Radio Città Fujiko»LastMinute

Lastminute week end 2/3 febbraio

Lastminute, la rubrica quotidiana di Radio Città Fujiko dedicata agli appuntamenti musicali, culturali e cinematografici della città


di redazione musicale
last minute definitivo.JPG

In onda da lunedì a venerdì dalle 18.40 e il sabato alle 12.50 per un costante aggiornamento sugli eventi previsti a Bologna. 

Gli appuntamenti da non perdere, previsti per sabato 2 e domenica 3 febbraio:


Sabato 2 Febbraio

Musica

Candy Bar (Via del Pratello, 96/e) - Dalle 22.00 SEDUTA WATER CLOSET, la serata dedicata alla musica spazzatura, weird e demenziale proposta da Mr Brenno & Friends con i suoi caldi vinili d'annata, una parabola alternativa che vi trasporterà fra musiche di serie b, dimenticate e singolari, geniali e ironiche dell'italica penisola dal dopoguerra ad oggi. 
 

Lab16 (Via Zamboni 16/D) - A partire dalle 22.00 il live dei Pulp Dogs e a seguire Dj Set con l'happy music di Pasca Dj.

Bardamù (Via Roma 12 Calderara di Reno) - alle ore 22.30 concerto rock acustico dei FAIRY TALES. 

Estragon Club  - A partire dalle 22.30 Live di MEG&COLAPESCE, ingresso 10€, A seguire Fujiko Night con Mingo Dj.

Locomotiv Club (Via Sebastiano Serlio 25/2) - A partire dalle 22 Notte Vidal SuperFUNK, con live degli HALFTONES e a seguire Dj ZETA & Dj FONZIE (set to dance) e FILOMENA GUZZO PicassoFunk stile performance. Ingresso 5 euro, con tessera AICS obbligatoria.

Covo Club (Viale Zagabria 1) - A partire dalle 22.00 serata GOOD VIBRATIONS special LET'S GO SURFIN', con Live di SWINGIN' NECKBRAKERS (USA - Garage Rock Heroes) e a seguire Only Vinyl Dj Set. Ingresso 10€ con tessera gratuita entro mezzanotte, dopo 7€ (5€ in riduzione) + 5€ tessera.

Arterìa (Vicolo Broglio 1/E) - Dalle 22 INTO THE GROOVE feat TAYONE presenta ALL IN ONE. Live & Dj Set CRAZY KID & LUKITO, DJ 5L & KEBAB FLAVA,MODER (hip hop – funk – soul – reggae – slave music). Ingresso gratuito.

Sottotetto Sound Club (Via Viadagola 16) - A partire dalle 23.00 Dj Set di Sir DAVID RODIGAN (reggae). Ingresso 8€ con tessera (5€).

Freakout Club (Via Emilio Zago 7/c) - Dalle 22.00 live THE MOJOMATICS (Garage) + THE SNOOKYS (garage punk) + KILL SPECTOR (Old Dirty Punk Rock).

Chet's Club (Via Polese 7/a) - Dalle 21 live dei THE BIDONS (Garage). Free entry.

Eventi

Palazzo Re Enzo (Piazza del Nettuno 1) - In occasione dell’VIII edizione di Arte e Scienza in Piazza, manifestazione di diffusione della cultura scientifica organizzata da Fondazione Marino Golinelli in collaborazione col Comune di Bologna. Nell’ambito della manifestazione, volevo segnalarle l'incontro COME LA PASSIONE DEGLI UOMINI PUO' LORO SOPRAVVIVERE E RADISCARSI NELLA COLLETTIVITA': IL RUOLO DELLE FONDAZIONI. La conferenza si terrà alle ore 18 e interverranno Francesca Pasinelli, direttore generale della Fondazione Telethon, Philip Rylands, direttore della Collezione Guggenheim, Franco Pannuti, fondatore della Fondazione ANT, Laura Olivetti, presidente Fondazione Adriano Olivetti, Antonio Calabrò, direttore Fondazione Pirelli, Andrea Zanotti, vicepresidente della Fondazione Marino Golinelli. 

Senza Filtro (Via Stalingrado 59) - A partire dalle 19.30 live di MACRAME' & MASSIMO TAGLIATA (Fisarmonicista, pianista ed arrangiatore). Ingresso libero, circolo soggetto a tesseramento. 

Libreria (Trame in via Goito 3/c- Alle 11.30 presentazione aperitivo del libro di Gianluca Antoni “Il peso specifico dell’Amore” (edizioni Italic). L'autore dialogherà con alcuni Anobiisti Anonimi.

SEMM music store (Via Gugliemo Oberdan 24F) - Dalle 19.30 inaugurazione del ciclo di eventi Sound&Vision, primo appuntamento con Massimo Pasca & JoyCut per la prima volta insieme daranno vita ad un evento unico che ci avvolgerà in un caleidoscopio di contaminazioni tra suoni e pittura.

Libreria delle Donne (Via San Felice 16/A) - Alle 16 presentazione del libro LA CIVILTA' DELLA DEA - VOLUME 1 di Marija Gimbuta. Non è sempre stato così. E oggi lo sappiamo anche grazie al lavoro di Marija Gimbutas, che ha riportato alla luce centinaia di statuette della Dea confermando che le prime manifestazioni del sacro in quella che definiamo preistoria assumevano quasi esclusivamente lineamenti femminili e che intorno al principio del femminile si organizzava il gruppo sociale. Pubblicato dopo il Linguaggio della Dea (1989), accurata analisi delle simbologie delle dee neolitiche e del loro culto, La civiltà della Dea (1991) è un libro appassionante che ci conduce agli albori delle nostre società in un accurato viaggio archeologico, in cui la Gimbutas riassume le ricerche di una vita e presenta in modo organico e strutturato l’ipotesi dell’“Antica Europa”, ovvero una civiltà più antica di quella sumera fiorita in terra europea fra il 6500 e il 3500 a.C. circa. Una civiltà pacifica, sedentaria, agricola, egualitaria, comunitaria, con grande amore per l’arte e la natura e una complessa vita rituale, probabilmente dotata di scrittura. Ci accompagnerà Mariagrazia Pelaia, traduttrice e curatrice del primo volume.

Teatro

Teatro Arena del Sole (Via dell'Indipendenza 44) - Dall'1 al 3 febbraio va in scena OPEN, uno show di Daniel Ezralow e Arabella Holzbog, con la DEConstructions Dance Company. Una produzione Bags Entertainement. (Per info e costi cliccare qui ).

Teatro ITC di San Lazzaro (Via Rimembranze 26, San Lazzaro di Savena) - Alle 21 AGOSTINO - TUTTI CONTRO TUTTI di Massimiliano Bruno, con Rolando Ravello. Musiche di Alessandro Mannarino e regia di Lorenzo Gioielli. "Agostino è un modo per trattare con leggerezza un tema per molte famiglie angosciante: la casa. Un operaio e la sua famiglia tornano all’appartamento che hanno faticosamente affittato, ma trovano la serratura cambiata e altre persone all’interno. Gli hanno occupato casa, o meglio gliel’hanno rubata. E a nulla valgono le rimostranze presso le autorità: da quel momento Agostino scopre che in realtà non aveva il diritto di abitare lì, che il padrone di casa non è il vero padrone di casa, che forse è un ente, forse è lo Stato, o chissà chi. Comunque sia, ormai l’appartamento è di chi se lo prende. Così, Agostino decide di riprenderselo a modo suo». (Per info e costi cliccare qui).

Teatro Duse (Via Cartoleria 42)- Dal 1 al 3 febbraio SE DEVI DIRE UNA BUGIA DILLA ANCORA PIU' GROSSA con Antonio Catania e Gianluca Ramazzotti. Un "piccolo imprevisto" rischia di trasformare in scandalo la scappatella dell'On. De Mitri. Ma mentire è la sua specialità! Una rete di bugie sempre più originali e fantasiose intrappolerà a poco a poco tutte le persone intorno a lui, scatenando situazioni e gag comiche esilaranti. (Per info e costi cliccare qui ). 

Teatro Dehon (Via Libia 59) Dal 1 al 3 Febbraio SONO FRED, DAL WHISKEY FACILE con Franz Campi e Barbara Giorgi. In Paradiso sta per cominciare uno spettacolo molto particolare. Si celebrano i cinquant'anni in cielo di Fred Buscaglione, insolito e geniale artista, tuttora ricordato e amato anche sulla Terra. A condurre c’è una cantante – attrice che, con l'aiuto di ottimi musicisti, ha il compito di ripercorrere i momenti più significativi della carriera e della vicenda umana di Buscaglione. (Per info e costi cliccare qui).

Teatro delle Celebrazioni (Via Saragozza 234) - Alle 20.45 Leonardo Manera in L'OTTIMISTA, per la regia di Marco Rampoldi. La trama: Ginevra,1759. E' l’anno di pubblicazione del Candido di Voltaire, subito condannato al macero dal Consiglio reggente della città. Condannato perché irriverente, goliardico, dissacratorio; dopo più di duecentocinquant’anni, ancora di straordinaria attualità. Irriverente e dissacratorio perché sbeffeggia gli abusi del potere, il fanatismo religioso, l’ottusità diffusa. Goliardico per il modo in cui centra l’obiettivo con una profonda leggerezza. L’ottimista”, scritto da Leonardo Manera, che interpreta e reinterpreta il racconto di Voltaire dando voce e vita ai personaggi che ne costituiscono il cuore narrativo, evidenzia gli elementi comici e grotteschi che fanno parte anche del nostro vivere di uomini e donne del ventunesimo secolo. Proponendo, infine, una possibile via per la felicità lontana da integralismi e dogmi di ogni tipo, senza pretendere che il nostro sia a tutti i costi il “migliore dei mondi possibili”. (Per info e costi cliccare qui ).


Cinema

Cinema Lumière 

  • Sala Officinema/Mastroianni

- Ore 16.00/22.15: FRANKENWEENIE (USA/2012) di Tim Burton (87'). Tim Burton ritorna alle origini: Frankenweenie, il suo corto del 1984 (distribuito in Italia solo nel 1993 insieme a Nightmare Before Christmas), rivive nel nuovo lungometraggio in bianco e nero realizzatoinstop motion. La storia è ancora quella del bambino Victor - novello Frankenstein appassionato di scienze - e del suo adorato cagnolino Sparky, investito da un'automobile e resuscitato. Parodia dei film tratti dal celebre romanzo di Mary Shelley, è una favola macabra e malinconica in puro stile burtoniano. (Per ulteriori info cliccare qui ).

- Ore 18.00:proiezione di LADRI DI BICICLETTE (Italia/1948) di Vittorio De Sica (92'). "Perché pescare avventure straordinarie quando ciò che passa sotto i nostri occhi e che succede ai più sprovveduti di noi è così pieno di una reale angoscia?" (Vittorio De Sica). Il quadro di miseria dell'Italia del dopoguerra condensato magistralmente nella storia di un attacchino cui viene rubata la bicicletta, unico mezzo di sostentamento per sé e la famiglia. Uno dei capolavori di De Sica e Zavattini che si ispira, con molte libertà, al romanzo omonimo di Luigi Bartolini. Oscar per il miglior film straniero. A seguire LA GENTE NON CI GUARDA (Italia/1948) di Glauco Pellegrini (14'). Dopo la Seconda guerra mondiale, il comune di Bologna organizzò iniziative di assistenza a ragazzi disadattati, attraverso la loro educazione e il loro reinserimento nella vita sociale. Fanno da cornice molti scorci della città ancora martoriata dai bombardamenti: dalla statua del Nettuno alla collina di Casaglia, fino alla periferia già dominata da anonimi palazzoni. (Per ulteriori info cliccare qui ).

- Ore 20.30: proiezione di BOUDOU SALVATO DALLE ACQUE (Boudu sauvé des eaux, Francia/1932) di Jean Renoir (90'). Un film dominato da un corpo, quello massiccio e lieve del geniale Michel Simon, alias il clochard Boudu, che ha la catastrofica vitalità di un bambino unita ad appetiti sessuali senza inibizioni. Salvato dalla morte per annegamento dal libraio Lestingois, borghese bon vivant, e ospitato nella sua casa accogliente sul Lungosenna, lo ricambia sconvolgendo il tranquillo corso della sua vita. Il suo rapporto con le cose e il loro valore, con le regole dell'educazione e della creanza, è ispirato alla più beata e animalesca indifferenza; il suo ambiente naturale sono le strade di Parigi filmate dal vero. Di lì a due anni, sul set diToni, Renoir avrebbe avuto come assistente il giovane Visconti. (Per ulteriori info cliccare qui ).

  • Sala Scorsese

- Ore 15/18.15/21.30: proiezione di DJANGO UNCHAINED (USA/2012) di Quentin Tarantino (165'). (Per info sulle programmazioni cliccare qui ).

 

Domenica 3 febbraio

Musica

Freakout Club (Via Emilio Zago 7/C) - Dalle 22.00 live di HEAD and THE HARES (60's garage) + ELECTRIC SHIELDS (garage). A seguire Dj set di DJ FRABBO. Ingresso riservato ai soci AICS (costo tessera 8€).

Teatro

Teatro Arena del Sole (Via dell'Indipendenza 44) - Dall'1 al 3 febbraio va in scena OPEN, uno show di Daniel Ezralow e Arabella Holzbog, con la DEConstructions Dance Company. Una produzione Bags Entertainement. (Per info e costi cliccare qui ).

Teatro ITC di San Lazzaro (Via Rimembranze 26, San Lazzaro di Savena) - Alle 21 AGOSTINO - TUTTI CONTRO TUTTI di Massimiliano Bruno, con Rolando Ravello. Musiche di Alessandro Mannarino e regia di Lorenzo Gioielli. "Agostino è un modo per trattare con leggerezza un tema per molte famiglie angosciante: la casa. Un operaio e la sua famiglia tornano all’appartamento che hanno faticosamente affittato, ma trovano la serratura cambiata e altre persone all’interno. Gli hanno occupato casa, o meglio gliel’hanno rubata. E a nulla valgono le rimostranze presso le autorità: da quel momento Agostino scopre che in realtà non aveva il diritto di abitare lì, che il padrone di casa non è il vero padrone di casa, che forse è un ente, forse è lo Stato, o chissà chi. Comunque sia, ormai l’appartamento è di chi se lo prende. Così, Agostino decide di riprenderselo a modo suo». (Per info e costi cliccare qui).

Teatro Duse (Via Cartoleria 42)- Dal 1 al 3 febbraio SE DEVI DIRE UNA BUGIA DILLA ANCORA PIU' GROSSA con Antonio Catania e Gianluca Ramazzotti. Un "piccolo imprevisto" rischia di trasformare in scandalo la scappatella dell'On. De Mitri. Ma mentire è la sua specialità! Una rete di bugie sempre più originali e fantasiose intrappolerà a poco a poco tutte le persone intorno a lui, scatenando situazioni e gag comiche esilaranti. (Per info e costi cliccare qui ). 

Teatro Dehon (Via Libia 59) Dal 1 al 3 Febbraio SONO FRED, DAL WHISKEY FACILE con Franz Campi e Barbara Giorgi. In Paradiso sta per cominciare uno spettacolo molto particolare. Si celebrano i cinquant'anni in cielo di Fred Buscaglione, insolito e geniale artista, tuttora ricordato e amato anche sulla Terra. A condurre c’è una cantante – attrice che, con l'aiuto di ottimi musicisti, ha il compito di ripercorrere i momenti più significativi della carriera e della vicenda umana di Buscaglione. (Per info e costi cliccare qui).


Cinema

Cinema Lumière 

  • Sala Officinema/Mastroianni

- Ore 16.00: proiezione di IL CASTELLO NEL CIELO (Tenkū no shiro Rapyuta, Giappone/1986) di Hayao Miyazaki (124'). Nel 2012, a venticinque anni dalla sua realizzazione, è arrivato sugli schermi italiani uno dei film più importanti di Miyazaki. Sheeta, nel tentativo di fuggire dai Pirati dell'aria, cade da un aereo tra le braccia di Pazu, un giovane minatore che decide di prendersi cura di lei. Insieme partiranno alla ricerca di una misteriosa città fluttuante che nasconde immensi tesori e inimmaginabili poteri. Animazione. Dai 6 anni in su. A seguire, laboratorio per bambini dai 6 ai 14 anni: prendendo spunto dall'opera di Miyazaki, verrà realizzata una breve animazione sul tema dell'energia. (Per ulteriori info cliccare qui).

Ore 18.15: proiezione di ROMA CITTA' APERTA (Italia/1945) di Roberto Rossellini (100'). Pier Paolo Pasolini rievoca l'Anna Magnani di Roma città aperta nel testo poetico La ricchezza, che apre la raccolta La religione del mio tempo. "Rivede così 'l'epico paesaggio neorealista', quel paesaggio che ormai è cancellato dal presente, e che nei suoi film è stato sostituito dalle zone di confine tra periferia e campagna. E rivede 'l'urlo della Magnani', di cui coglie il volto concentrato nello sguardo: 'nelle sue occhiaie vive e mute/ si addensa il senso della tragedia'. (Per ulteriori info cliccare qui).

Ore 20.15: proiezione di QUALCOSA NELL'ARIA (Après mai, Francia/2012) di Olivier Assayas (122'). Per ulteriori info cliccare qui ).

Ore 22.30: proiezione di LE IENE (Reservoir Dogs, USA/1992) di Quentin Tarantino (99'). "Adoro i metalli contorti, i macchinari arrugginiti, le fabbriche abbandonate, i depositi distrutti" (Enzo Castellari). Anche nell'esordio di Tarantino, 'patrocinato' da Monte Hellman, il capannone diventa teatro ideale della resa dei conti fra i rapinatori in giacca nera e occhiali da sole. Li osserviamo rapiti, nell'attesa che tutti ammazzino tutti, mentre nelle orecchie ci rimbomba il loro irresistibile vaniloquio. (Per ulteriori info cliccare qui).

  • Sala Scorsese

Ore 15/18.15/21.30: proiezione di DJANGO UNCHAINED (USA/2012) di Quentin Tarantino (165'). (Per info sulle programmazioni cliccare qui ).

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]