Radio Città Fujiko»Notizie

Letta nel cratere, i comitati: "Non è tutto risolto"

La visita del premier nelle zone colpite dal terremoto.


di redazione
Categorie: Politica, Società
20130530_letta109234.jpg

Gli attivisti del comitato Sisma.12 accolgono il premier rivolgendogli domande sugli aiuti per i terremotati. Letta si è fermato a parlare con loro e promette un decreto ad hoc. Tra i punti irrisolti la fiscalità di vantaggio e le ambiguità del finanziamento per la ricostruzione.

La visita del premier Enrico Letta nelle zone colpite dal terremoto dell'anno scorso non è stata una passerella politica, come tante se ne sono viste dal 20 maggio 2012. Ad attendere il premier, infatti, c'erano anche attivisti dei comitati di terremotati che dall'anno scorso si battono perché lo Stato si impegni concretamente nella ricostruzione.
Una quarantina di persone del comitato Sisma.12 si sono ritrovate in presidio davanti all'azienda biomedicale Sorin ed hanno scandito frasi che manifestavano il loro disagio.
Letta si è fermato una decina di minuti con loro ed ha risposto ad alcune delle tante domande che gli sono state rivolte. Tra i temi, quello della fiscalità di vantaggio che lo Stato non ha avuto il coraggio di applicare nelle zone colpite dal sisma e il sistema complesso del contributo per la ricostruzione, che non offre sufficienti garanzie a chi ha perso la casa nei confronti delle bance.

"Non è stata una contestazione al premier - ci racconta Silvia Pizzalis, ricercatrice che sta realizzando un'indagine sul terremoto - I comitati riconoscono che il governo si è insediato da poco e non ha responsabilità nella situazione attuale". Quello che i terremotati non vogliono, però, è che passi il messaggio che in Emilia tutto va bene e la ricostruzione è partita.
Il premier ha preso l'impegno di emanare un decreto ad hoc che regolamenti meglio la ricostruzione. Il provvedimento dovrebbe essere varato in un paio di giorni.
Sabato prossimo, intanto, l'unione dei comitati nati in seguito al terremoto si ritroverà a Cavezzo per fare il punto della situazione.


Ascolta la corrispondenza di Silvia Pizzalis

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]