Radio Città Fujiko»Notizie

Passante, in Regione primi attriti nella maggioranza

Sel contesta le dichiarazioni dell'assessore ai Trasporti Raffaele Donini.


di Alessandro Canella
Categorie: Ambiente, Politica
RaffaeleDonini.jpg
L'assessore regionale ai Trasporti Raffaele Donini

A poche settimane dall'insediamento, la maggioranza di viale Aldo Moro registra già le prime frizioni. Sul tema del Passante Nord è Sel a contestare le dichiarazioni dell'assessore ai Trasporti Raffaele Donini. "Le opere si fanno se sono utili, non per la paura di perdere i soldi". E i vendoliani ironizzano sul consumo di suolo.

Sono passate poche settimane dal voto alle regionali del 23 novembre, ma la maggioranza di centrosinistra in viale Aldo Moro inizia a registrare le prime tensioni.
Il tema è quello del Passante Nord, la contestata bretella autostradale in discussione da quasi due decenni. Un'opera che non piace agli ambientalisti e che ha sollevato non poche perplessità nei sindaci dei Comuni che dovrebbero esserne attraversati.
Non più tardi di due giorni fa, il neo assessore regionale ai Trasporti Raffaele Donini aveva provato in modo secco a spegnere le polemiche, dicendo ai sindaci che l'opera non è in discussione e si farà, motivando la sua posizione con il rischio di perdere i finanziamenti già stanziati da Autostrade.

A rispondere oggi è il gruppo regionale di Sinistra Ecologia e Libertà, che con un comunicato risponde a Donini. "Donini dà per scontata la costruzione, immaginiamo abbia anche già deciso quale quartiere demolire a Bologna per ottenere il consumo di territorio a saldo zero", si ironizza nella nota firmata dal consigliere regionale Igor Taruffi e dal responsabile Ambiente del partito a Bologna, Federico Grazzini. Il riferimento è alle promesse elettorali del presidente Stefano Bonaccini sul tema del consumo di suolo, che non verrebbero mantenute qualora si realizzasse il Passante, infrastruttura che impatterà sul territorio per 700 ettari.

Il ragionamento di Sel, però, va oltre e sottolinea quello che per i vendoliani è un punto debole del ragionamento di Donini: "Le opere vanno fatte quando sono utili e sostenibili, non sotto la minaccia di spostamenti di denaro su altre opere".
Per Sel, Donini ha iniziato una battaglia di difesa del Passante Nord "dimenticando che la sua previsione, nemmeno tanto esplicita, è in un Piano regionale dei trasporti, scaduto da 5 anni, e che in questa legislatura dovremo discutere in Regione del nuovo Piano: insomma, dobbiamo ancora decidere se e come continuare su una strada che a lui risulta palesemente scontata".

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]