Radio Città Fujiko»Notizie

Crash, dopo lo sgombero il 30 parte la trattativa

Il risultato dell'incontro col Comune dopo lo sgombero.


di redazione
Categorie: Movimento
Crash.jpg

Dopo lo sgombero di questa mattina sotto a pioggia e neve, il Laboratorio Crash ha ottenuto un incontro col Comune e la data dell'inizio della trattativa per un nuovo spazio: il 30 novembre.

Dopo la chiusura totale espressa venerdì, dopo l'occupazione dell'ex stazione Veneta di via Zanolini, dal sindaco Virginio Merola, che aveva detto "se vogliono dialogare con le istituzioni non occupano", il Comune di Bologna ammorbidisce la propria linea, e dà il suo 'ok' a un tavolo per cercare di trovare una sistemazione al collettivo Crash.
La decisione di aprire una trattativa, che come fa sapere il capo di gabinetto del sindaco, Valerio Montalto, partirà il 30 novembre, è arrivata poco fa, al termine di un incontro a cui hanno partecipato, oltre allo stesso Montalto, il portavoce del primo cittadino, Armando Nanni, due rappresentanti di Crash e i consiglieri comunali Emily Clancy e Federico Martelloni di Coalizione civica, e Amelia Frascaroli di Città comune con Amelia.

La scelta di aprire un tavolo, spiega Fulvio Massarelli di Crash, è "uno scarto in avanti, che fa seguito al riconoscimento pubblico delle nostre attività già fatto in passato". L'incontro del 30, prosegue l'esponente del collettivo, servirà a "vagliare concretamente delle proposte, o seguendo la linea, spesso messa in campo in città, di trovare un luogo di transizione, oppure, come aveva spiegato il presidente del quartiere Navile, Daniele Ara, facendo sì che il Comune entri in relazione con enti pubblici o privati proprietari di immobili in stato di abbandono". Anche perché, prosegue Massarelli, a Bologna "ci sono molti spazi privati, ma anche tante strutture, abbandonate da decenni, di enti come Poste o Ferrovie".

In ogni caso, dal collettivo preferiscono non farsi troppe illusioni, assicurando che "verificheremo giorno per giorno questo scarto in avanti, e il 30 vedremo pubblicamente se l'amministrazione intende passare dagli intenti ai fatti e se sarà possibile trovare un punto di incontro".
Sulla questione degli spazi inutilizzati dice la sua, parlando con i cronisti subito dopo lo sgombero, anche Clancy, che da un lato ricorda "l'udienza conoscitiva chiesta e ottenuta da Coalizione civica sull'ex Veneta, in cui si era detto che entro l'anno sarebbero iniziati i lavori per sistemarlo e dargli una nuova destinazione, cosa che poi non è avvenuta", e dall'altro osserva che Crash "non ha avuto contatti con il Comune dopo lo sgombero dell'8 agosto, e quando venerdì ha chiesto di parlare con l'amministrazione, il sindaco ha risposto chiedendo lo sgombero. Questo non è il modo di dialogare". Infatti, chiosa Clancy, in città "c'è un problema di spazi, che non si può affrontare con gli sgomberi", tanto più che "solo dopo aver bloccato un quartiere di lunedì mattina, tra l'altro in una giornata di pioggia e neve, è stato accordato un incontro: un'escalation che si poteva evitare".

Infine, la consigliera torna su quanto detto dal Comune dopo l'occupazione di venerdì, vale a dire che all'ex Veneta saranno realizzate delle aule studio universitarie, ricordando che "è un progetto di cui si era parlato in risposta alle polemiche sui 'tornelli'" nella biblioteca di via Zamboni 36, e invitando comunque l'amministrazione, nonostante "ci risulti che ad oggi pochissimi studenti passano per questo edificio, a fare quanto è stato annunciato".

(Dire)

Ora in onda

ascolta afternoon tunes!!! sabato dalle 16:30 alle 18:00

agenda concerti della settimana novita' discografiche da ascoltare & comprare, e interviste a gruppi italiani e stranieri. info su: www.myspace.com/afternoontunes

 

Palinsesto

Lunedì | Martedì | Mercoledì | Giovedì | Venerdì | Sabato | Domenica

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]