Radio Città Fujiko»Notizie

Milano: scontri tra polizia e studenti

Lo sgombero della ExCuem fa reagire gli studenti che la gestivano. Cariche e scontri con la polizia.


di redazione
Categorie: Movimento, Istruzione
946935_448547535238659_242038401_n.jpg

In Statale a Milano agenti in tenuta anti sommossa sono entrati nell’ateneo per sgomberare una cinquantina di ragazzi riuniti in assemblea negli spazi della ex libreria Cuem. Tre manifestanti rimasti feriti.

Gli attivisti dell'ExCuem avevano convocato un’assemblea dopo lo sgombero della libreria avvenuto nel week end, durante il quale erano stati portati via libri, scaffali e materiali. Gli studenti e le studentesse dopo lo sgombero avevano iniziato a recuperare il materiale rimasto, convocato un'assemblea e deciso di dare vita a un corteo per occupare un nuovo spazio dove far ripartire l'attività.

Scaffali e libri erano stati così portati prima nell'atrio della sede centrale della Statale di Milano e gli attivisti erano riusciti a occupare una nuova aula in cui riporre il materiale.

Intorno alle 18 la polizia in tenuta antisommossa ha caricato gli studenti ancora riuniti in assemblea per decidere i termini della gestione del nuovo spazio. Due cariche e diversi momenti di tensione hanno portato a un bilancio di tre studenti feriti portati in ospedale.

Oggi alle 14 gli attivisti dell'ExCuem hanno organizzato un'assemblea per discutere della reazione ai fatti di ieri pomeriggio e porter ricominciare il percorso di autogestione dello spazio. "La Cuem era una libreria gestita da una cooperativa, presa in autogestione dagli studenti dopo che la coop era fallita. L'avevamo presa in autogestione per evitare che venisse a mancare un'attività per gli studenti - ci spiega Elena dell'ExCuem ai nostri microfoni - La polizia in università a Milano non si vedeva da tempo".


Ascolta l'intervista a Elena dell'ExCuem

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]