Radio Città Fujiko»LastMinute

Lastminute venerdì 8 febbraio

Lastminute, la rubrica quotidiana di Radio Città Fujiko dedicata agli appuntamenti musicali, culturali e cinematografici della città


di redazione musicale
last minute definitivo.JPG

In onda da lunedì a venerdì dalle 18.40 e il sabato alle 12.50 per un costante aggiornamento sugli eventi previsti a Bologna.

Gli appuntamenti da non perdere previsti per venerdì 8 febbraio:

Musica

Lab 16 (Via Zamboni, 16/d)- Alle ore 23.00 l'inimitabile ERASMUS PARTY targato ESN!  Con le selezioni di dj Aimox! il tutto rigorosamente free entry all night!!

Locomotiv Club (Via Sebastiano Serlio, 25)- GIORGIO CANALI & ROSSOFUOCO + FLORA & FAUNA live 
a seguire MAX PECCIA djset.  Storico chitarrista dei Cccp, poi nei Csi, oggi nei Pgr, già collaboratore dei primi Litfiba, Giorgio Canali ha anche avviato una carriera solista che lo ha portato a realizzare alcuni album di grande rilievo assieme ai Rossofuoco. A due anni di distanza da “Nostra Signora della dinamite” ad agosto 2011 ha pubblicato “Rojo”. In apertura i Flora & Fauna. Apertura porte ore 21.30, inizio live ore 22:30, ingresso 8 euro. Tessera AICS obbligatoria.

Covo Club (Viale Zagabria, 1)-  THE SOFT PACK (USA- INDIEROCK) in apertura The Charlestones (ITA- Indie). Per la prima volta in Italia, l’indie band californiana presenta il nuovo album Strapped. Afterparty DIVE BAR per essere trasportato all’improvviso nell’ East Village della NY anni ’70. 

Cantina Bentivoglio  (Via Mascarella, 4/b)- Alle ore 20.00 live di BORDER LIVE SNAPPY JAZZ AT WEEKEND NAT KING COLE IN HAVANA.  

Arterìa  (Vicolo Broglio, 1/e)- Dalle 22.00 Live di LE STRISCE (pop) Musica ispirata alle band più fresche del panorama rock contemporaneo, soprattutto inglese e americano: solo che, a differenza di molti altri rocker nostrani, di utilizzare l’inglese non ne vogliono affatto sapere. Cinque ragazzi di Napoli che cantano e raccontano la loro città con lo sguardo di chi spesso esce fuori e poi non vede l’ora di tornare. 

Sottotetto Sound Club (Via Viadagola, 16) - Vinyl Club torna per la sua seconda stagione ovviamente carico di vinili di reggae e black music con serate con ospiti speciali, monografie a tema sulle maggiori etichette discografiche, massicce incursioni dentro alle fondamentali decadi del suono giamaicano e non solo. Dalle 23.00 VINTAGE SELECTION - THE NINETIES. In console RUFF D, PIER TOSI (Pandemonium - RCF) e MIKEY TUFF (Forward the bass - RCF).

Caos Rock Club (Via Francesco Zanardi 84/3) - Dalle 22.00 Aggressive Metal – Trash/Groove Metal – Heavy Metal + Dj set HardRock/Metal. Ingresso gratuito in lista CAOS fino alle 00.00, ingresso intero 5€. 

Bravo Caffè - ore 22.45 live  di Alan Sorrenti.   

CANDY BAR-  Dalle ore 23.00, DEPECHE  MODE NIGHT. Il CandyBar si vestirà dei suoni Synth/Drum Machine di Martin Gore, Dave Gahan, e soci vecchi e nuovi (Vince Clarke, Andy Fletcher, Alan Wilder).

SENZA FILTRO (Via Stalingrado 59)- Dalle 19.30 alle 4.00 LIVE ARTS NIGHT. Una notte tra arte, scienza e tecnologia.Evento OFF di Arte e Scienza in Piazza 2013 a cura di SPUNK / pratiche creative contemporanee. ZIVAGOBAZAR presenta RADIO, radiodramma sulla vita di Marie e Pierre Curie. Il testo prende in considerazione i fatti che si svolgono tra il 1903 e il 1915, estrapolati da documenti autentici conservati in parte al Museo Curie, in parte nelle biblioteche nazionali francesi, documenti ancora oggi radioattivi.VINCENZO SCORZA presenta PSYCHOSTASIA 2.5, live performance audiovideo. La Psychostasia è, secondo l'antico culto egiziano, il rito della pesatura del cuore per decidere la destinazione dell'anima dopo la morte. Nella elaborazione elettroacustica di Scorza, il rito perde qualsiasi connotazione mistica: ciò che resta è è puramente fisico, vibrazione, suono, composizione estemporanea di una sinfonia drammaturgica per organi interni ed errori digitali.DJ SET a cura di FIANDRIX. Ingresso 5 euro.


Eventi

La Feltrinelli Librerie  (Via Zamboni, 7/B) - ore 18.00 IL SOGNO DI UNA POLITICA GIUSTA, presentazione di LA GABBIA di Davide Cavazza, Manca un mese al voto, e la campagna elettorale infuria. Cosa si nasconde dietro il sorriso  di Tommaso Francese, leader di Coraggio Italia e promettente candidato premier? L'allegoria del dibattito politico, dei giochi di potere dei media, il ruolo della rete, sono i temi al centro di La gabbia (Leone) di Davide Cavazza, che stasera ci parla del sogno impossibile di una politica giusta.

Palazzo Re Enzo (Piazza del Nettuno, 1)- Per la manifestazione di divulgazione scientifica Arte e Scienza in Piazza, alle ore 18 incontro La creatività per costruire il prodotto, l’impresa e la società: sintesi tra la visione del progetto la disciplina nella realizzazione.Ospiti: Andrea Pontremoli, amministratore delegato di Dallara automobli; Riccardo Donadon, fondatore di H-Farm; Luca De Biase, giornalista scientifico e presidente della Fondazione Ahref.

Teatro

Teatro Arena del Sole  - (Dall'8 al 10 Febbraio),I fratelli Karamazov, dal romanzo di Fëdor Michailovič Dostoevskij, drammaturgia Roberta Arcelloni e Guido De Monticelli, regia Guido De Monticelli, con le compagnie del Teatro Stabile della Sardegna e del Teatro Metastasio Stabile della Toscana. Il regista Guido De Monticelli mette in scena in forma di dramma I fratelli Karamazov, ultimo romanzo di Fëdor Dostoevskij, pubblicato a puntate nel 1879, dove il tema del male e dell'esistenza di Dio si fanno rovente dibattito sul palcoscenico. L'incontro fra i tre fratelli – l'evangelico Alesa, il passionale Dimitrij e il tormentato e raziocinate Ivan – avviene sullo sfondo di un terribile delitto: l'uccisione del padre, figura buffonesca e filistea. Intorno ai fratelli e alla torbida e divorante azione in cui sono implicati, si dibatte una miriade di creature, intrappolate nell'eterna lotta fra il bene e il male. Ma in Alesa si incarnano il sogno e il presagio che il regno di Cristo si instaurerà sulla terra e l'amore universale vincerà il dolore.

(Per info e costi cliccare qui ).

Teatro Duse - (Dal 8 Febbraio al 10 Febbraio), Buonanotte mamma, di Marsha Norman, con Ariella Reggio e Marcela Serli, scene di Maria Spazzi, regia Serena Sinigaglia. Un dialogo struggente tra una madre ed una figlia, un testo intenso e toccante, con cui si sono misurate grandi interpeti del cinema e del teatro (Kathy Bates e Anne Bancroft, e in Italia Lina Volonghi e Giulia Lazzarini). Grande prova della drammaturga americana Marsha Norman, testo vincitore del Premio Pulitzer nel 1984.

(Per info e costi cliccare qui ).

Teatro delle Celebrazioni- Alle 21.00 ROSTOV STATE BALLET in ROMEO E GIULIETTA, Musiche di Tchaikovsky, Direzione Artistica, Alexei Fadeechev.Fondato nel 1999 sulle basi del più antico teatro di commedia musicale del sud della Russia, il Rostov State Opera Ballet, con sede a Rostov-sul-Don, rappresenta attualmente il più importante fulcro culturale della Russia meridionale. Il Rostov State Opera Ballet ha visto il suo consolidamento e la rapida crescita sotto la direzione di Viatcheslav Kushchev che, nel 1999 decide di istituire ufficialmente un’orchestra di 100 elementi, un coro, una compagnia d’opera ed un centro di formazione per la danza “Rostov Regional State School of Arts”.

 (Per info e costi cliccare qui ).


Cinema

Cinema Europa (Via Pietralata 55) - Alle ore 23.00 il circuito Kinodromo presenta Midnight Cult - UN LUPO MANNARO AMERICANO A LONDRA (USA/1981) di John Landis (97').  Due studenti americani in vacanza nella brughiera inglese fanno una brutta fine: attaccati da un licantropo, uno diventa un uomo-lupo, l’altro si trasforma in zombi. Landis mescola allegramente e con spregiudicatezza orrore e ironia, paura e farsa. Oscar agli effetti speciali.

Cinema Lumière 

  • Sala Officinema/Mastroianni

- Ore 18.00: BUONGIORNO, NOTTE (Italia/2003) di Marco Bellocchio (105'). Nel film migliore della seconda stagione di Bellocchio, il più coinvolgente e lucido, capace di uno sguardo intimo che si alza e diventa storico, Roberto Herlitzka doveva confrontarsi con due diverse immagini: il vero Aldo Moro, persona politica e pubblica, e l'Aldo Moro iperrealista di Gian Maria Volonté nel film-inchiesta di Ferrara. Tutt'altro approccio per il film di Bellocchio, riflessione su un paese nei tempi del suo pi fragoroso smarrimento e insieme sull'irriducibilità della solitudine umana, così come per l'interpretazione di Herlitzka, anti-imitativa e scavata, che fa dello statista rapito un personaggio di sobria dignità tragica. L'agiografia non è in conto, e nemmeno il dipanarsi dei soliti sporchi segreti italiani: qui si vola più alto.

(Per ulteriori info cliccare qui ).

- Ore 20.15:  BELLAS MARIPOSAS (Italia/2012) di Salvatore Mereu (100'). Le belle farfalle sono Cate e Luna, adolescenti che sbocciano e sfidano destini segnati e amano e nuotano in una periferia cagliaritana usurata e incolore, liquidazione insolitamente ferma di ogni iconografia turistica o arcaico-agreste. Tratto dal romanzo postumo di Sergio Atzeni (pubblicato nel 1996, condivide qualcosa, quanto a personaggi e sfondi, con il recente bestseller Acciaio di Silvia Avallone), prodotto da Gianluca Arcopinto e presentato a Venezia 2012, il film di Salvatore Mereu ha avuto un'accoglienza entusiasta in Sardegna ma ha dovuto poi affidarsi a una distribuzione nazionale 'autarchica'. Lo presentiamo in un 'doppio programma' dedicato al miglior cinema indipendente italiano, convinti che si tratti, come molti hanno scritto, di una delle "più belle sorprese" dell'anno.

(Per ulteriori info cliccare qui ). 

- Ore 22.30: NADEA E SVETA (Italia/2012) di Maura Delpero (62'). Due donne moldave, a Bologna, oggi. La più giovane vive facendo lavori di pulizia, la più matura assiste una vecchia signora. Vite che trascorrono in luoghi non ostili, ma il cuore è altrove: come i figli, il senso dell'esistenza, il progetto d'un nuovo inizio. Tutto è autentico, le facce, le storie, il paesaggio urbano e umano (girato tra Bologna e la Moldavia), ma nel film lievita una così nitida tensione narrativa che diventa difficile (e ancor più inutile) stabilire se il territorio nel quale ci muoviamo sia documentario o fiction. Vincitore al Festival di Torino del Premio Cipputi, Nadea e Sveta sa raccontare come "nei dettagli faticosi delle loro giornate (l'accudimento, la panchina, la balera, la telefonata) c'è una luce: infinitamente più forte che in tanto nostro privilegio nevrotico" (dalla motivazione della giuria del Cipputi, Antonio Albanese, Michele Serra e Altan). Con particolare convinzione vi invitiamo dunque a non perdere uno dei film italiani più notevoli dell'anno. 

(Per info sulle programmazioni cliccare qui)

  • Sala Scorsese

-  Ore 18.15/21.30: proiezione di  DJANGO UNCHAINED (USA/2012) di Quentin Tarantino (165'). (Per info sulle programmazioni cliccare qui ).


Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]