Radio Città Fujiko»Notizie

Dire Oggi, il quotidiano pomeridiano e digitale dell'Agenzia Dire

Il direttore Nico Perrone ci racconta la nuova impresa editoriale dell'Agenzia Dire.


di Alessandro Canella
Categorie: Società
95e3896c1eaade363724bfdf53cbf260_XL.jpg

Digitale, pomeridiano, gratuito. È Dire Oggi, il neonato quotidiano dell'Agenzia Dire, che arriva in un flusso confuso di notizie con l'intento di riordinarle e selezionarle. Per leggerlo basta scaricare una app. Il direttore Nico Perrone: "Siamo l'agenzia più giovane d'Italia e vogliamo chiarire che comunicazione e informazione non sono la stessa cosa".

Il battesimo è arrivato pochi giorni fa e il terreno su cui dovrà misurarsi è piuttosto affollato e confuso. Ma nelle parole del direttore, Nico Perrone, ritroviamo la consapevolezza delle skills a disposizione, tra cui il fatto di essere l'agenzia di stampa più giovane d'Italia, con una media anagrafica dei giornalisti pari a 36 anni.
È Dire Oggi, il quotidiano digitale dell'Agenzia Dire, una delle più importanti agenzie di stampa del nostro Paese.

Le peculiarità del giornale sono molte. Quella che salta subito agli occhi è l'uscita pomeridiana, ogni giorno dal lunedì al venerdì alle 17.00. Questo consente ai lettori di avere una selezione delle notizie più importanti della giornata tra le tantissime battute dall'agenzia, le stesse notizie che probabilmente ritroveremmo qualche ora più tardi nei telegiornali o il giorno seguente sui quotidiani cartacei.
Pur avendo un'impaginazione simile a quella dei giornali in edicola, però, Dire Oggi è interattivo e multimediale, poiché consente di accedere a gallery fotografiche e video che arricchiscono i contenuti scritti.

Un'altra particolarità riguarda l'accesso: non attraverso un sito da scrollare, ma attraverso un'app scaricabile sia per Ios che per Android, o in alternativa un classico pdf disponibile per il download.
La ciliegina sulla torta è la gratuità del prodotto, scelta non scontata dal momento che il giornalismo sta attraversando una fase difficile e talvolta si muove verso contenuti di qualità, ma a pagamento.

"Oggi in molti fanno confusione tra informazione e comunicazione - afferma Perrone spiegando il valore aggiunto del quotidiano - ma mentre la prima è la ricerca della verità che, come insegnano antichi saggi, spesso fa male, la seconda è il modo con cui una persona, un politico o un'azienda raccontano cosa fanno di bello. Sono due cose diverse. Noi facciamo informazione".

ASCOLTA L'INTERVISTA A NICO PERRONE:

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]