Radio Città Fujiko»Musica

Quando il cool di Steve Lehman incontra il rap

BOLOGNA / UNIPOL AUDITORIUM, Via Stalingrado, 37      21.15
 




di Alfredo Pasquali
Steve Lehman 30 ott
Steve Lehman 30 ott

L'irresistibile fascino della musica rap ha colpito ancora: Steve Lehman si mette in marcia con le dirty dozens

Ormai non più giovane promessa ma splendida realtà, Steve Lehman è uno dei protagonisti indiscusso della scena attuale jazzistica: tre anni addietro ha vinto tutti i premi possibili della critica internazionale con il suo cd in ottetto Mise en Abîme. Un artista del tutto americano, con quella tipica versatilità pragmatica tipica del suo mondo: dagli allori della combo allargata all’essenzialità del trio con Chris Tordini al basso e Cody Brown alla batteria, dall’ultima produzione in studio col pianista indiano Vijay Iyer alla sua attuale formazione rap che sbarcherà al Bologna Jazz Festival.

La pista del rap è un sentiero già indagato dagli annio ’80 da pionieri quali Streve Coleman e la Mbase Musica, ma si rinnova nell’incrocio tra i rappers di lingua americana e di swahili africano (Senegal) e il suono cool di Lehman, accompagnati dal funky assicurato dalla restante band.
Lo stile di Steve Lehman raccoglie diverse eredità per poi foggiare  un modo di esprimersi assolutamente personale: "figlio"  di Jackie McLean con quelle note calanti e ricche di blues, alunno di Anthony Braxton ricco di fraseggi impetuosi con cascate di note staccate tra loro, pervaso dal funky della Mbase Music colemaniana che ne anima il pulsare delle song, attento alle frenesie trasversali ed aggressive alla Threadgill per allontanare la prevedibilità delle scansioni ritmiche. La poetica musicale di Lehman diventa confluenza e rielaborazione di mille sorgenti, per inventarsi una nuova ed antica energia jazzistica.

Steve Lehman & Sélébéyone
HPrizm e Gaston Bandimic voce
Steve Lehman sax alto
Maciek Lasserre sax alto, sax soprano
Carlos Homs tastiere
Drew Gress contrabbasso
Jacob Richards batteria
--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Nella stessa mattinata, presso il Conservatorio “G. B. Martini” di Bologna (h11-13),  si terrà il workshop di Steve Lehman, uno dei più interessanti compositori della scena jazzistica contemporanea. Nei giorni seguenti (fino al 5 novembre) il musicista e didatta Nicola Fazzini lavorerà con gli studenti sulle composizioni dello stesso Lehman. Nell'intervista sottostante Nicola Fazzini spiega le dinamiche di questo workshop

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------


--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Ascolta negli audio sottostanti l'intervista Francesco Bettini, direttore artistico, sui nuovi sentieri di alcuni concerti preseneti al festival (Lehman compreso)

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------


                                     Vola al cinema col Jazz !

IL BJF ha sempre dedicato grande attenzione al cinema, cme dimostra l'arrivo nelle edizioni passate di Terence Blanchard, trmbettista e autore delle soundtracks di tanti film di Spike Lee. D'altra parte fin dall'inizio il rapporto cinema/jazz è stato una continua osmosi. Giorno per giorno vi proporremo immagini celebri dal gende schermo:

Il seme della violenza (Blackboard Jungle) è un film del 1955 diretto da Richard Brooks 

Arriva la generazione ribelle del "Seme della Violenza" (1955). La colonna sonora è "Rock around the clock" di Bill Haley. Cosa capita al povero professore amante dei dischi di Bix Beiderbeck? Poi arriva Elvis Presley in Jailhouse rock. Chiude un ricordo di Chuck Berry e il suo passo d'anatra


Nicola Fazzini

Bettini su crossing music

Ora in onda

Sono passati quasi vent'anni dall'autunno 1992 in cui incominciava su Radio Citta' 103 a Bologna un settimanale radiofonico specifico di reggae music intitolato Soul Shakedown Party e curato da Pier Tosi. Un puntuale ed efficiente ad andare in onda ogni martedi' sera intorno alle 21.00, un imprescindibile punto di riferimento per molti appassionati di musica jamaicana, aumentati ulteriormente dalla possibilita' di ascoltare su internet il programma in registrata su questo sito.

Leggi tutti gli articoli di Soul Shakedown Party

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]