Radio Città Fujiko»Musica

I Pentothal e i primi passi nella musica

"Super Cinico Club" l'album d'esordio.


di redazione
Categorie: Musica
42851490_279483115999614_9206358992790487040_n.jpg?_nc_cat=108&_nc_ht=scontent-mxp1-1.xx&oh=378b1596db59e2d5782468004dc02025&oe=5CA17485

I Pentothal sono una band palermitana formata da Giuseppe Parlavecchio ed Enrico Piraino. Il loro Ep d’esordio, con cinque brani caratterizzati da un’elettronica talvolta influenzata da istanze rap/trap ha sonorità avvolgenti e attuali. Nel 2019 inizieranno i loro live.

I microfoni di Fujiko Factory hanno ospitato Giuseppe Parlavecchio in rappresentanza della sua band, i Pentothal, un progetto musicale che nasce a Palermo nel gennaio 2018 dal suo incontro con Enrico Piraino. L’intento è la ricerca continua di contenuti originali, con un sound che è una commistione di pop, hip hop, indie e musica elettronica, tutto fortemente radicato nella tradizione italiana. I loro live set sono eseguiti dal vivo con diversi synth analogici e drum machines e il supporto di Ableton live.

Il progetto Pentothal è nato da un colpo di fulmine: "Ci siamo conosciuti tramite un amico in comune - racconta l'artista - e dopo una settimana eravamo su un palco insieme a suonare. Così abbiamo deciso di lavorare insieme per un progetto musicale e così è nato il nostro primo EP".
L’EP di debutto dal nome “Super Cinico Club” è composto da cinque pezzi, cinque istantanee che servono a spiegare gli intenti di questo duo. È l'inizio del loro percorso artistico: è una raccolta e ascoltandola si può capire che strada prenderanno per il prossimo loro progetto.

Oltre al riferimento, nel nome del progetto, al famoso personaggio di Andrea Pazienza, nella copertina dell'Ep e sui social ritorna spesso l'immagine stilizzata di un orso polare. "È un pò il nostro animale totemico - confida Giuseppe - un pò ci protegge e un pò siamo come lui. Diciamo che abbiamo scelto questo simbolo perchè innanzitutto è un animale in via di estinzione e abbiamo deciso di farci rappresentare da qualcosa che tra qualche anno potrebbe non esserci più. Abbiamo cercato di dare tramite una tuta adidas e una collanina d'oro di dargli un look aggressivo al nostro orso, anche se nella realtà muore di fame. Vuole simboleggiare che tutti possono farcela, anche se l'orso è un simbolo di debolezza, può essere una hit pop".

ASCOLTA L'INTERVISTA AI PENTHOTAL:

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]