Radio Città Fujiko»Notizie

Lo ius soli rischia di essere sacrificato

La legge sulla cittadinanza ai bambini nati in Italia rischia di saltare.


di Alessandro Canella
Categorie: Migranti
154411083-620c24db-e2ac-4d3f-a093-87482b3a5d61.jpg

Il governo decide di non mettere la fiducia sullo ius soli, la legge sulla cittadinanza ai bimbi nati in Italia da genitori stranieri, e calendarizza la votazione finale a settembre, in campagna elettorale. La legge rischia di essere sacrificata. L'intervista a Grazia Naletto.

I voti di fiducia in questa legislatura non sono mancati, eppure il governo ha deciso di non porla sulla legge che introduce lo ius soli temperato, la possibilità per i bambini nati in Italia da genitori stranieri di ottenere più velocemente la cittadinanza. La norma di civiltà in questo modo rischia grosso, sia perché nella maggioranza gli alfaniani sono contrari al provvedimento, sia perché la sua calendarizzazione, prevista per settembre, rischia di coincidere con il periodo di campagna elettorale, dove il tema dell'immigrazione sarà verosimilmente centrale e i partiti, per ottenere consenso, mostreranno come già stanno facendo un atteggiamento di chiusura totale.

ASCOLTA L'INTERVISTA A GRAZIA NALETTO, PRESIDENTE DI LUNARIA, ADERENTE ALLA CAMPAGNA "L'ITALIA SONO ANCH'IO":

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]