Radio Città Fujiko»Notizie

Passante Nord, la exit strategy è arrivata

Un documento dei sindaci Pd stoppa il Passante Nord.


di redazione
Categorie: Politica
Passante-nord.jpg

Il Pd prende coraggio e stoppa il Passante Nord. In un documento di nove sindaci, col sostegno di Merola e del segretario Critelli, si dà un brevissimo ultimatum per un tracciato meno impattante, altrimenti si penserà ad un piano alternativo che rafforzi la tangenziale, come da anni dice il Comitato contrario al Passante.

Dopo gli imbarazzi, i no comment e le dichiarazioni contraddittorie, la exit strategy per dire addio al Passante Nord sembra essere arrivata. Dopo un lungo summit in via Rivani, sede del Pd, ora c'è un nuovo documento dei nove sindaci Dem perplessi sull'opera, che questa volta hanno l'appoggio di Virginio Merola e del segretario provinciale Francesco Critelli.
Già la settimana scorsa i primi cittadini hanno ribadito la loro contrarietà a Raffaele Donini, assessore regionale ai Trasporti, "concedendogli" un mese e mezzo di tempo per convincere Autostrade ad elaborare un (ennesimo) nuovo tracciato.

I tempi, però, sembrano incoliabili con una reale volontà proseguire con l'opera. Difficile, infatti, che entro fine dicembre si arrivi ad un nuovo progetto che tenga contro delle mitigazioni pretese dai sindaci di Calderara, San Lazzaro, Budrio, Castel Maggiore, Sala Bolognese, Casalecchio, Granarolo, Argelato e Bentivoglio.
Non solo: il documento guarda già oltre al Passante Nord, in particolare alla realizzazione della terza corsia della tangenziale, una delle opere alternative indicate dagli studi tecnici e dal comitato contrario all'opera.

Per la chiusura definitiva di questa partita bisognerà ancora aspettare qualche mese, ma il Pd di Bologna, con il documento firmato ieri sera, sembra aver imboccato la exit strategy da un'opera che, nello stesso studio di Autostrade, risultava inutile per risolvere i problemi per i quali ufficialmente era stata pensata, ovvero il congestionamento del traffico attorno al nodo di Bologna.
Il nuovo e insoddisfacente tracciato di Autostrade, quindi, sembra essere il pretesto perfetto per abbandonare un'opera tanto discussa e contestata, ma finora difesa a spada tratta dal Pd.

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]