciamo i conigli che, nonostante abbiano già nei cassetti i documenti ufficiali di Autostrade che dicono che anche col Passante che loro propongono, i problemi della tangenziale resterebbero sostanzialmente irrisolti, cosa dobbiamo aspettare ancora per dire che quella è una strada che non può darci una prospettiva?".


Ascolta le parole di Giuseppe Paruolo

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]