Radio Città Fujiko»Notizie

A Ventimiglia con ostinazione per chiedere la libertà di movimento

Domani al confine con la Francia la manifestazione contro le politiche migratorie europee.


di redazione
Categorie: Migranti
20Miglia.png

Scendono in piazza attivisti ed attiviste dell’associazione Progetto 20K, che domani a Ventimiglia tornano a manifestare per il diritto alla libertà di movimento in Europa da garantire per tutti. Nell’anniversario della presa della Bastiglia, “Libertà, uguaglianza e fratellanza” sono i valori fondanti l’Europa che sembrano non essere riconosciuti per i migranti. Pullman anche da Bologna.

Il 14 luglio non sarà solo l’anniversario della presa della Bastiglia. Nella cittadina di frontiera con la Francia, Ventimiglia, l’associazione “Progetto 20 K” scenderà in piazza per manifestare la necessità che in Europa il diritto alla libertà di movimento di chi si trova su suolo europeo sia rispettato anche per le migliaia di persone migranti, che si affollano sul confine in cerca di un passaggio verso il Paese d’Oltralpe. Una questione che tre anni fa fece scalpore, quando un nutrito gruppo di migranti, in segno di protesta per aver visto impedito il loro accesso allo Stato francese, occupò gli scogli della costa ventimigliese ed i turisti presero a chiamarli ‘granchi’. Ad oggi, il flusso di persone che cercano di varcare il confine è continuo, ma il problema a livello politico locale ed europeo rimane invariato.

“Da molte parti, la nostra manifestazione è stata considerata un progetto un po’ folle – dichiara Ariela Iacometti, tra le organizzatrici del corteo che avrà inizio domani pomeriggio a Ventimiglia - Tutti i sindaci della Riviera di Ponente hanno considerato la nostra iniziativa un’idiozia, perché andava ad insistere su un territorio già provato in un giorno in cui i francesi vengono a far festa”. E la scelta del 14 luglio, infatti, è tutt’altro che casuale. “La nostra scelta non è in polemica con la Francia, ma con le scelte di un’Europa che nasce dai principi di libertà, uguaglianza e fratellanza della Rivoluzione Francese. La libertà di movimento è per tutti, non è funzione del colore della pelle o dell’ampiezza del portafoglio”.

E se oggi la manifestazione del Progetto 20K è oggetto di una campagna di discredito da parte della politica locale, negli anni è andato avanti il tentativo di oscurare agli occhi dei cittadini ventimigliesi la questione dei migranti in attesa di oltrepassare il confine. “È stato sempre vissuto come un problema di ordine pubblico, senza considerare che chi si trova in condizioni davvero problematiche sono le persone che vengono deportate e ributtate indietro dalla Francia all’Italia – continua Iacometti – Fin da subito si è fatta campagna elettorale su queste persone e le decisioni prese in merite sono state irrazionali. Non solo gli insediamenti nati a Ventimiglia sono stati abbandonati a condizioni igeniche pessime, ma si sono anche ostacolati e criminalizzati gli atti di solidarietà da parte della cittadinanza”.

Una situazione del genere non manca di generare intorno a sè gli interessi di trafficanti e criminali che sui migranti ci speculano. Secondo la testimonianza di Iacometti, infatti, la chiusura di un centro d’accoglienza dedicato alle donne ed alle minori in una chiesa vicina al cuore di Ventimiglia, voluta dal sindaco Enrico Ioculano e dalla prefettura di Imperia, ha indotto queste donne a passare l’inverno in un campo informale, al freddo. Ed i motivi di ciò sono ben chiari: “il centro istituzonalizzato ed ipermilitarizzato della croce rossa è ben noto per essere luogo in cui c’è la possibilità di essere avvicinate da trafficanti ed è uno spazio in cui si è soggette ad individui con intenzioni violente o di sfuttamento”, conclude Iacometti.

Marta Campa

ASCOLTA L’INTERVISTA AD ARIELA IACOMETTI:

Ora in onda

Musica, informazione e rubriche all'ora di pranzo in compagnia di Mingo dj.

Palinsesto

Lunedì | Martedì | Mercoledì | Giovedì | Venerdì | Sabato | Domenica

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]