Radio Città Fujiko»Notizie

Migranti, l'appello di Melting Pot al Consiglio europeo

L'iniziativa di mail-bombing per creare un canale umanitario per i richiedenti asilo.


di Alessandro Canella
Categorie: Migranti
0e02a923c9cfc5f02363251186c13bfb.jpg

Dopo aver raggiunto 20mila firme, l'appello di Melting Pot per la creazione di un canale umanitario per i richiedenti asilo tenta di approdare al Consiglio d'Europa. Organizzato un mail-bombing all'indirizzo dell'ufficio stampa del Consiglio.

Ha raggiunto le 20mila firme l'appello di Melting Pot , lanciato in seguito alla strage di Lampedusa, per chiedere la creazione di un canale umanitario per i richiedenti asilo. E ora, in vista del vertice del Consiglio europeo, che il 24 e 25 ottobre a Bruxelles, l'associazione tenta di far approdare l'appello anche sul tavolo dei ministri e dei capi di Stato europeo.
"Nessuno immaginava che con un appello l'Europa cambiasse le proprie politiche migratorie - spiega ai nostri microfoni Nicola Grigion - ma riteniamo invece che si possa aprire un dibattito sul tema".

Per far sentire forte la voce di chi sostiene che per evitare nuovi morti occorra cambiare radicalmente strada, Melting Pot ha organizzato un mail-bombing all'indirizzo di posta dell'ufficio stampa del Consiglio d'Europa. Sul sito dell'organizzazione è scaricabile il testo dell'appello e si trovano anche i riferimenti a cui spedire il messaggio di posta elettronica.

"Quale idea di prevenzione hanno i Governi europei? Quale idea di cooperazione? Quale idea di solidarietà? Quale idea di protezione dei rifugiati? - si legge nel documento di promozione dell'iniziativa - Lo abbiamo già sentito in queste settimane. E se prevenire significa mantenere questo sistema mortale di leggi nazionali e confini, se cooperare significa stringere accordi bilaterali che blocchino le partenze di chi invece fugge da guerre e persecuzioni, se solidarietà significa ingabbiare i rifugiati nel sistema Dublino, se proteggere i rifugiati significa affidare ai radar militari la possibilità di salvarli (sempre che abbiano la fortuna di essere individuati e soccorsi e non rispinti), è di un'altra Europa che abbiamo bisogno".


Ascolta l'intervista a Nicola Grigion
Tags: Migranti, Europa

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]