Radio Città Fujiko»Notizie

NoMuos, estate calda anche in Sicilia

Continuerà tutto agosto la mobilitazione del movimento.


di redazione
Categorie: Movimento
No-Muos.jpg

Occupate le sale conciliari dei comuni di Niscemi, Caltagirone e Ragusa. Il 9 agosto la marcia da contrada Vituso fino ai cancelli della base militare statunitense di Niscemi. Anche le amministrazioni locali si schierano con le ragioni del movimento.

La protesta continuerà tutta l'estate. Questa la sfida del movimento No Muos contro la costruzione delle antenne radar in Contrada Ulmo, nei pressi di Niscemi, nel cuore della Sicilia.

Dopo l’occupazione del Comune di Niscemi, anche il Comune di Caltagirone e quello di Ragusa: le ragioni riguardano quella che gli stessi attivisti hanno definito la «revoca della revoca» del governatore Rosario Crocetta. Il presidente della Regione ha annullato lo stop alle autorizzazioni ai lavori per l'installazione dell'impianto, in seguito al parere rilasciato dall’Istituto superiore di Sanità, che esclude l’impatto negativo dei campi elettromagnetici generati dalle antenne del sistema radar Muos.

Sul piede di guerra anche Francesco La Rosa, sindaco di Niscemi, che appresa la decisione della Regione aveva dichiarato: «Non credevo che alla fine di tutta questa storia sarebbe stato proprio Crocetta a tradirci. Proprio lui che in questa battaglia è stato sempre a fianco della nostra città. Sono arrabbiato e lo sono anche i miei cittadini. Mi sento abbandonato».

La mobilitazione però andrà avanti. Il prossimo 9 agosto è prevista una grande marcia a Niscemi per ribadire il fermo no della comunità locale all’installazione del sistema radar. Sarà percorso il tragitto che da contrada Vituso conduce fino ai cancelli della base militare statunitense.

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]