Radio Città Fujiko»Notizie

Walls craft: l'arte di fare muri

Dalla gentrificazione al muro dipinto, il talk di FUORIONDA sugli spazi


di redazione
Categorie: Movimento
48155465_10156912298861804_6321372895347998720_o.jpg

Fabiola Naldi, CHEAP, CollettivoFX e ResPublica Temporanea sono gli ospiti che parleranno con Daniela Tozzi durante il talk WALLS CRAFT: L'ARTE DI FARE MURI inserito nel programma di FUORIONDA, la serata di autofinanziamento della nostra radio.

Stasera, venerdì 14 dicembre, saremo ospitati dal TPO per FUORIONDA, la nostra serata di autofinanziamento perché, teniamo a ricordarlo a chi non ci conoscesse, ad oggi la nostra rappresenta la più longeva esperienza di radio libera a livello cittadino, l'unica in grado di trasmettere ininterrottamente sulla stessa frequenza, con lo stesso numero di telefono e con la stessa testata dagli anni '70 senza soluzione di continuità.

Noi crediamo nella libera informazione e tale vogliamo che resti, perciò ci impegnamo nel dare notizie di qualità dall'estero e dall'Italia, ma soprattutto da casa nostra, Bologna.
E proprio a Bologna sono dedicati i due appuntamenti che anticipano la cena sociale: alle 18.00 proietteremo il documentario "Il tabù della gentrificazione" di Pauline Beyens, Teodorico Carfagnini e Alice Citarella con la supervisione di Caucaso Factory (17'08"). Appunti per un documentario sulla Bolognina, "Il Tabù della Gentrificazione" racconta le trasformazioni urbanistiche e sociali dello storico quartiere di Bologna, un fenomeno globale spesso chiamato gentrification e la resistenza degli abitanti affezionati al loro quartiere e alla sua anima.

A seguire e proseguire con il filo conduttore dei muri e del murare alle 18.30 il talk WALLS CRAFT: L'ARTE DI FARE MURI. Fabiola Naldi, Sara Manfredi e Flavia Tommasini di CHEAP, CollettivoFX e Luca Prete di ResPublica Temporanea saliranno sul palco del TPO per condividere le loro esperienze e riflessioni maturate in anni di lavoro a strettissimo contatto con la città. Da Frontier, la linea dello stile, progetto che ha portato alla realizzazione di alcuni dei muri più belli presenti nella turrita fra cui Etnik, Eron, Seikon, Dado, per non parlare di Phase II e tanti altri, a testimonianza del desiderio di voler da una parte valorizzare artisticamente Writing e Street Art e dall'altra andare oltre il muro dipinto attraverso la creazione di un approfondimento teorico e critico delle due discipline. CHEAP, il famoso festival di posterart che si è fatto conoscere in pochissimo attraverso il riutilizzo di spazi abbandonati inusuali, ovvero i tabelloni storici pubblicitari, un'idea semplice e geniale che finalmente usa spazi pubblici per comunicare arte, cultura, messaggi politici e spunti di riflessione, anziché prodotti e stili di vita da desiderare e copiare. Esperienze che vivono la città e la cambiano, talvolta per anni, altre per pochi mesi o addirittura giorni (non è così inusuale ad esempio che i poster di CHEAP vengano strappati o addirittura "coperti" per pudore alla morale pubblica di alcuni).

E il punto di vista degli artisti? CollettivoFX, artista reggiano molto vicino a tematiche sociali, avrà molto da raccontare e su cui riflettere avendo avuto modo di dipingere nei contesti più vari, dalle carceri ai quartieri popolari più dimenticati dal nord al sud dello stivale. E proprio a Sud ci porterà il collettivo artistico ResPublica Temporanea di Catania nato nel 2012 per creare e portare avanti una progettualità sociale a lungo termine in zone di abbandono come Librino, considerato uno dei quartieri più degradati. La Street Art diventa mezzo per andare in strada e parlare con la gente, grazie agli interventi di artisti come BLU, Nemo's, CollettivoFX, Luca Zamoc e molti altri si è instaurato in maniera rigorosamente libera e indipendente, senza l'appoggio o il sostegno di alcun ente, un dialogo -come ha raccontato ai nostri microfoni Poki di ResPublica Temporanea- "cercando di incontrare la gente e spingerla a farle capire che quegli spazi lì, che sono la strada, appartengono anche a loro; che quindi loro in qualche modo devono provare a prendersene cura senza aspettare qualcuno dall'alto che venga a risolvere i problemi, senza lamentarsi perché la situazione va male, ma rimboccarsi le maniche e iniziare a cambiare quella situazione di degrado che poi si crea dall'abbandono, dall'assenza di un'amministrazione".

Muri dipinti dunque, ma anche l'arte di edificare, gentrificare e creare frontiere. Al talk moderato da Daniela Tozzi di ADIACENZE, uno degli spazi artistici più validi di Bologna sia per spazio che curatela, seguirà la cena sociale e il djset di RCF e per tutta la durata dell'evento sarà possibile vedere e acquistare le stampe degli artisti che ci sostengono: Andrea casciu, Nemo's, Kiki Skipi, Noemi Vola, Guerrilla Spam, Rughi, Athena e CollettivoFX.

Il programma completo sulla nostra pagina Facebook.

A stasera!

Flavia De Marco


ASCOLTA LE PAROLE DI POKI:

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]