Radio Città Fujiko»LastMinute

Lastminute venerdì 1 marzo

Lastminute, la rubrica quotidiana di Radio Città Fujiko dedicata agli appuntamenti musicali, culturali e cinematografici della città


di redazione musicale
LastMinute_livebo.jpg

In onda da lunedì a venerdì dalle 18.40 e il sabato alle 12.50 per un costante aggiornamento sugli eventi previsti a Bologna.

Last Minute è realizzato in collaborazione con LiveBo.it, il nuovo portale di eventi e cultura a Bologna. 

Gli appuntamenti da non perdere previsti per venerdì 1 marzo:


Musica

Lab 16 (Via Zamboni, 16/d)-  ESN Night propone una serata disco con entrata gratuita.  Ci sarà musica anni '80, '90 e tutte le hit del momento con il DJ SET di AimoxDj!

Covo Club (Viale Zagabria, 1) -  Alle 22.00  Dive Bar con live Show di Radio Moscow e i Foxhound. A seguire dj set di Belle&Sebastian. 

Cantina Bentivoglio  (Via Mascarella, 4/b) - BORDER LIVE SNAPPY JAZZ AT WEEKEND TWO HORNS QUARTET. 

Arterìa  (Vicolo Broglio, 1/e) - NYC – SUBWAY Alle 22.00 Live MANAGEMENT DEL DOLORE POST OPERATORIO (pop) Una delle novità più frizzanti e autentiche emerse dal panorama nazionale da un bel po’ di tempo in qua, con tutto quel che occorre: physique du role e presenza scenica compresi. Una surgery in cui racchiudono urgenza comunicativa, raffinati songwriting, poesia metropolitana e sonorità all'incrocio tra Teatro degli Orrori, CCCP e un gusto per l'indie contemporaneo anglosassone

Sottotetto Sound Club (Via Viadagola, 16) - Nell'ambito del Minifestival Pulse, live del collettivo francese Chinese Man, avventurosa crew (e label) capace di scompigliare le etichette di hip hop e turntablism tradizionale incorporando nel proprio scheletro musicale elementi di Baile Funk brasiliano, profondi bassi dub e venature di musica etnica indiana e mediorientale. La video-performance dei Chinese Man sarà assistita in tutte le sue fasi dal BUM Video Department. A completare la serata andranno in scena Katzuma (ex Sangue Misto e Isola Posse All Stars), funk-soul-afro-house sapientemente mescolata e consegnata in tutta la sua bollente carica al dancefloor, e i Blatters, l'equivalente italico dei Chinese Man se si considera la grande trasversalità di generi della loro proposta musicale, con ospite speciale il jazzista Guglielmo Pagnozzi.

Caos Rock Club (Via Francesco Zanardi, 84/3) - Dalle 22.00 live dei Desecrated Sphere (Death Metal, Sao Paulo, Brasil). A seguire Rock/Metal Dj set. 

Bravo Caffè (Via Mascarella, 1) - Alle 22.45 dal vivo SHERRITA DURAN.  


Eventi

T.P.O. Bologna (Via Camillo Casarini 17)- Alle 21.00 pesentazione del libro  "Riserva Indipendente - La musica italiana negli anni Zero" di Francesco Bommartini.Un libro che dà voce a coloro che stanno cambiando la musica italiana. Quindi a buona parte di quello che viene riconosciuto come panorama musicale indipendente. Sono state riportare con fedeltà le parole de Il Teatro Degli Orrori, Tre Allegri Ragazzi Morti, I Ministri, Dente, Verdena, Calibro 35, Perturbazione, Zen Circus, ...A Toys Orchestra, Paolo Benvegnù, Lo Stato Sociale, Il Pan Del Diavolo, I Cani, Uochi Toki, Bud Spencer Blues Explosion, Lombroso, Sick Tamburo, Marco Parente. Ma c'è spazio anche per gli approfondimenti dedicati ad altri artisti, alle etichette-booking agency ed uffici stampa, ai videomaker, ai premi indipendenti e ai giornalisti musicali Federico Guglielmi (voce autorevole del Mucchio Selvaggio e non solo) ed Enrico De Angelis (scrittore e direttore artistico del premio Tenco). Completa l'analisiGiordano Sangiorgi, presidente del Mei (Meeting Etichette Indipendenti) ed autore della prefazione di quest'opera. A seguire ci sarà il concerto degli A Toys Orchestra, intervistati nel libro

Librerie Coop Ambasciatori (Via Orefici 19)- Alle 18.00 Incontro con Nadia Urbinati in occasione dell’uscita del suo ultimo libro LA MUTAZIONE ANTIEGUALITARIA. Dialoga con l’autrice Giovanni Egidio
(caporedattore di Repubblica Emilia-Romagna). La nostra democrazia sta subendo un processo di mutazione molecolare di cui non riusciamo ancora a cogliere la direzione. Nel suo aspetto più visibile la mutazione è politica ed economica. Riguarda la composizione sociale della cittadinanza, il rapporto tra le classi e il governo dell’economia pubblica e si manifesta come una mutazione in senso antiegualitario. Nel suo aspetto meno visibile la mutazione è culturale e ideale e si presenta come appropriazione identitaria della libertà e dell’eguaglianza dei diritti civili. Se volgiamo poi lo sguardo alla sfera della vita privata, ai cambiamenti intellettuali, sociali e politici, scopriamo che esiste una maggiore distanza tra le persone in relazione alle opportunità che hanno di acquisire beni effettivi e simbolici. Siamo forse alla vigilia di un cambiamento epocale dei paradigmi sociali e politici?  

Circolo Mazzini (Via Emilia Levante, 6) Continua la Rassegna dei delitti: ogni Venerdì un delitto e un menu diversi, legati alle storie e alle tradizioni di Bologna. Una formula innovativa, un gioco spettacolo interattivo durante il quale i commensali divisi in squadre, secondo la disposizione dei tavoli, si trasformeranno in investigatori, interrogando gli indiziati, impersonati da gioc-attori della Compagnia Cenecondelitto. Tra una portata e l’altra in un clima divertente e intrigante, si esamineranno indizi, si formuleranno accuse e al termine della cena, ciascun tavolo indicherà assassino e movente. In palio per il tavolo vincitore una partecipazione gratuita alla successiva cena con delitto, come commensale o come giocatore. Per info e prenotazioni: 051309326.


Teatro

Teatro delle Celebrazioni (Via Saragozza 234) -  Alle 20.45 va in scena Ti ricordi di me?,di Massimiliano Bruno per la Regia di Sergio Zecca con Ambra Angiolini ed Edoardo Leo. Una commedia vera e romantica, sorridente e riflessiva, che porta in scena Beatrice, maestra elementare, e Roberto, aspirante scrittore di improbabili favole, si conoscono per caso sotto al portone della loro psicologa. Entrambi sono in cura per risolvere le loro fastidiose patologie ma ognuno ha delle prospettive diverse per il futuro. La storia di due deboli e coraggiosi ragazzi, che per strani incidenti, sfortune e casualità si ritrovano ad avere una vita difficile, sono due che non mollano mai e cercano di sfruttare al meglio quello che la vita gli ha offerto: si perderanno più volte, ma alla fine il destino troverà il modo di farli sempre incontrare. 

(Per info sulla programmazione e i costi cliccare qui)

Teatro Europauditorium (Piazza della Costituzione 4) - Alle 21.00 va in scena Sonics in Duum, creato e diretto da Alessandro Pietrolini. I Sonics, compagnia di acrobati e danzatori, tornano ad esplorare il mondo aereo con una nuova avventura ispirata al mondo leggendario di Agharta.Lo spettacolo DUUM nasce dalla voglia di descrivere, in modo del tutto personale e fantasioso, i luoghi di un regno mitico al centro della terra. La tecnica e la plasticità dei corpi degli acrobati, le suggestioni visuali degli effetti luce raccontano i continui sforzi, a volte ironici, a volte poetici, degli abitanti di Agharta di compiere il DUUM, ovvero il salto verso la superficie, la giusta vibrazione, il vero segreto che permetterà loro di lasciare per sempre le viscere della Terra.  

Teatro Arena del Sole (Via Indipendenza 44)- (Dal 26 Febbraio al 3 Marzo) Alle 21.00 va in scena l'Antigone di Valeria Parrella per la regia Luca De Fusco, con Gaia Aprea e Paolo Serra. Non una modernizzazione né tantomeno una nuova traduzione della tragedia sofoclea: per l’autrice è questa l'epoca storica per mettere le mani nelle “nervature della classicità” dell'opera classica più riscritta di tutti i tempi. La storia di Antigone, che decide di dare sepoltura al cadavere del fratello Polinice contravvenendo al divieto del re di Tebe Creonte e per questo subisce la carcerazione, è un discorso sulla vita, sul coraggio, sull'autodeterminazione, su cosa significhi essere partecipi del Diritto, oggi. (per info e costi cliccare qui).

Teatro Dehon (Via Libia, 59) Da venerdì 1 a domenica 3 Marzo, venerdì e sabato alle 21.00 e domenica alle 16.00 va in scena IL MALATO IMMAGINARIO di Molière, per la regia di Luciano Leonesi. (per info e costi cliccare qui).

Teatro Tivoli (Via Massarenti, 418) - Alle ore 21.00 la Compagnia La Garisenda mette in scena DÌ BÅN SÓ FANTÈSMA, con testo e regia di Pier Luigi Foschi.

Cinema

Cinema Lumière 

  • Sala Officinema/Mastroianni

- Ore 18.00: Proiezione di VISIONI DOC:

-PIANO B (Italia/2012) di Victoria Catherine Chan (20')

Giulio, dopo trent'anni, perde il suo posto di lavoro e scopre una vita lontana dalla fabbrica. Il nuovo mestiere lo riporta ad una dimensione umana. Oggi ritorna a esplorare le rovine del suo mondo operaio con occhi diversi.

- ISQAT AL NIZAM (Italia/2012) di Antonio Martino (78')
Cosa sarà della Siria? Molti sperano che la famiglia Assad passi la mano democraticamente dopo quarant'anni di dittatura, ma tanti temono che trascinerà tutti nel baratro prima di scomparire. Questo documentario è un racconto oggettivo, crudo e toccante, che vuole fare chiarezza sulla nascita della Primavera siriana: dalle prime violente repressioni del regime, al doloroso esodo degli oltre ventimila rifugiati in Turchia, dall'incessante lavoro degli attivisti in rete, alla continua diserzione dei militari ex governativi.

(Per info sulla programmazione cliccare qui)

- Ore 20.00FARE CINEMA A BOLOGNA E IN EMILIA-ROMAGNA / VISIONI ITALIANE, proiezione di.

-ANNA BELLO SGUARDO (Italia/2013) di Vito Palmieri (14'). Alessio è un ragazzino di tredici anni che vorrebbe giocare a basket con i suoi coetanei ma viene estromesso dal gruppo perché troppo basso. La visione della famosa foto di Lucio Dalla in divisa accanto a Binelli, pivot della Virtus, sarà per Alessio l'impulso per cominciare a comprendere che la statura non è importante per eccellere nella vita.

- CHARLOT (Italia/2012) di Claudia Brugnaletti (7') Separato dal suo migliore amico, maltrattato da una banda, trovato da uno scienziato pazzo: Charlot vorrebbe tornare a casa.

- SPECCHI RIFLESSI
 (Italia/2012) di Vincenzo Caiazzo (28') Lubo, di origini ucraine, è fuggito dal suo paese per inseguire il sogno di una vita migliore. Ospite di un'anziana signora, il giovane lavora come dipendente presso un autolavaggio e porta avanti la passione per la recitazione. Lubo ha un fratello, Marek, più piccolo di dieci anni, con un carattere più impulsivo e meno propenso a condurre una vita onesta. La sua è una lotta quotidiana per raddrizzarlo.

- LA LEGGE DI JENNIFER
 (Italia/2012) di Alessandro Capitani (11'). Jennifer ha otto anni e non somiglia ai propri genitori, entrambi completamente trasformati dalla chirurgia estetica. Quando un giorno in classe la maestra spiega la teoria dei caratteri ereditari, il mondo le crolla addosso. E se nel terzo millennio Mendel fosse superato?

- CARGO
 (Italia/2012) di Carlo Sironi (16'). Alina ha venticinque anni, viene dall'Ucraina e lavora come prostituta alla perifera di Roma. Jani, il ragazzino che tutti i giorni la porta sulla strada, non le stacca gli occhi di dosso: è convinto che sia suo il figlio che lei porta in grembo. Questa certezza quasi illusoria lo spinge a cercare una via di fuga dalla gabbia che li circonda.

- IL CONFINE
 (Italia/2012) di Gianluca Zonta (8'). Una fredda mattinata di fine inverno, Marco e Sara si rivedono dopo 5 anni che si sono lasciati; il loro incontro inizia avvolto da un leggero imbarazzo e presto, per colpa o merito di una frase equivocata, vecchi conflitti tornano a galla. I due sono finalmente sinceri l'uno con l'altra pronti per una chiusura definitiva o per nuovo inizio.

(Per info sulle programmazioni cliccare qui)

- Ore 22.00:FARE CINEMA A BOLOGNA E IN EMILIA-ROMAGNA / VISIONI DOC, proiezione di:

- MILLEUNANOTTE (Italia/2012) di Marco Santarelli (82'). Penitenziario Dozza di Bologna. Tra speranza e rassegnazione, scorre la vita nel carcere bolognese. Una vita appesa a un tempo che non passa mai e a una "domandina" da scrivere. Nel linguaggio carcerario, la domandina è il termine che indica la richiesta che il detenuto deve compilare per essere autorizzato a incontrare il suo avvocato, fare una telefonata, fare richiesta per lavorare, avere un colloquio con un familiare, chiedere di vedere il suo educatore o uno dei tanti volontari che quotidianamente operano nel penitenziario. Seguendo il percorso delle "domandine" Milleunanotte entra nelle storie personali dei detenuti e nei labirinti burocratici che regolano la vita in carcere.

- IL LIMITE (Italia/2012) di Rossella Schillaci (55'). La vita quotidiana dell'equipaggio di un peschereccio d'altura siciliano diventa specchio del presente e della crisi, che produce effetti sull'intera esistenza dei pescatori, confinati per lunghi mesi tra la stiva ed il ponte. Attorno solo mare e gabbiani e i suggestivi orizzonti del Mediterraneo a un passo dall'Africa, dove il peschereccio incrocia i migranti diretti in Europa.

  • Sala Scorsese

Ore 18.30/20.15/22.30: proiezione di ARGO, (USA/2012) di Ben Affleck (120'). Iran, 1979. I rivoluzionari assaltano l'ambasciata americana e prendono in ostaggio gli impiegati. Sei riescono a fuggire e si rifugiano presso l'ambasciatore canadese. Come farli uscire dal paese? Il piano dell'agente CIA Tony Mendez è quanto meno improbabile: fingere, complice Hollywood, la produzione di un kolossal di fantascienza da girare in Iran. Alla sua terza prova da regista, Affleck dirige un film che ha il ritmo, la tensione e il côté visivo di un thriller politico anni Settanta, con contrappunti ironici nella rappresentazione dell'industria del cinema. Da una storia vera.

(Per info sulle programmazioni cliccare qui)

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]