Radio Città Fujiko»Notizie

Formare alla moda etica per creare lavoro in Africa

Il progetto “Ethical Fashion Initiative” di Itc e Lai-Momo.


di redazione
Categorie: Lavoro, Migranti
stella-jean-ethical-fashion-initiative-haiti-mode-developpement-durable.jpg

Formazione professionale alla moda etica per favorire il ritorno nei Paesi d’origine e sostenendo comunità e micro-imprese in Mali e Burkina Faso. Sono gli obiettivi del progetto “Ethical Fashion Initiative”, sul quale è nata la collaborazione tra l’International Trade Centre e la cooperativa Lai-Momo. A Lama di Reno un laboratorio di formazione.

La formazione e il lavoro come strumenti per ridurre le cause che spingono le persone a migrare. È da questi presupposti che nasce la collaborazione tra Lai-Momo, cooperativa sociale che gestisce progetti di accoglienza a Bologna, e l’International Trade Centre. Un partenariato che si traduce in un progetto finanziato dal Trust Fund per l’Africa della Commissione europea, intitolato “Ethical Fashion Initiative”.

Ethical Fashion Initiative è un programma che permette ad artigiani che vivono nella povertà rurale e urbana di essere connessi con la catena della moda globale. Sul nostro territorio è connesso ad un percorso di sperimentazione attivato da Lai-Momo a Lama di Reno, frazione di Marzabotto.
L’obiettivo è quello di offrire le abilità richieste dal mercato del lavoro ai migranti dell’Africa Occidentale in Italia per favorire ritorni volontari. Il partenariato è parte di un obiettivo più ampio per supportare la creazione di lavoro nella catena di valore della moda etica e del design nell’Africa Occidentale.

Il nuovo partenariato è stato annunciato durante una visita  da parte di Stefano Manservisi, Direttore  Generale della Direzione generale della Cooperazione internazionale e dello sviluppo della Commissione Europea, del Direttore Esecutivo di Itc Arancha Gonzàlez, di Domenico Manzione, sottosegretario di Stato al Ministero dell’Interno e dei rappresentanti delle autorità locali italiane, presso il Polo formativo e di accoglienza di Lai-Momo a Lama di Reno.

I migranti selezionati provengono, in particolare da Mali e Burkina Faso, dove esistono già produzioni etiche nel settore della moda. Lo sforzo internazionale è indirizzato alle radici dei flussi migratori dall’Africa in Europea e altrove, per creare opportunità economiche nei Paesi in via di sviluppo. La creazione di lavoro e Sviluppo sostenibile di micro-imprese attraverso la gestione delle catene di valore di moda etica, lifestyle e design di interni in Burkina Faso e Mali saranno implementati da Ethical Fashion Initiative attraverso il programma “Comunità povere e Commercio”.
La formazione professionale includerà centinaia di migranti, con lo scopo iniziale di permettere loro di pianificare un rientro nei loro Paesi di origine con nuove competenze e conoscenze.

Ibrahim Traore


Ascolta l'intervista ad Arancha Gonzales

Ora in onda

EASY POP: viaggio sotterraneo nel mondo delle fanzine e dei fans club per raccontarvi tutto quello che gli altri non vi dicono.... 

EASY POP
le classifiche, le interviste, e le notizie piu’ ghiotte e le anteprime … concentrate in 60 minuti

In studio Franco Paoletti…

EASY POP: quando la musica la scegli tu!

Pagina Facebook di Easy Pop.

 

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]