Radio Città Fujiko»LastMinute

Lastminute week end 9/10 febbraio

Lastminute, la rubrica quotidiana di Radio Città Fujiko dedicata agli appuntamenti musicali, culturali e cinematografici della città


di redazione musicale
last minute definitivo.JPG

In onda da lunedì a venerdì dalle 18.40 e il sabato alle 12.50 per un costante aggiornamento sugli eventi previsti a Bologna. 

Gli appuntamenti da non perdere, previsti per sabato 9 e domenica 10 febbraio:


Sabato 9 Febbraio

Musica

Candy Bar (Via del Pratello, 96/e) - Dalle 23.00 ATMOSPHEREla serata dedicata alla dark wave/’80 e a tutti quei gruppi che in qualche modo si sono ispirati alla musica di quel periodo. Ingresso gratuito.

Lab16 (Via Zamboni 16/D) - A partire dalle 22.00 il live degli AURA, e a seguire Dj Set con l'happy music di Pasca Dj.

Bardamù (Via Roma 12 Calderara di Reno)ore 22.30 concerto di Conny Ochs, cantautore attivissimo e conosciuto nel panorama artistico tedesco grazie alla poliedricità della sua carriera di musicista e illustratore, apprezzato per la versatilità della sua voce, la teatralità della sua espressione, il tocco fuoriclasse delle sue dita sulla chitarra e la profondità dei suoi testi.

Estragon Club  - A partire dalle 22.30 Live di PIOTTA, ingresso 10€, A seguire Fujiko Night con Mingo Dj.

Locomotiv Club (Via Sebastiano Serlio 25/2) - A partire dalle 21.30 XIU XIU + EUGENE ROBINSON live (indie), in apertura NINA DAVIS djset (Indie Rock, Electroswing). A seguire il live NINA DAVIS, PROTOPAPA djset (Electrofunk, Balearic) + guests. Apertura porte ore 21:30, inizio live ore 22:30. Ingresso 10€ con tessera AICS obbligatoria (8€).

Covo Club (Viale Zagabria 1) - A partire dalle 22.00 serata COOL BRITANNIA - Brit Pop&Manchester Sound. Live show by THE DOORMEN (ITA - indie) e a seguire dj set by WFL + MARTIN DUFFY from PRIMAL SCREAM/FELT. Ingresso 10€ con tessera gratuita entro mezzanotte, dopo 10€ + 5€ tessera.

Caos Club (Via Zanardi 84/3)Undergound Metal Alliance presenta la 3° tappa di U.M.A. FEST -  Il primo festival italiano itinerante dedicato al Metal Underground. Sul palco a partire dalle 21.00 RED SKY, EX CINERE RESURGO, ETERNITY STANDS STILL, EVA CAN'T, RELIC. Dopo il live, da 00.00 After Show HardRock/Metal Dj set by Ephesian Zap. Ingresso 5€ con tessera "ENTE NAZIONALE" (valida anche tessera V). Costo tessera 5€.

Arterìa (Vicolo Broglio 1/E) - Dalle 22.00 release party del nuovo album di Suz "One is a crowd". All'interno della serata verrà presentato, in anteprima, il videoclip del brano omonimo realizzato dal collettivo bolognese Undervilla Productions. Ingresso 5€.

Sottotetto Sound Club (Via Viadagola 16) - A partire dalle 23.00 Mad Night: Tutti pazzi per una sera. Appassionati e non, vi aspetta una serata frenetica a colpi di big tune e mixaggi divini. Sul palco, ospiti di Labo sound, Mad Mike e Mad Kid garantiscono ai presenti il loro juggling e incantevoli selezioni. Prima e dopo Labo sound - The dancehall lovers. Ladies free fino alle 24, poi e per gli uomini 5€ con tessera obbligatoria.

Freakout Club (Via Emilio Zago 7/c) - Dalle 22.00 live SMEGMA TRIO + MIOTIC + EL KARMASO. Ingresso 5€ con tessera AICS obbligatoria.

Chet's Club (Via Polese 7/a) - Dalle 21 live dei 12ore (Francesco Santoro + Francesco Ferrara), duo di musica d'autore con ospiti vari. Free entry.

TPO  (Via Casarini 17/5)- Dalle 22.00 Le FREAK c'est CHIC con Freak Antoni Band. Il nuovo progetto musicale di Freak Antoni (storico paroliere e cantante degli Skiantos) che per l’occasione presenterà l’album di debutto “Dinamismi plastici”. Dopo il concerto a far ballare le maschere ci penseranno due sound di tutto rispetto della scena trash bolognese: i Latrina Tremens e PARENTE DIGGEI.

Ingresso: 5 euro - Travestimento obbligatorio!

Eventi

Libreria Trame (Via Goito 3/C) - Alle ore 18.00 presentazione aperitivo del libro di Sacha Rosel "Fiori nell'ombra" (edizioni Demian). L'autrice ne parlerà con Serena Todaro. Gli attori Matteo Cotugno e Anna Rita Fiorentini leggeranno brani tratti dal libro. La trama: su invito dell’enigmatica mecenate Huang, quattro artisti cinesi in crisi creativa raggiungono la sua dimora per ritrovare l’ispirazione perduta. Ciascuno di essi dovrà narrare delle storie, con l’unico vincolo di incentrarle su un fiore ogni volta diverso, per giungere infine alla perfezione del Fiore Assoluto. Con grande sgomento degli ospiti, però, dalle loro voci sgorgheranno novelle simili a creature inquietanti, quasi fossero dotate di vita propria, come se il giardino che circonda la casa invadesse le loro anime. Storie in bilico tra il fantastico e il sovrannaturale nelle quali, come spesso avviene nelle leggende cinesi, il confine fra realtà e illusione produrrà un continuo scarto fra ciò che crediamo essere la verità dei personaggi e ciò che serpeggia nell’ombra, al di là della superficie.

Libreria delle Donne (Via del Piombo 5)- Dalle 10.30 alle 17.30 si terrà l'incontro nazionale  DONNE, VITE, POLITICA: COSA CAMBIA? A Bologna, come in altri luoghi del nostro paese, l’esperienza di Paestum, le sue modalità di presa di parola e di ascolto proprie alla pratica femminista e arricchite da segni dei cambiamenti in atto, hanno riacceso il desiderio di un confronto aperto a ogni singola e gruppo che lo vogliano per affermare nel presente la forza e la volontà di trasformazione diffuse delle donne. É nata così una sede di scambio che intende contribuire a dare continuità e forma alle istanze e alle posizioni che emergono nello spazio pubblico ad opera di donne. Vi invitiamo per questo ad un incontro nazionale che discuta il nesso tra forme di vita e forme di politica oggi e, in particolare, il nesso tra il “primum vivere” e la scelta di tante, in questi giorni, di misurarsi con l’esperienza della rappresentanza nella prossima scadenza elettorale.

Elastico (Vicolo de' Facchini 2/A) - Dalle 19.00, RUMORAMA - LA COMPILATION A COLORI. Illustrazione e musica. E poi, ancora, un libro a tiratura limitata, una mostra itinerante, dj-set dedicati, per un evento-oggetto autoprodotto che va a sua volta a supportare la scena indipendente italiana.Tutto questo è Rumorama, la compilation a colori che coinvolge 13 illustratori e 13 band. Il risultato è un LP illustrato in 250 copie e una mostra di tavole originali, in diverse città italiane. In mostra le tavole originali.



Teatro

Teatro Arena del Sole (Via dell'Indipendenza 44) 

  • (Dall'8 al 10 Febbraio), I fratelli Karamazov, dal romanzo di Fëdor Michailovič Dostoevskij, drammaturgia Roberta Arcelloni e Guido De Monticelli, regia Guido De Monticelli, con le compagnie del Teatro Stabile della Sardegna e del Teatro Metastasio Stabile della Toscana. Il regista Guido De Monticelli mette in scena in forma di dramma I fratelli Karamazov, ultimo romanzo di Fëdor Dostoevskij, pubblicato a puntate nel 1879, dove il tema del male e dell'esistenza di Dio si fanno rovente dibattito sul palcoscenico. L'incontro fra i tre fratelli – l'evangelico Alesa, il passionale Dimitrij e il tormentato e raziocinate Ivan – avviene sullo sfondo di un terribile delitto: l'uccisione del padre, figura buffonesca e filistea. Intorno ai fratelli e alla torbida e divorante azione in cui sono implicati, si dibatte una miriade di creature, intrappolate nell'eterna lotta fra il bene e il male. Ma in Alesa si incarnano il sogno e il presagio che il regno di Cristo si instaurerà sulla terra e l'amore universale vincerà il dolore. (Per info e costi cliccare qui ).
  • Progetto Verdi 200 -  “Cartellone Verdi 200 digitale" - alle ore 20, nella Sala InterAction diretta streaming del Macbeth di Verdi, con la regia di Bob Wilson, in scena al Teatro Comunale di Bologna.

Teatro Duse - (Dal 8 Febbraio al 10 Febbraio), Buonanotte mamma, di Marsha Norman, con Ariella Reggio e Marcela Serli, scene di Maria Spazzi, regia Serena Sinigaglia. Un dialogo struggente tra una madre ed una figlia, un testo intenso e toccante, con cui si sono misurate grandi interpeti del cinema e del teatro (Kathy Bates e Anne Bancroft, e in Italia Lina Volonghi e Giulia Lazzarini). Grande prova della drammaturga americana Marsha Norman, testo vincitore del Premio Pulitzer nel 1984. (Per info e costi cliccare qui ).

Teatro delle Celebrazioni (Via Saragozza 234) - Alle 21.00 ROSTOV STATE BALLET in ROMEO E GIULIETTA, Musiche di Tchaikovsky, Direzione Artistica, Alexei Fadeechev.Fondato nel 1999 sulle basi del più antico teatro di commedia musicale del sud della Russia, il Rostov State Opera Ballet, con sede a Rostov-sul-Don, rappresenta attualmente il più importante fulcro culturale della Russia meridionale. Il Rostov State Opera Ballet ha visto il suo consolidamento e la rapida crescita sotto la direzione di Viatcheslav Kushchev che, nel 1999 decide di istituire ufficialmente un’orchestra di 100 elementi, un coro, una compagnia d’opera ed un centro di formazione per la danza “Rostov Regional State School of Arts”.  (Per info e costi cliccare qui ).

Teatro Europauditorium (Piazza della Costituzione) - Il 9 e il 10 febbraio sul palco UNA VITA DA STREGA. Nausicaa e Pragma presentano lo spettacolo in esclusiva regionale, con Bianca Guaccero e Francesco Venditti. Di Andrea Taddei e Armando Pugliese. Una divertente commedia musicale, un nuovo progetto nato dai produttori di Aladin, il musical. L'ntreccio è il tipico della commedia degli equivoci a più personaggi, dove lei Bianca Guaccero è Samantha, una strega caduta dal cielo, che deve redimersi da qualche errore del passato, causato dal suo temperamento. Divisa tra due mondi si rapporta con un uomo, invece molto terreno. Lui, Francesco Venditti, figlio d'arte, è un divertente misogino che riscoprirà la vita con la crescita del rapporto con lei. Una metafora divertente sul rapporto tra un uomo e una donna, alle prese con la diversità e gli scherzi di uno strano e bizzarro destino, tra esilaranti battute e colpi di scena. La storia s’ispira liberamente alla Sit-Com degli anni ’70, tessendo l’ideale antefatto del “come si sono conosciuti”, ma in generale prende spunto da un filone fortunato del rapporto di un uomo normale con una donna un po’ speciale come Mary Poppins e Tutti insieme appassionatamente.  (Per info e costi cliccare qui ).

Cinema

Cinema Lumière (Via Azzo Gardino 65)

  • Biblioteca Renzo Renzi
- Ore 10.00: A CARNEVALE OGNI TRUCCO VALE. Scomparire e riapparire, travestendosi da personaggio del cinema, non sarà più impossibile. I ragazzi sperimenteranno e giocheranno con il cinema a trucchi, realizzando un simpatico filmato di Carnevale. Costo: € 8,00 a bambino (massimo di 20 partecipanti). (Per info e prenotazioni cliccare qui).
  • Sala Officinema/Mastroianni

- Ore 16.00: I CORTI DEL FESTIVAL KROK. Il Festival Internazionale d'Animazione Krok ogni anno mostra e premia film da tutto il mondo a bordo di una nave in una sorta di crociera lungo i grandi fiumi che attraversano l'Ucraina e la Russia. Il Krok approda per la prima volta in Italia con una selezione di corti d'autore dell'animazione russa. PROIEZIONI: Il piccolo guanto (Varežka, Urss/1967) di Roman Kačanov (10') / Ai confini del mondo (Au bout du monde, Francia/1998) di Konstantin Bronzit (8') / Žicharka (Oleg Užinov, Russia/2007, 13') / Il mio strano nonno (Moj strannyj deduška, Russia/2011) di Dina Velikovskaja (9') / Fiocco di neve (Snežinka, Russia/2012) di Natal'ja Černyševa (6') / Log Jam (Russia/2007-2009) di Aleksej Alekseev (5') / Ninne nanne dal mondo (Kolybel'nye mira, Russia/2006-2012) di Liza Skvorcova (9'). Programma a cura di Eugenia Gaglianone. Animazione. Dai 6 anni in su. (Per ulteriori info cliccare qui ).

- Ore 18.15: NADEA E SVETA (Italia/2012) di Maura Delpero (62'). Due donne moldave, a Bologna, oggi. La più giovane vive facendo lavori di pulizia, la più matura assiste una vecchia signora. Vite che trascorrono in luoghi non ostili, ma il cuore è altrove: come i figli, il senso dell'esistenza, il progetto d'un nuovo inizio. Tutto è autentico, le facce, le storie, il paesaggio urbano e umano (girato tra Bologna e la Moldavia), ma nel film lievita una così nitida tensione narrativa che diventa difficile (e ancor più inutile) stabilire se il territorio nel quale ci muoviamo sia documentario o fiction. Vincitore al Festival di Torino del Premio Cipputi, Nadea e Sveta sa raccontare come "nei dettagli faticosi delle loro giornate (l'accudimento, la panchina, la balera, la telefonata) c'è una luce: infinitamente più forte che in tanto nostro privilegio nevrotico" (dalla motivazione della giuria del Cipputi, Antonio Albanese, Michele Serra e Altan). Con particolare convinzione vi invitiamo dunque a non perdere uno dei film italiani più notevoli dell'anno. (Per ulteriori info cliccare qui ).

- Ore 20.00: proiezione di L'AVVENTURA (Italia/1960) di Michelangelo Antonioni (140') "Antonioni è il regista che più di altri, in Italia, si è interrogato sul significato della presenza della natura intorno all'uomo, e su come la natura diventa paesaggio nell'epoca della modernizzazione. Nei suoi film (pensiamo all'Avventura, del 1960) viene rappresentato un mondo ostile [...] L'immagine di una natura aggressiva, violenta, arcaica potrebbe sembrare anomala in opere cinematografiche degli anni Sessanta [...]. Eppure proprio questa attenzione verso la natura permette ad Antonioni di realizzare modalità narrative assolutamente originali e imprevedibili". (Marco Antonio Bazzocchi). (Per ulteriori info cliccare qui ).

- Ore 22.30BELLAS MARIPOSAS (Italia/2012) di Salvatore Mereu (100'). Le belle farfalle sono Cate e Luna, adolescenti che sbocciano e sfidano destini segnati e amano e nuotano in una periferia cagliaritana usurata e incolore, liquidazione insolitamente ferma di ogni iconografia turistica o arcaico-agreste. Tratto dal romanzo postumo di Sergio Atzeni (pubblicato nel 1996, condivide qualcosa, quanto a personaggi e sfondi, con il recente bestseller Acciaio di Silvia Avallone), prodotto da Gianluca Arcopinto e presentato a Venezia 2012, il film di Salvatore Mereu ha avuto un'accoglienza entusiasta in Sardegna ma ha dovuto poi affidarsi a una distribuzione nazionale 'autarchica'. Lo presentiamo in un 'doppio programma' dedicato al miglior cinema indipendente italiano, convinti che si tratti, come molti hanno scritto, di una delle "più belle sorprese" dell'anno. (Per ulteriori info cliccare qui ). 

  • Sala Scorsese

- Ore 15/18.15/21.30: proiezione di DJANGO UNCHAINED (USA/2012) di Quentin Tarantino (165'). (Per info sulle programmazioni cliccare qui ).

 

Domenica 10 febbraio


Eventi

Libreria Coop Zanichelli  (Piazza Galvani, 17/H)- Ore 17.00, Saggio chi legge, ciclo di letture ad alta voce e conversazioni con i soci della “Nuova Bottega dell’Elefante”. Cecilia Bertolani legge Sandor Ferenczi, Diario clinico (Raffaello Cortina). 

Palazzo Re Enzo (Piazza del Nettuno,1)-  Proseguono gli incontri della manifestazione Arte e scienza in piazza:

Ore 11.00, ENERGIA E UNIVERSO “Gloria: uno strumento per lo studio dei fenomeni più energetici dell’Universo” con Luciano Nicastro (IASF–INAF) “Energie prodotte dai buchi neri” con Massimo Cappi (IASF-INAF).

- Ore 15.00,  IL POSTO DELLA MENTE IN UN MONDO FISICO. Siamo tutti sicuri di avere una mente, così come siamo certi del nostro corpo. Ma come può un corpo, un’entità fisica dotata di proprietà elettriche, magnetiche o meccaniche, interagire con la mente, che intuitivamente sembra priva di simili proprietà? Il dualismo mente/corpo, descritto nella forma attuale da Cartesio, rimane tutt’oggi un tema cruciale della ricerca filosofica come di quella scientifica. Da un lato le ricerche delle neuroscienze, come quelle della robotica e dell’intelligenza artificiale, perseguono l’obiettivo di comprendere come un sistema di elementi elettrici, magnetici e meccanici possa soddisfare l’attribuzione di proprietà mentali. Dall’altro, la ricerca filosofica si chiede a quali condizioni le proprietà mentali possono essere realizzate in entità puramente fisiche. Incontro intervista con Simone Gozzano, filosofo della mente e collaboratore di Mente&Cervello. Modera Claudia Di Giorgio, giornalista scientifica.

- Ore.17.00 ENERGIA E MENTE, INNOVAZIONE E CREATIVITA’, “L’energia creativa del passato: storia, moda ed innovazione” con Maria Giuseppina Muzzarelli (Dipartimento di Storia Culture Civiltà, Università di Bologna), “Innovazione e creatività nell’architettura” con Fabrizio Ivan Apollonio (Dipartimento di Architettura, Università di Bologna), “Innovazione e creatività nel pensiero/nella cultura di appartenenza” con Pina Lalli (Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali, Università di Bologna) “Innovazione e creatività nel fare impresa” con Barbara Roda (Dipartimento di Chimica Ciamician, Università di Bologna). 

(Per ulteriori info cliccare qui)

Museo delle Cere Anatomiche "Luigi Cattaneo"  (Via Irnerio 48, Dipartimento di Scienze Biomediche e Neuromotorie) - Amazing Models, L''anatomia in modelli 3D tra il '700 e il '900. Progetto europeo tra arti e scienze mediche a cura di Bart Grob (Boerhaave Museum - Leiden), Luisa Leonardi (Università Alma Mater - Bologna), Sonia Horn (Medizinische Universitat - Vienna). Visite guidate alle ore 11.00 e alle 15.00. Fino al 24 Febbraio è possibile visitare anche la mostra Anatomia Profundae, mostra personale di PAu Golanò, a cura di Rebecca Russo. (Per ulteriori info clicca qui)



Teatro

Teatro Arena del Sole (Via dell'Indipendenza 44) (Dall'8 al 10 Febbraio), I fratelli Karamazov, dal romanzo di Fëdor Michailovič Dostoevskij, drammaturgia Roberta Arcelloni e Guido De Monticelli, regia Guido De Monticelli, con le compagnie del Teatro Stabile della Sardegna e del Teatro Metastasio Stabile della Toscana. Il regista Guido De Monticelli mette in scena in forma di dramma I fratelli Karamazov, ultimo romanzo di Fëdor Dostoevskij, pubblicato a puntate nel 1879, dove il tema del male e dell'esistenza di Dio si fanno rovente dibattito sul palcoscenico. L'incontro fra i tre fratelli – l'evangelico Alesa, il passionale Dimitrij e il tormentato e raziocinate Ivan – avviene sullo sfondo di un terribile delitto: l'uccisione del padre, figura buffonesca e filistea. Intorno ai fratelli e alla torbida e divorante azione in cui sono implicati, si dibatte una miriade di creature, intrappolate nell'eterna lotta fra il bene e il male. Ma in Alesa si incarnano il sogno e il presagio che il regno di Cristo si instaurerà sulla terra e l'amore universale vincerà il dolore. (Per info e costi cliccare qui ).

Teatro ITC di San Lazzaro (Via Rimembranze 26, San Lazzaro di Savena) - Ore 21.00, Totò e Vicè, di Franco Scaldati, regia e interpretazione di Enzo Vetrano e Stefano Randisi. Enzo Vetrano e Stefano Randisi hanno all’attivo una collaborazione trentennale sul palcoscenico, nella scrittura e nella guida degli attori. La loro poetica vive quindi in una doppia identità, sovrapponibile e contraria, e in questa direzione hanno creato diversi spettacoli con due personaggi in scena che sono uno lo specchio dell’altro. Da qualche tempo si sono incontrati con Totò e Vicé, poetici clochard nati dalla fantasia di Franco Scaldati, poeta, attore e drammaturgo palermitano, e nelle loro parole, nei loro gesti, nei loro pensieri, nei loro giochi si sono subito ritrovati, traducendo e reinterpretando i loro dialoghi fantastici e le loro domande surreali. Con uno spettacolo che è soprattutto una bellissima prova d’attore, arrivano all’ITC Teatro due tra gli artisti più importanti del panorama italiano contemporaneo. (Per info e costi cliccare qui)

Teatro Duse (Via Cartoleria 42)- (Dall' 8 Febbraio al 10 Febbraio), Buonanotte mamma, di Marsha Norman, con Ariella Reggio e Marcela Serli, scene di Maria Spazzi, regia Serena Sinigaglia. Un dialogo struggente tra una madre ed una figlia, un testo intenso e toccante, con cui si sono misurate grandi interpeti del cinema e del teatro (Kathy Bates e Anne Bancroft, e in Italia Lina Volonghi e Giulia Lazzarini). Grande prova della drammaturga americana Marsha Norman, testo vincitore del Premio Pulitzer nel 1984. (Per info e costi cliccare qui ).

Teatro Europauditorium (Piazza della Costituzione) - Ore 16,30 sul palco UNA VITA DA STREGA. Nausicaa e Pragma presentano lo spettacolo in esclusiva regionale, con Bianca Guaccero e Francesco Venditti. Di Andrea Taddei e Armando Pugliese. Una divertente commedia musicale, un nuovo progetto nato dai produttori di Aladin, il musical. L'ntreccio è il tipico della commedia degli equivoci a più personaggi, dove lei Bianca Guaccero è Samantha, una strega caduta dal cielo, che deve redimersi da qualche errore del passato, causato dal suo temperamento. Divisa tra due mondi si rapporta con un uomo, invece molto terreno. Lui, Francesco Venditti, figlio d'arte, è un divertente misogino che riscoprirà la vita con la crescita del rapporto con lei. Una metafora divertente sul rapporto tra un uomo e una donna, alle prese con la diversità e gli scherzi di uno strano e bizzarro destino, tra esilaranti battute e colpi di scena. La storia s’ispira liberamente alla Sit-Com degli anni ’70, tessendo l’ideale antefatto del “come si sono conosciuti”, ma in generale prende spunto da un filone fortunato del rapporto di un uomo normale con una donna un po’ speciale come Mary Poppins e Tutti insieme appassionatamente.  (Per info e costi cliccare qui ).


Cinema

Cinema Lumière 

  • Sala Officinema/Mastroianni

- Ore 16.00: IL CANE E IL SUO GENERALE (Le Chien, le géneral et les oiseaux, Francia-Italia/2003) di Francis Nielsen (72'). Una deliziosa fiaba per bambini ideata da Tonino Guerra, che si avvale dei bellissimi disegni di Sergei Barkhin. Il Generale, un anziano signore ormai in pensione, vive le sue interminabili giornate nel tormento di aver commesso una cattiveria tanti anni prima: aver dato alle fiamme Mosca per fermare l'avanzata di Napoleone attraverso la Russia.

 (Per ulteriori info cliccare qui).

Ore 18.15NADEA E SVETA (Italia/2012) di Maura Delpero (62'). Due donne moldave, a Bologna, oggi. La più giovane vive facendo lavori di pulizia, la più matura assiste una vecchia signora. Vite che trascorrono in luoghi non ostili, ma il cuore è altrove: come i figli, il senso dell'esistenza, il progetto d'un nuovo inizio. Tutto è autentico, le facce, le storie, il paesaggio urbano e umano (girato tra Bologna e la Moldavia), ma nel film lievita una così nitida tensione narrativa che diventa difficile (e ancor più inutile) stabilire se il territorio nel quale ci muoviamo sia documentario o fiction. Vincitore al Festival di Torino del Premio Cipputi, Nadea e Sveta sa raccontare come "nei dettagli faticosi delle loro giornate (l'accudimento, la panchina, la balera, la telefonata) c'è una luce: infinitamente più forte che in tanto nostro privilegio nevrotico" (dalla motivazione della giuria del Cipputi, Antonio Albanese, Michele Serra e Altan). Con particolare convinzione vi invitiamo dunque a non perdere uno dei film italiani più notevoli dell'anno. (Per ulteriori info cliccare qui ).

Ore 19.45:BELLAS MARIPOSAS (Italia/2012) di Salvatore Mereu (100'). Le belle farfalle sono Cate e Luna, adolescenti che sbocciano e sfidano destini segnati e amano e nuotano in una periferia cagliaritana usurata e incolore, liquidazione insolitamente ferma di ogni iconografia turistica o arcaico-agreste. Tratto dal romanzo postumo di Sergio Atzeni (pubblicato nel 1996, condivide qualcosa, quanto a personaggi e sfondi, con il recente bestseller Acciaio di Silvia Avallone), prodotto da Gianluca Arcopinto e presentato a Venezia 2012, il film di Salvatore Mereu ha avuto un'accoglienza entusiasta in Sardegna ma ha dovuto poi affidarsi a una distribuzione nazionale 'autarchica'. Lo presentiamo in un 'doppio programma' dedicato al miglior cinema indipendente italiano, convinti che si tratti, come molti hanno scritto, di una delle "più belle sorprese" dell'anno.(Per ulteriori info cliccare qui)

Ore 22.30: MAMMA ROMA (Italia/1962) di Pier Paolo Pasolini (105') segue LA RICOTTA (Italia/1963) di Pier Paolo Pasolini (35'). Dietro la tragedia di madre e figlio in Mamma Roma e il calvario della comparsa Stracci in La ricotta, la trasformazione di un paese che sta perdendo e corrompendo i suoi caratteri originari. "Accattone,Mamma RomaLa ricotta: questi tre primi film non sono solo tre racconti tragici di gente umile, destinata a incarnare con la morte la figura di un nuovo Cristo, ma sono anche l'esplorazione visiva di una città colta dal suo centro alle sue nuove periferie, dove le modalità di abitazione stanno modellando le abitudini di vita" . (Per ulteriori info cliccare qui)


Sala Scorsese

Ore 15/18.15/21.30: proiezione di DJANGO UNCHAINED (USA/2012) di Quentin Tarantino (165').Arriva al Lumière uno dei film più attesi della stagione: l'ultimo di un regista cult capace a ogni nuova uscita di far entrare in fibrillazione critici e fan. Quentin Tarantino, dopo il capolavoro Inglorious Basterds, guarda di nuovo al cinema italiano di genere. L'ispirazione questa volta è il pisto lero vendicatore Django, icona dello spaghetti western immortalata da Sergio Corbucci nel volto di Franco Nero. Il tutto ovviamente ampiamente rivisto e corretto in salsa tarantiniana con un super cast composto, tra gli altri, da Jamie Foxx, Leonardo Di Caprio, Christoph Waltz, Samuel L. Jackson. Che potremo apprezzare con le loro vere voci sottotitolate in italiano. (Per info sulle programmazioni cliccare qui ).

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]