Radio Città Fujiko

Mansplaining: uomini che spiegano cose

Che cos'è il mansplaining? Come ha origine e come sconfiggerlo? Qualche risposta e tante altre domande


di Anna Uras
Categorie: Donne
mansplaining.jpg

La parola “mansplaining” è stata coniata nel 2008 nel corso di una discussione online originata dalla pubblicazione sul Los Angeles Times di un articolo della scrittrice e giornalista Rebecca Solnit intitolato Men who explain things, cioè “Uomini che spiegano cose”. Nella scorsa puntata di Frequenze Sui Generis, grazie al contributo della sociologa della comunicazione Graziella Priulla e ai racconti di alcune ascoltatrici, abbiamo cercato di capire meglio di cosa si tratta. Ecco il Podcast!

Che cos'è il mansplaining? Il termine nasce negli USA ed è composto dalla parola man (uomo) ed explain (spiegare). Indica il modo in cui alcuni uomini si rivolgono alle donne, dando spiegazioni non richieste anche in ambiti nei quali la donna in questione è più titolata o più competente dell'uomo stesso. Per esempio, un uomo che spiega un principio fisico ad una astronauta, o un uomo che spiega la trama di un libro ad una donna, autrice lei stessa del libro, non potendo immaginare che quel libro tanto famoso lo abbia scritto proprio lei (sì, è successo davvero). 

Questo fenomeno affonda le proprie radici nelle dinamiche di potere, e può essere particolarmente dannoso laddove queste dinamiche di potere sono istituzionalizzate, ovvero per esempio in ambito lavorativo, dove ad agirlo può essere un collega o un superiore. Secondo Graziella Priulla, sociologa della comunicazione, può essere definito come una forma di sessismo benevolo. 

Ovviamente non sono sempre e solo gli uomini a fare mansplaining nei confronti delle donne: per questo negli Stati Uniti si è cominciato a parlare anche di “whitesplaining“, quando un bianco, uomo o donna che sia, spiega qualcosa a un nero con lo stesso atteggiamento paternalistico e arrogante, anche se velato da una certa condiscendenza. Capita anche che il comportamento da mansplainer sia tenuto da persone di una certa età verso persone più giovani, anche colleghi di lavoro.

Nella scorsa puntata di Frequenze Sui Generis abbiamo cercato di capire meglio di cosa si tratta, chiedendoci come nasca questa dinamica sociale e come sia possibile rispondervi. lo abbiamo fatto partendo dai racconti di alcune ascoltatrici, per poi rivolgere le nostre domande alla sociologa della comunicazione Graziela Priulla. Il tutto sulle note di Peggy Lee. 

Ascolta il podcast

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]