Radio Città Fujiko»Notizie

Lo "strano" terzetto Stato Sociale-Paolo Rossi-Antoniano

La collaborazione tra la band e il coro bolognesi.


di Alessandro Canella
Categorie: Società
lo-stato-sociale-sanremo-nonna-ballerina.jpg?width=620

Questa sera a Sanremo Lo Stato Sociale si esibirà insieme a Paolo Rossi e al Piccolo Coro dell'Antoniano. Vista l'età di coriste e coristi, modificato un verso della canzone della band bolognese. La direttrice del coro, Sabrina Simoni, ci racconta come è nata questa collaborazione.

Oramai non ci stupiamo dello stupore: lo sappiamo che Lo Stato Sociale fa della sorpresa una sua cifra stilistica. Il bacio gay sul palco del Primo Maggio come messaggio contro l'omofobia, i palloni lanciati sul pubblico, il Primo Maggio dell'anno successivo, come critica ironica alle frasi del ministro Poletti sul lavoro dei giovani e il calcetto, sono due degli episodi più noti.
Il palco di Sanremo, dunque, non poteva che rappresentare un'altra ghiotta occasione per portare ciò che difficilmente le persone si aspettano.

Questa sera, nella serata che il festival dedica ai duetti tra artisti in gara e altri artisti, Lo Stato Sociale salirà sul palco dell'Ariston con l'attore comico Paolo Rossi, ma soprattutto che i bimbi del Piccolo Coro dell'Antoniano.
"La collaborazione è nata in modo molto semplice - racconta ai nostri microfoni la direttrice del coro, Sabrina Simoni - I ragazzi de Lo Stato Sociale ci hanno chiamati per proporci di cantare insieme e noi abbiamo accettato volentieri. Sarà una bella contaminazione di esperienze e sensibilità diverse":

In realtà, i novellini sul palco di Sanremo sono proprio gli artisti in gara. Lo Stato sociale è alla prima apparizione, Paolo Rossi ha calcato diverse volte, di cui due in gara (1994 e 2007) e in duetto con Samuele Bersani (2012), come ci ricorda il maggior "sanremologo" italiano, Eddy Anselmi.
Il Piccolo Coro dell'Antoniano, invece, è andato come ospite l'anno scorso, nella serata dedicata alle cover.
"E poi il coro è decisamente più agé - ricorda Simoni - essendo stato fondato nel 1963".

Per l'occasione sarà anche cambiato un verso della canzone in gara, in particolare quello più scurrile. "Ringraziamo molto Lo Stato Sociale per aver accettato di cambiare il testo e renderlo più adatto all'infanzia", commenta la direttrice del coro, che fa anche sapere che è in cantiere una versione completamente alternativa del testo, che il coro canterà in seguito.
Non più "nessuno che rompa i coglioni", ma... non vogliamo togliervi il gusto della sorpresa!

ASCOLTA L'INTERVISTA A SABRINA SIMONI:

Ora in onda

Salvate i mobili è una vecchia espressione usata durante l'alluvione del Polesine. Qui si salvano i vinili e la musica analogica dall'alluvione digitale.

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]