Radio Città Fujiko»Notizie

8 marzo: le hacker ci fanno venire!

Un dating di massa in piazza grazie all'hackeraggio delle app di incontro per scioperare dai generi


di Anna Uras
Categorie: Movimento, Donne
index-1.jpg

Riutilizzare le app di dating per diffondere messaggi sullo sciopero transfemminista dell'8 marzo e dare appuntamenti al corteo. È la proposta di Non Una Di Meno Bologna, che invita tutte e tutti di riutilizzare i propri profili Tinder, Wapa e Grindr per diffondere informazioni sullo sciopero dai generi e dare appuntamenti in Piazza Maggiore dalle 8,30 alle 13 e dalle 17 in concentramento per il corteo da Piazza XX settembre.

Che lo sciopero femminista dell'8 marzo non fosse solo una giornata per "incrociare le braccia" ma uno sciopero politico e sociale si era già detto. E proprio per mettere in pratica lo sciopero dai generi la cosultoria transfemminista queer di Bologna e Non Una Di Meno Bologna quest'anno propongono di prendere controllo delle app di dating e farne uno strumento di sciopero. Grazie all'utilizzo di alcuni strumenti di hackeraggio infatti è possibile utilizzare i propri profili Tinder, Grindr e Wapa per diffondere informazioni sullo sciopero dai generi e dare appuntamenti in Piazza Maggiore dalle 8,30 alle 13 e dalle 17 in concentramento per il corteo da Piazza XX settembre.

"Ci sono due tipi di azioni sulle app di incontro - spiega Babs della Consultoria e di Non una Di Meno Bologna - che sono per noi uno dei luoghi principali dove la costruzione di genere e delle relazioni di genere nella contemporaneità si danno. Queste due azioni riguardano uno Tinder e uno in modo simile Grindr e Wapa. Rispetto a Tinder abbiamo un'estensione di google chrome (fhack-extension-5) che è poi in realtà un bot che funziona automaticamente interagendo col nostro profilo tinder creando dei match e inviando messaggi automatici sullo sciopero dai generi e sulla giornata dell'8 marzo di domani. Rispetto a Grindr e Wapa invece abbiamo una serie di indicazioni rispetto a un'immagine del profilo che vorremmo avere condivisa da tutte e tuttu, una frase nella descrizione di se' che dev'essere purtroppo un massimo di 150 parole e abbiamo dato un'indicazione, e anche lì un'interazione per messaggi che vuole portare a dare degli appuntamenti, a creare un dating di massa l'8 marzo in Piazza Maggiore dalle 8:30 alle 13 oppure in Piazza Verdi dalle 13 per il pranzo oppure da Piazza XX Settembre per il corteo dalle 17".

Il bot di Tinder in particolare non solo permette di mandare anche più di 500 messaggi nell'arco di 10 minuti, ma elabora automaticamente anche le prime risposte, fino a 4 interazioni, sulla base della reazione di chi ha ricevuto il primo messaggio: "Fino ai primi 4 messaggi -spiega infatti Babs - a seconda del feedback che arriva dall'altra parte abbiamo creato delle parole chiave per capire se il messaggio che riceviamo è positivo o negativo, e a seconda della sua positività o negatività sarà il bot, fino a 4 messaggi, ad interagire al posto nostro, quindi non dobbiamo fare nessun tipo di fatica. Sicuramente questo bot però viola le condizioni e i termini di Tinder quindi va avviato e staccato in modo consapevole e va lasciato attaccato dieci minuti un quarto d'ora al giorno al massimo. Perché in questi 10/15 min verranno inviati fino a 500 messaggi, quindi bisogna limitare un pochino il tempo, se no è facile che il nostro profilo venga bannato o sospeso per un periodo".

Per maggiori informazioni su come hackerare il tuo profilo e partecipare al dating di massa, clicca qui 

Oltre alle informazioni online che permettono già da adesso di mettere in pratica il proprio sciopero sulle app, nell'arco della mattinata dell'8 marzo in Piazza Maggiore verrà organizzato uno spazio laboratorio che "sarà uno spazio in cui l'offline e l'online si incontrano - conclude l'attivista - dove faremo una piccola autoinchiesta sull'uso che facciamo delle app di incontro e dove appunto parleremo di questa serie di azioni che in realtà poi da un anno a questa abbiamo creato per far sì che le app diventino un luogo di riproduzione sociale delle lotte invece che delle norme sui nostri corpi o solamente dei dati che vengono poi venduti".

ASCOLTA LE PAROLE DI BABS:

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]