Radio Città Fujiko»Notizie

Legge di stabilità, "Senza coraggio e senza rilancio"

Così Grazia Naletto, portavoce della campagna Sbilanciamoci.


di Francesco Ditaranto
Categorie: Politica, Economia
Sbilanciamoci_400x400.jpg

Durissime le critiche da ogni parte alla legge di stabilità che a breve dovrà essere approvata alle Camere. Manca il coraggio nel rilanciare l'occupazione e mancano le risorse. E l'eventuale aumento dell'Iva colpirà la classe media, già distrutta da 6 anni di profonda crisi.

Nonostante gli annunci del premier Renzi, i provvedimenti contenuti nella legge di stabilità, un tempo nota come legge finanziaria, deludono le attese. Sembra arrivata la resa dei conti, dopo gli annunci sprezzanti e le promesse di crescita.

Nei fatti la manovra taglia e non rilancia. Basti pensare, ma è solo un esempio, alla vera doccia fredda che colpirà il fondo per la non autosufficienza. Se quest'estate anche Renzi ha partecipato alla doccia gelata contro la SLA (il colpo di teatro sembra essere il suo forte), la vera doccia gelata l'ha riservata ai malati non autosufficienti, che si vedranno decurtare di 100 milioni di euro il fondo a loro destinato.

Ma non è soltanto su questo punto che si concentrano le perplessità dei più. E' tutto l'impianto di una manovra che doveva essere di rottura e rilancio, e invece destina pochi spiccioli alla crescita a essere sotto accusa. Nonostante i proclami, anche in questa manovra si fa ricorso all'aumento dell'IVA al 25% con la formula della clausola di salvaguardia, cosa che "colpirà come al solito le classi medie, che già hanno pagato ampliamente il peso della crisi" dice Grazia Naletto, portavoce della campagna Sbilanciamoci. Più in generale "manca un piano di rilancio dell'economia, manca un piano industriale" afferma Naletto, che reclama, invece, investimenti nella green economy e nella messa in sicurezza del territorio "l'unico modo per rilanciare l'economia e creare posti di lavoro."

Sembra svanito, insomma, a sentire Naletto, il coraggio mostrato da Renzi quando affermava di voler battere i pugni sul tavolo a Bruxelles per rilanciare la crescita.


ascolta l'intervista a Grazia Naletto

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]