Radio Città Fujiko»Notizie

Musica e sport per l’antirazzismo: torna il Reno Splash

Dal 15 al 17 giugno la 7^ edizione del festival.


di redazione
Categorie: Migranti
RenoSplash2.png

Il fine settimana del 15, 16 e 17 giugno il parco Peppino Impastato di Marzabotto torna ad essere il luogo in cui il festival Reno Splash lancia il suo messaggio antirazzista. Tanta musica e cultura il cui i rifugiati non sono persone da aiutare ma i veri protagonisti in gioco. Sul palco, tra gli altri, Sud Sound System e Zion Train.

Giunto alla sua 7^ edizione, ‘Reno Splash – Festival Antirazzista’ torna ad animare il prossimo weekend il parco Peppino Impastato di Marzabotto sotto la bandiera dell’antirazzismo e dell’integrazione. E lo farà con la musica di artisti del panorama reggae, reggaeton ed hip hop provenienti da tutto il mondo; con lo sport; con la cultura nella sua forma teatrale, libraria e culinaria. Tanti concerti e tante attività, quindi, che riempiranno le giornate del 15, 16 e 17 giugno dalle prime ore mattutine fino la notte inoltrata.

“La musica rimane il principale elemento che caratterizza il festival e cerchiamo di unire la dimensione musicale di Bologna con quella del mondo ”, racconta Simone Gimona, tra gli organizzatori di Reno Splash 2018. Il filo rosso della musica che tiene insieme gli artisti sul palco è metafora del messaggio promosso dal festival: la creazione di una comunità solidale che non badi alle differenze di provenienza ed etnia. “Abbiamo sempre cercato di narrare il fenomeno dell’immigrazione in modo molto semplice e fuori dalla logica dell’assistenza; nell’idea, invece, che l’integrazione e l’immigrazione siano protagoniste”. Ed è proprio per questo che tanta enfasi si è posta sulle collaborazioni di artisti internazionali e di ragazzi rifugiati della zona di Bologna, che in questo modo sono diventati i cardini del festival.

Reno Splash cade in un momento particolarmente significativo, se si bada al contesto politico in cui l’Italia si addentra e si pensa alle vicende che in questi giorni stanno interessando gli ultimi barconi di persone che tentano di raggiungere le coste italiane. “In quanto esiste, il festival ha una posizione diversa e differente da chi dice che non è possibile l’accoglienza”, continua Simone. “Noi vogliamo puntare su questo elemento: è un Reno Splash è un momento di protagonismo dei migranti e dei solidali, in cui si costruisce insieme uno spazio di condivisione pubblica. Generando momenti del genere, si da la vera risposta a chi dice che non si possono fare queste cose”.

Marta Campa

ASCOLTA L’INTERVISTA A SIMONE GIMONA:

Ora in onda

Musica, informazione e rubriche all'ora di pranzo in compagnia di Mingo dj.

Palinsesto

Lunedì | Martedì | Mercoledì | Giovedì | Venerdì | Sabato | Domenica

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]