Radio Città Fujiko»LastMinute

Lastminute week end 23/24 marzo

Lastminute, la rubrica quotidiana di Radio Città Fujiko dedicata agli appuntamenti musicali, culturali e cinematografici della città


di redazione musicale
LastMinute_livebo.jpg

In onda da lunedì a venerdì dalle 18.40 e il sabato alle 12.50 per un costante aggiornamento sugli eventi previsti a Bologna. 

Last Minute è realizzato in collaborazione con LiveBo.it, il nuovo portale di eventi e cultura a Bologna. 

Gli appuntamenti da non perdere, previsti per sabato 23 e domenica 24 marzo:

Sabato 23 Marzo


Musica

Estragon Club (Via Stalingrado, 83) - Dalle 21.30 live di GIOVANNI LINDO FERRETTI (rock punk folk, 15€). Nel nuovo spettacolo, lasciando da parte il ruolo di narratore che lo ha contraddistinto negli ultimi anni, Giovanni Lindo torna a raccontarsi esclusivamente con le canzoni: brani dagli anni ottanta ad oggi, trent’anni di repertorio, a partire dai CCCP Fedeli alla Linea, passando attraverso C.S.I. e P.G.R. fino ad arrivare agli ultimi progetti solisti. A seguire Dj set con MINGO Dj. 

Covo Club  (Viale Zagabria 1) - GOOD VIBRATIONS: from The Beatles to The Beatles presenta live show di MISS CHAIN & BROKEN HEELS (ITA – indie – Tre Accordi Records) WILDMEN. A seguire dj set solo vinile: entro mezzanotte: 8 euro + tessera gratuita, dopo mezzanotte: 7 euro (5 in riduzione) + 5 euro tessera.

Zona Roveri (Via dell'Incisore, 2)- Dalle 21.00 grande ritorno in Italia di SAINT VITUS, la formazione a stelle e a strisce che ha scritto negli anni i capitoli più importanti della storia del doom metal mondiale. La band guidata da Scott “Wino” Weinrich ha, nel 2012, pubblicato il nuovo album intitolato “Lillie: F-65″ e, dopo il tour americano, farà tappa in Europa. SAINT VITUS, coi loro riff mastodontici e possenti, toccheranno l’Italia nel mese di marzo a Bologna. Special guest: Mos Generator. Ingresso 24€ con tessera Arci obbligatoria.

Caos Rock Club (Via Zanardi 84/3) - A partire dalle 22.00 live dei WONDERSONIC (Oasis Tribute Band). 

BeTiVoglio Club  (Piazza Verdi, 2) Bologna Swing Dance Society presents Swing’in’BO. La Parigi di Toulouse Lautrec, i caffè chantant, le sale da thé, i piccoli teatri. L’aria sognante, i foyer segreti nell’era del Proibizionismo che ha dato luce a una Jazz Age sfrenata e liberatoria. Swing’in’BO ripercorre quegli anni aprendo le porte a musicisti e danzatori professionisti, non semplici amatori di quelle epoche ma vere macchine del tempo incastonate nella nostra modernità. Dalle 20.00 cena, live di Whiskey Gipsy Band e Paolo Tomelleri Quintet with Lara Luppi, e a seguire dj set swing. Ingresso 25€ fino alle 22.00, dopo 16€.

Locomotiv Club (Via Sebastano Serlio, 25/2 ) - Dalle 21.30 RED BULL MUSIC ACADEMY Fuoriclasse Tour con live di MALA IN CUBA + MACRO MARCO. In apertura SUBDUAL (Bum Music Dept.) e in chiusura: KAPPASAUR (Bum Music Dept.). Ingresso 12€ con tessera Arci obbligatoria.

Arterìa (Vicolo Broglio 1/E) - INTO THE GROOVE feat. DOWNTOWNBASH Main Event presentano dalle 22.00 live di KETTY PASSA & TOXIC TUNA (funky-pop). La band milanese, prossima all’uscita con il nuovo album #cantakettypassa suonerà live i brani che vanno a comporre il nuovo disco, undici brani dall’atmosfera pop con venature ska e reggae, una vera delizia per i palati attenti alla nuova scena musicale italiana. L’album vanta importanti collaborazioni tra cui Ferdi, batterista dei Casino Royale, KG Man, Max Zanotti ex leader dei Deasonika e Olly Riva, cantante degli Shandon e produttore artistico del disco. A seguire Reggae-HipHop-R’n’B  DanceHall Night con MADKID & WICKED A + special guest TAYONE. In sala B Zeta – Guenda – Kyna.

Bravo Caffè  (Via Mascarella, 1) - dal vivo BRUSHA'S CLUB FUNKALLERO!

Cantina Bentivogli (Via Mascarella 4/b) - BORDER LIVE SNAPPY JAZZ AT WEEKEND presenta il live di  SUGAR PIE & THE CANDYMEN.

Link Associated  (Via Fantoni, 21) - Dalle 23.00 arriva in esclusiva italiana al Link, la notte più longeval del Panorama Bar: GET PERLONIZED!!! SAMMY DEE & ZIP @ LINK!!! Ingresso 15€ con tessera obbligatoria.

Candy Bar (Via del Pratello, 96/e) - Dalle 23.00 “Atmosphere”, la serata del Candybar dedicata alla dark wave/’80 e a tutti quei gruppi che in qualche modo si sono ispirati alla musica di quel periodo.

bardamù (Via Roma, 12/a - Calderara di Reno) - Dalle ore 22.30 concerto di Radio Days, la risposta in Italia alla perfezione pura del Powerpop, un mix ideale tra il beatlesque e le melodie degli anni Sessanta e Settanta di energia punk. 

Sottotetto Soundclub (Via Viadagola, 16) - Dalle 23.00 SpecialGuest from Jamaica Mr PERFECT Giddimani. Before & After Show: RmC- Dj Afghan- ChatterBox.

Laboratorio Crash (Via della Cooperazione, 10) - SKA FESTIVAL BOLOGNA presenta COMBAT ROCK FEST: a partire dalle 20.30 live di THE DAMNED (the 1st Uk punk rock band from London-Uk), Bull Brigade (street punk from Torino), The 80's (punk/Oi! from Rome), Uguaglianza (street punk from Savona) e Armàssd F.C.(rochenroll in Bulgnais). Aftershow djset by REVOLUTION ROCK (punk/rock/newave &more). Ingresso 15€.

Eventi

Libreria Trame (Via Goito 3)- Alle 11.30 presentazione aperitivo del libro di Antonella Zecchi “Raccontami di te” (edizioni Sovera). L’autrice ne parlerà con Grazia Fraccon.

Eight Cafè (Via delle Querce 1C - Anzola dell'Emilia) - Cena con gioco a quiz... Gioco interattivo dai 06 ai 90 anni. Divertimento garantito. Metti alla prova le tue capacità. Ricchi premi. Cena con prenotazione obbligatoria al 051 739835 o al 347 4537915.


Teatro

Teatro delle Celebrazioni (Via Saragozza 234) - Alle 21.00 ENZO IACCHETTI in "...STAVOLTA LE FIABE", con I FILARMONICI DI BUSSETO presentano LO SCHIACCIANOCI tratto dalla versione di A. Dumas e PIERINO IL LUPO. Uno spettacolo di trasognata comicità quello che vede come protagonista Enzo Iacchetti nei panni del narratore di favole: un viaggio fantastico e fantasioso in cui l’attore, accompagnato da un ensemble di musicisti straordinari, veste i panni dei personaggi di due delle più famose narrazioni per bambini della storia della letteratura e della musica, Lo Schiaccianoci e Pierino e il Lupo. Le note di Tchaikovskij e di Prokofiev accompagneranno il pubblico di adulti e bambini alla riscoperta della magia e del sogno.La voce e l’interpretazione di Enzo Iacchetti ridaranno così nuova vita al soldatino dello Schiaccianoci, al cacciatore, al nonno e allo stesso Pierino, attraverso la sua innata e innegabile verve. (Per info sulla programmazione e i costi cliccare qui)

Teatro delle Moline (Via delle Moline 1) -  Dal 20 al 24 marzo, alle 21.15, va in scena Barnum di e con Elena Bucci - al pianoforte Dimitri Sillato. Barnum è il circo nel quale viviamo e ci esibiamo, attraverso numeri studiati o improvvisati: la vertiginosa sequenza dei salti mortali che vanno dalla nascita all’adolescenza alla maturità, passando per le capriole dell’innamoramento e il passaggio nel cerchio di fuoco delle relazioni, la clownerie involontaria di fronte ai mutamenti veloci del nostro tempo, l’ammaestramento paziente di noi stessi per giungere a uno spettacolo di divertita e divertente armonia. Barnum è anche la dichiarazione d’amore di Elena Bucci, fondatrice assieme a Marco Sgrosso della compagnia Le belle bandiere, ai propri maestri, a tutto il mondo, nonché il luogo dove poter parlare compiutamente la propria lingua mista, fatta di parole, suoni inventati, canto e danza. (Per ulteriori info e costi cliccare qui ).

Teatro Dehon (Via Libia 59)- Dal 22 al 24 marzo, alle 21.00 va in scena il DON GIOVANNI di Molière, per la regia Alberto Di Stasio. Quest'opera di Molière suscitò un grande scandalo negli ambienti ecclesiastici, per i quali il Don Giovanni costituiva un'inaccettabile apologia del libertinismo. A ciò si aggiungeva la presenza di un personaggio come Sganarelle, il servitore, che appariva come un personaggio superstizioso oltre che irriverente (in particolare per la sua battuta finale in cui egli, di fronte al castigo del padrone non fa altro che reclamare la sua paga).(Per ulteriori info sulla programmazione e i costi cliccare qui)

I.T.C. Teatro di San Lazzaro(Via delle Rimembranze 26)- Alle 21.00 va in scena Soprattutto l'anguria di Armando Pirozzi, con Diego Sepe e Luca Zacchini, uno spettacolo di Massimiliano Civica. «Un padre cade in trance metapsichica irreversibile sotto un albero in India. Il figlio maggiore inizia un pellegrinaggio tra i suoi familiari per comunicare la notizia e decidere se è il caso di accollarsi le spese di spedizione del corpo del genitore congelato dentro un frigo. La madre, suora laica in una missione nel deserto, accoglie la notizia facendo il segno della croce sulla fronte del figlio, mentre la sorella, che vive in un igloo in una regione antartica, reagisce con un saltino e correndo a preparare una torta di mirtilli. Ma il destinatario vero del viaggio è il fratello minore dell’uomo, quello per cui la folle storia del padre è stata forse inventata. Nella casa in mezzo alla giungla di questo fratello inizia e termina la storia, una storia fatta di due uomini, uno che parla in continuazione e un altro che rimane sempre ostinatamente in silenzio. Perché non esistono due persone più diverse di due fratelli».Soprattutto l’anguria è il risultato finale dell’unione tra la regia di Massimiliano Civica (Premio Ubu 2008) e il testo, finalista del Premio Riccione 2009, di Armando Pirozzi. (Per info sulla programmazione e costi cliccare qui)

Teatro Manzoni (Via De' Monari 1)- Alle 21.00 va in scena Leonor Leal – Mosaicos. Leonor Leal, ballerina flamenca di fama internazionale, molto celebre nel mondo degli aficionados bolognesi per i seguitissimi stage da lei tenuti, si presenta con una produzione originale dal titolo Mosaicos. Con Mosaicos, gli artisti rinunciano a uno spettacolo continuo, dove i passi e i gesti non si sovrappongono ma non lasciano neanche spazio tra loro perché neanche il silenzio sia vuoto di intenzione. La minuziosa elaborazione dei dettagli pretende di far dimenticare, per pochi istanti, la visione d’insieme. Gli strumenti comunicano tra di loro incontrando lungo il cammino schemi inattesi che, a volte, trasformano il caos in armonia e transitano da un equilibrio ritmico fino alla destrutturazione, per salvarci dal prevedibile. Idea originale: Belén García. Sceneggiatura e produzione: Leonor Leal. (Per info sulla programmazione e i costi cliccare qui)


Cinema

Cinema Lumière (Via Azzo Gardino, 65)

  • Sala Officinema/Mastroianni

- Ore 14.30: OMBRE (Schatten,Germania/1923) di Arthur Robison (59'). Durante una cena di gala un illusionista allieta i convitati con dei giochi d'ombre. Quando dalle silhouette di carta decide di passare alle persone in carne e ossa la tragedia della gelosia divampa sanguinosa. In questo capolavoro espressionista ispirato dal pittore Albin Grau "la splendida fotografia di Fritz Arno Wagner che alterna luci ed ombre in un ellittico gioco di chiaroscuri, la stilizzata recitazione degli attori, il ritmo ieratico imposto dalla regia, creano come un balletto silente, una metaforica pantomima punteggiata dalle ombre proiettate sui muri". (Vittorio Martinelli). Accompagnamento al pianoforte di Daniele Furlati. (Per info sulla programmazione cliccare qui).

Ore 16.00: proiezione di PRINCIPESSA - STARRING MAJA (Svezia-Irlanda/2009) di Teresa Fabik (91'). Maja è una ragazzina dalla taglia extralarge che fatica a farsi accettare dai compagni di scuola ma che sogna di diventare attrice. L'incontro con Erika, filmaker a sua volta ambiziosa e insoddisfatta, offrirà a entrambe la possibilità di un riscatto. Pellicola ironica e commovente sulla difficoltà del crescere e dedicata "a tutti quelli che almeno una volta nella vita avrebbero voluto essere al centro dell'attenzione pur sapendo di essere sempre fuori posto" (Teresa Fabik). In collaborazione con Svenska Filminstitutet. (Per info sulle programmazioni cliccare qui ).

- Ore 18.00: PAROLE IN GIOCO - LORENZO ENQUIQUES (Italia/2012) di Luigi Faccini (52'). "Ero incuriosito da questo uomo, sapiente e distaccato, borghese e aristocratico a un tempo. Mi chiesi su quale zattera parentale avesse navigato i suoi mari. Gli chiesi che mi raccontasse la saga di cui era il distillato". Luigi Faccini costruisce, fra le mura sontuose della sua Xanadu nella maliosa Lucchesia collinare, il ritratto un fisico divenuto editore, dal 1978 responsabile delle opere di consultazione della Zanichelli. E con lui di una famiglia che tanta parte ha avuto nello sviluppo culturale della nostra città e dell'intero paese. (ac). Al termine incontro con Lorenzo Enriques e Luigi Faccini. In collaborazione con FICE Emilia-Romagna. (Per info sulle programmazioni cliccare qui ).

- Ore 20.15/22.15: RE DELLA TERRA SELVAGGIA (Beasts of the Southern Wild, USA/2012) di Benh Zeitlin (91'). Un piccolo film indipendente, opera prima di un regista trentenne, diventa un caso internazionale, ottenendo riconoscimenti a festival come Sundance e Cannes, oltre a quattro candidature nelle principali categorie dei prossimi Oscar. È imminente un uragano e sulla 'Grande Vasca', zona paludosa nel sud della Louisiana, incombe il pericolo di una inondazione. Camera in spalla, Zeitlin gioca la carta del realismo magico per raccontare la storia della piccola Hushpuppy, che vive con il padre malato in una baracca, immersa in una mistica e mai stucchevole armonia con la natura selvaggia e brutale che la circonda. L'uragano Katryna non è mai nominato ma è sempre presente. (Per ulteriori info cliccare qui).

  • Sala Scorsese

- Ore 16.15/18.00/20.15/22.30: GLI AMANTI PASSEGGERI (Los amantes pasajeros, Spagna/2013) di Pedro Almódovar (90'). E che siano di buon augurio i cammei delle star lanciate da Pedro Almodóvar, da Penélope Cruz ad Antonio Banderas, per Hugo Silva, Miguel Ángel Silvestre e Blanca Suárez, popolarissimi in patria e qui in cerca di un'affermazione di respiro europeo. Un Almodóvar che chiude tutti in un aereo, ribaltando i contorni di una tra le più classiche location 'catastrofiche', per un ritorno alla commedia in stile Donne sull'orlo di una crisi di nervi, dopo l'algido melodramma La pelle che abito. In collaborazione con Gender Bender. (Per ulteriori info cliccare qui).

  • Portico dei Servi

- Ore 16.00: LA BOLOGNA DI PASOLINI. Una passeggiata attraverso i luoghi della città che hanno avuto un significato particolare nella vita e nella formazione di Pasolini. Alcuni dei quali hanno ispirato i suoi versi e il suo cinema: dal Portico dei Servi, in cui girò alcune scene dell'Edipo Re alla Libreria Nanni sotto il cosiddetto Portico della Morte ("il più bel ricordo di Bologna"). Il tour si concluderà nell'attuale sede del Centro Studi - Archivio Pier Paolo Pasolini presso la Biblioteca Renzo Renzi della Cineteca. Il tour si concluderà nell'attuale sede del Centro Studi - Archivio Pier Paolo Pasolini (nella piazzetta da poco intitolata proprio al poeta e regista) presso la Biblioteca Renzo Renzi della Cineteca in cui sono conservati i documenti originali relativi ai suoi film: foto di scena, sceneggiature, ritagli di stampa, e rari documenti video, di cui saranno mostrati alcuni estratti. (Per ulteriori info cliccare qui).

  (Per info sulle programmazioni cliccare qui).


Domenica 17 marzo

Musica

La Distilleria (Via della Birra, 21) - Dalle 20.00 live di JETTBLACK + SAINTSTRADE. A seguire dj set di DJ BOYLER.


Eventi

laFeltrinelli Librerie (Via Marilyn Monroe, 2 - Zona B) - Alle 15.00 PAOLO ROGGERO, IL DOG SITTER DEI VIP, l'esperto della trasmissione Bau Boys di Italia1 è tra i primi ad avere trasformato la passione per i cani in una vera professione. Nel libro La zampa sul cuore (Bradipolibri) racconta storie curiose, momenti divertenti e appassionanti vissuti con i cani e con i loro proprietari.

laFeltrinelli Librerie (Piazza Ravegnana, 1) - Alle ore 16.30 FAVOLE SOTTOBRACCIO Un pomeriggio con la nuvoletta Pioggina e il topolino Sniffy, attraverso nove racconti brevi che, con il loro sorriso, ci fanno ritrovare un cuore ancora capace di essere bambino. Roberta Comin racconta ai piccoli lettori le sue Favole sottobraccio (Marcianum Press). Età consigliata: dai 5 anni.

Teatro

Teatro delle Moline  (Via delle Moline 1) -  Alle 16.00, va in scena Barnum di e con Elena Bucci - al pianoforte Dimitri Sillato. Barnum è il circo nel quale viviamo e ci esibiamo, attraverso numeri studiati o improvvisati: la vertiginosa sequenza dei salti mortali che vanno dalla nascita all’adolescenza alla maturità, passando per le capriole dell’innamoramento e il passaggio nel cerchio di fuoco delle relazioni, la clownerie involontaria di fronte ai mutamenti veloci del nostro tempo, l’ammaestramento paziente di noi stessi per giungere a uno spettacolo di divertita e divertente armonia. Barnum è anche la dichiarazione d’amore di Elena Bucci, fondatrice assieme a Marco Sgrosso della compagnia Le belle bandiere, ai propri maestri, a tutto il mondo, nonché il luogo dove poter parlare compiutamente la propria lingua mista, fatta di parole, suoni inventati, canto e danza. (Per ulteriori info e costi cliccare qui ).

Teatro Dehon (Via Libia, 59) - Alle 16.00 va in scena il DON GIOVANNI di Molière, per la regia Alberto Di Stasio. Quest'opera di Molière suscitò un grande scandalo negli ambienti ecclesiastici, per i quali il Don Giovanni costituiva un'inaccettabile apologia del libertinismo. A ciò si aggiungeva la presenza di un personaggio come Sganarelle, il servitore, che appariva come un personaggio superstizioso oltre che irriverente (in particolare per la sua battuta finale in cui egli, di fronte al castigo del padrone non fa altro che reclamare la sua paga).(Per ulteriori info sulla programmazione e i costi cliccare qui)

I.T.C. Teatro di San Lazzaro (Via delle Rimembranze 26)- Alle 16.00 va in scena Soprattutto l'anguria di Armando Pirozzi, con Diego Sepe e Luca Zacchini, uno spettacolo di Massimiliano Civica. «Un padre cade in trance metapsichica irreversibile sotto un albero in India. Il figlio maggiore inizia un pellegrinaggio tra i suoi familiari per comunicare la notizia e decidere se è il caso di accollarsi le spese di spedizione del corpo del genitore congelato dentro un frigo. La madre, suora laica in una missione nel deserto, accoglie la notizia facendo il segno della croce sulla fronte del figlio, mentre la sorella, che vive in un igloo in una regione antartica, reagisce con un saltino e correndo a preparare una torta di mirtilli. Ma il destinatario vero del viaggio è il fratello minore dell’uomo, quello per cui la folle storia del padre è stata forse inventata. Nella casa in mezzo alla giungla di questo fratello inizia e termina la storia, una storia fatta di due uomini, uno che parla in continuazione e un altro che rimane sempre ostinatamente in silenzio. Perché non esistono due persone più diverse di due fratelli».Soprattutto l’anguria è il risultato finale dell’unione tra la regia di Massimiliano Civica (Premio Ubu 2008) e il testo, finalista del Premio Riccione 2009, di Armando Pirozzi.  (Per info sulla programmazione e costi cliccare qui)

Teatro delle Celebrazioni (Via Saragozza 234) - Alle 16.00 ENZO IACCHETTI in "...STAVOLTA LE FIABE", con I FILARMONICI DI BUSSETO presentano LO SCHIACCIANOCI tratto dalla versione di A. Dumas e PIERINO IL LUPO. Uno spettacolo di trasognata comicità quello che vede come protagonista Enzo Iacchetti nei panni del narratore di favole: un viaggio fantastico e fantasioso in cui l’attore, accompagnato da un ensemble di musicisti straordinari, veste i panni dei personaggi di due delle più famose narrazioni per bambini della storia della letteratura e della musica, Lo Schiaccianoci e Pierino e il Lupo. Le note di Tchaikovskij e di Prokofiev accompagneranno il pubblico di adulti e bambini alla riscoperta della magia e del sogno.La voce e l’interpretazione di Enzo Iacchetti ridaranno così nuova vita al soldatino dello Schiaccianoci, al cacciatore, al nonno e allo stesso Pierino, attraverso la sua innata e innegabile verve. (Per info sulla programmazione e i costi cliccare qui)

Cinema

Cinema Lumière  (Via Azzo Gardino 65)

  • Sala Officinema/Mastroianni

- Ore 16.00: SELEZIONE DI CORTOMETRAGGI SVEDESI 

Astons Presenter (Svezia/2012) di Lotte e Uzi Geffenblad (9')

I Am Round (Svezia/2011) di Mario Adamson (14')

Spot and Splodge in the Snowstorm (Svezia/2008) di Lotte e Uzi Geffenblad (8')

Meatballs and Catching Anger (Svezia/2012) di Johan Hagelbäck (5')

The Missing Meatballs (Svezia/2011) di Johan Hagelbäck (5')

Trucks and Meatballs (Svezia/2011) di Johan Hagelbäck (5')

Anche il Cineclub per ragazzi rende omaggio alla Svezia, ospite d'onore del Bologna Children's Book Fair 2013, con un programma che raccoglie alcuni dei migliori corti d'animazione degli ultimi anni. Vedremo tre episodi firmati da Johan Hagelbäck di una celebre serie televisiva con protagonista una famiglia di polpette. Un personaggio tondo in un mondo dominato da quadrati è invece il protagonista di I Am Round, apologo sul rispetto di ogni diversità, mentre in Aston's Presents, un simpatico cagnolino spende il suo tempo impacchettando qualsiasi cosa trovi sulla sua strada in attesa del suo compleanno. Animazione. Per tutti. (Per info sulle programmazioni cliccare qui ).

- Ore 18.15/20.15: RE DELLA TERRA SELVAGGIA (Beasts of the Southern Wild, USA/2012) di Benh Zeitlin (91'). Un piccolo film indipendente, opera prima di un regista trentenne, diventa un caso internazionale, ottenendo riconoscimenti a festival come Sundance e Cannes, oltre a quattro candidature nelle principali categorie dei prossimi Oscar. È imminente un uragano e sulla 'Grande Vasca', zona paludosa nel sud della Louisiana, incombe il pericolo di una inondazione. Camera in spalla, Zeitlin gioca la carta del realismo magico per raccontare la storia della piccola Hushpuppy, che vive con il padre malato in una baracca, immersa in una mistica e mai stucchevole armonia con la natura selvaggia e brutale che la circonda. L'uragano Katryna non è mai nominato ma è sempre presente. (Per ulteriori info cliccare qui).

- Ore 22.00: TABOO - GOHATTO (Gohatto, Giappone/1999) di Nagisa Oshima (100'). Kyoto, per Oshima, è il luogo par excellence, evocatore di ricordi familiari, come egli ha mostrato nel magnifico Kyoto, My Mother's Place. Ma è anche il luogo in cui egli filma la folle storia di un samurai destinato a sconvolgere i rituali e gli schemi gerarchici della vita militare nipponica, nel 1865. Un magnifico angelo della morte, dall'aspetto androgino, attira l'attenzione dell'intera compagnia. C'è che si innamora perdutamente di lui. Chi ordisce assassinii. I suoi gesti sono secchi, quasi impalpabili, simili a quelli di un fantasma. Gohatto è tutto questo: la perfetta materializzazione del fantasma del desiderio. (rc) Al termine incontro con gli psicoterapeuti Fabio Bruno Chiara Zaniboni (Società Italiana di Psicodramma analitico). (Per info sulle programmazioni cliccare qui).

  • Sala Scorsese

- Ore 16.15/18.00/20.15/22.30: GLI AMANTI PASSEGGERI (Los amantes pasajeros, Spagna/2013) di Pedro Almódovar (90'). E che siano di buon augurio i cammei delle star lanciate da Pedro Almodóvar, da Penélope Cruz ad Antonio Banderas, per Hugo Silva, Miguel Ángel Silvestre e Blanca Suárez, popolarissimi in patria e qui in cerca di un'affermazione di respiro europeo. Un Almodóvar che chiude tutti in un aereo, ribaltando i contorni di una tra le più classiche location 'catastrofiche', per un ritorno alla commedia in stile Donne sull'orlo di una crisi di nervi, dopo l'algido melodramma La pelle che abito. In collaborazione con Gender Bender. (Per ulteriori info cliccare qui).

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]