Radio Città Fujiko»Notizie»Inchieste

Biblioteche: ultima frontiera

Inchiesta sui presidi culturali nelle periferie.


di redazione
Categorie: Società
BibliotecheLancio.png

Cento anni fa il sindaco Zanardi creava a Bologna le prime biblioteche di quartiere, uno strumento per l'emancipazione della classe lavoratrice. Oggi, in contesti degradati come le periferie, le biblioteche rimangono l'ultimo punto di riferimento. Dal 4 all'8 dicembre, alle 17.00, Radio Città Fujiko trasmette "Biblioteche: ultima frontiera", l'inchiesta di Alessandro Canella sui presìdi culturali nelle periferie.

Cento anni fa, nel 1917, il primo sindaco socialista di Bologna, Francesco Zanardi, creava le biblioteche di quartiere. Applicando il programma elettorale intitolato "Pane e Alfabeto", Zanardi individuò nell'alfabetizzazione della classe lavoratrice, che con l'industrializzazione iniziava a popolare le periferie cittadine, uno strumento per l'emancipazione sociale.
È da questo importante anniversario che prende le mosse "Biblioteche: ultima frontiera", l'inchiesta di Alessandro Canella sui presidi culturali nelle periferie.

Dagli attentati terroristici che hanno colpito l'Europa e che hanno mostrato la necessità di integrazione e inclusione sociale nelle banlieu, fino all'avanzata di mafia ed estrema destra a Ostia, il tema delle periferie è balzato più volte all'attenzione dei media e della politica, fino a generare commissioni parlamentari di inchiesta e stanziamenti di risorse economiche.
Talvolta, però, la riqualificazione delle periferie si è trasformata in gentrificazione e poveri ed emarginati sono stati spinti ancora più lontano dalle città.

Eppure, in molti contesti periferici, gli amministratori hanno a disposizione uno strumento già esistente, che spesso viene bistrattato: la cultura.
Le biblioteche di quartiere, in particolare negli anni della crisi, sono diventate sempre più un punto di riferimento per i cittadini che vivono in contesti periferici. E non solo per il prestito di libri: le biblioteche assolvono anche funzioni sociali, favorendo il dialogo, insegnando l'italiano, aiutando a compilare un curriculum e a trovare lavoro o anche semplicemente offrendo una connessione a internet gratuita. Un'ultima frontiera contro la solitudine e l'abbandono per molte persone.

Nelle cinque puntate dell'inchiesta, che verranno trasmesse da lunedì 4 a venerdì 8 dicembre alle 17.00 su Radio Città Fujiko, si prenderanno in esame la storia travagliata delle biblioteche in Italia, l'importanza del loro ruolo in contesti di povertà economica ed educativa, i tagli e i problemi che hanno dovuto subire negli ultimi decenni, le battaglie contro la loro chiusura e i progetti virtuosi per la nascita di nuove strutture, la situazione bolognese e le prospettive future di queste importanti agenzie culturali.

Per ascoltare le puntate è possibile sintonizzarsi, da Bologna e provincia, sui 103.1 fm, oppure dallo streaming disponibile sul sito radiocittafujiko.it o sulle app (Radio Città Fujiko per Android e TuneIn per Ios).
Una volta trasmesse, le puntate saranno riascoltabili in podcast sul sito radiocittafujiko.it.

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]