Radio Città Fujiko»Notizie

San Pietro, ancora la Lega anti-migranti, ancora una risposta antirazzista

Il 5 ottobre una fiaccolata anti-accoglienza della Lega, il 7 la risposta di Pd e antirazzisti.


di Alessandro Canella
Categorie: Migranti
SanPietro.jpg

Non c'è pace a San Pietro in Casale. Oltre agli anti-gender, la Lega cavalca la paura dei migranti e indice per il 5 ottobre una fiaccolata contro l'accoglienza dei richiedenti asilo. Pd e antirazzisti rispondono con una manifestazione sabato 7 ottobre.

Nonostante la collocazione nella provincia profonda, a San Pietro in Casale negli ultimi mesi non ci si annoia. Spesso vi abbiamo raccontato i rigurgiti dei fondamentalisti e dell'estrema destra anti-gender, ma l'estate scorsa nel Comune del bolognese è esplosa anche la questione dell'immigrazione.
Tutto è nato dalla notizia che alcuni richiedenti asilo sarebbero arrivati in paese collocati in una struttura che si trova nella frazione Ghetto.
Gli abitanti hanno manifestato preoccupazione, ma subito la Lega Nord si è inserita ed ha cavalcato la vicenda, riuscendo a raggiungere anche le pagine dei giornali.

Il sindaco Claudio Pezzoli ha incontrato gli abitanti la scorsa estate. In contemporanea, fuori dal palazzo comunale, alcune decine di cittadini antirazzisti hanno dato vita ad un presidio.
Sembrava che le acque si fossero calmate e che gli abitanti del Ghetto fossero stati tranquillizzati, ma l'imminente arrivo di due famiglie di richiedenti asilo ha fatto salire la tensione.
Giovedì prossimo, 5 ottobre, la Lega Nord e Forza Italia daranno vita proprio a San Pietro in Casale ad una fiaccolata anti-accoglienza e "contro l'immigrazione incontrollata".

Immediata è stata la risposta della San Pietro antirazzista, che tornerà a mobilitarsi due giorni dopo, il 7 ottobre. Il Partito Democratico ha lanciato una contro-manifestazione, ma il segretario comunale Sergio Secondino precisa: "È una manifestazione di tutti. Sia le scuole che le associazioni ci stanno dando una mano e si sono anche offerte di collaborare ad un progetto di accoglienza".
Secondino sottolinea la strumentalità dell'iniziativa della destra, ricordando che un altro progetto di accoglienza è in essere da un anno e non ci sono mai stati problemi.

Pur annunciando la propria adesione alla manifestazione antirazzista, Renato Rizz, capogruppo de L'Altra San Pietro ha delle riserve sulla gestione della vicenda da parte dell'Amministrazione comunale. In particolare, l'esponente della sinistra critica l'atteggiamento avuto nei confronti delle proteste dei cittadini, in particolare l'aver ceduto ad una trattativa coi residenti che si è concretizzata nella possibilità di scelta da parte di quei cittadini sulla tipologia di migranti da ospitare. Inizialmente, infatti, nella frazione erano attesi alcuni minori non accompagnati, mentre ora si parla di famiglie.
"D’ora in poi chiunque potrà protestare per mesi senza che nessuno dica qualcosa - afferma Rizz - D’ora in poi sarò io che decido chi voglio vicino a casa mia".

ASCOLTA L'INTERVISTA A SERGIO SECONDINO:

Ora in onda

Musica, informazione e rubriche all'ora di pranzo in compagnia di Mingo dj.

Palinsesto

Lunedì | Martedì | Mercoledì | Giovedì | Venerdì | Sabato | Domenica

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]