Radio Città Fujiko»LastMinute

Lastminute martedì 29 gennaio

Lastminute, la rubrica quotidiana di Radio Città Fujiko dedicata agli appuntamenti musicali, culturali e cinematografici della città


di redazione musicale
last minute definitivo.JPG

In onda da lunedì a venerdì dalle 18.40 e il sabato alle 12.50 per un costante aggiornamento sugli eventi previsti a Bologna. 

Gli appuntamenti previsti per martedì 29 gennaio


Musica

Cantina Bentivoglio - Il grande jazz, come da tradizione, passa a Bologna e si ferma alla Cantina Bentivoglio. In concerto questa sera, dalle 22.00 il Raggi Brillante Classic Jazz Trio.

Candy Bar- Dalle 22.00 live dei Metal Mechanics per il CandyMusicContest. Il progetto METAL MECHANICS e’ la strana fusione di musica elettronica pop-dance e il sound aggressivo delle chitarre metal. Alcune cover rielaborate dei Kraftwerk – Depeche Mode – Bauhaus e pezzi originali come Metechno e Metalmechanics, danno vita a ritmi da discoteca incattiviti da chitarre elettriche

Bardamù (via Roma 12/a Calderara di Reno)- ore 21.30 concerto del progetto Specchio Asimmetrico che vede Tiziano Zanotti al contrabbasso elettrico suonare accompagnato dai video ideati da Diego Gavioli.

Bravo Caffè (Via Mascarella 1) - Alle 21.30 Gli Stil Novo presentano live, in anteprima, il nuovo album “Il futuro non esiste”. 

Eventi

Lab 16 (Via Zamboni 16/d)- MESSAGE NIGHT l'aperitivo con ricco buffet e poi...dire, fare, baciare!! La serata di Cupido, per inviare i messaggi alle persone che...vi stuzzicano.


Teatro 

Teatro delle MolineOre 21.00. Dal 22 gennaio al 10 Febbraio LA MARIA DEI DADI DA BRODO, testo e regia di Marinella Manicardi, con Marinella Manicardi e Daniele furlati, produzione Nuova Scena. Dalla seta al packaging: lo sbuzzo, la scienza e la manualità di Bologna al lavoro. Dopo il successo della stagione scorsa, ritorna La Maria dei dadi da brodo, il racconto del “saper fare” dei bolognesi. La Maria, stanca di conservare in un cartoccio la crema per il brodo, chiede al marito di inventare una macchina che impacchetti il glutammato: è l’invenzione del dado da brodo. Poi sono arrivate le macchine per imbustare il tè, i blister per le pastiglie, le confezioni di preservativi e tutto ciò che ha fatto di Bologna la Packaging Valley. Dai telai per la seta ai motori da corsa, le storie private e pubbliche di una città che ha costruito un modello economico che è anche modello di convivenza, di architettura, di invenzioni culturali e tecniche.

(Per info e costi cliccare qui)

Teatro Arena del Sole  - Ore 21.00. Dal 29 al 30 Gennaio, “L’oscura immensità” di Massimo Carlotto, con Giulio Scarpati, Claudio Casadio, regia Alessandro Gassman, produzione Teatro Stabile del Veneto. Giulio Scarpati, attore che si divide tra teatro, cinema e televisione, e Claudio Casadio, attore teatrale e apprezzato interprete de L'uomo che verrà di Giorgio Diritti, sono i protagonisti di una pièce tratta dal romanzo L'oscura immensità della morte di Massimo Carlotto e diretta da Alessandro Gassman. È il racconto di un tragico fatto di cronaca, avvenuto nella provincia del nord-est italiano, che mette a confronto vittima e carnefice, entrambi lacerati da rispettivi drammi personali. Un originale noir che indaga, con sguardo neutrale e inquietante, tra le pieghe di un’umanità senza speranza, sprofondata in un limbo esistenziale dove il confine tra bene e male è una sottile linea capace di invertire i ruoli di vittime e carnefici.

(Per info e costi cliccare qui)



Cinema

Cinema Lumière 

  • Sala Officinema/Mastroianni

-Ore 18.00- LA FIGLIA DEL FARAONE Musica: Cesare Pugni; Coreografia: Pierre Lacotte (Durata approssimativa 2h e 15') In near live dal Teatro Boshoi di Mosca. In near live dal Teatro Boshoi di Mosca. Tra le prime coreografie di Marius Petipa, La figlia del farone, in scena per la prima volta nel 1862 a San Pietroburgo, racconta la storia di Lord Wilson, in viaggio attraverso l'Egitto. Nel bel mezzo di una tempesta, il giovane è costretto a trovare rifugio in una piramide, dove riposa Aspicia, figlia di uno dei faraoni più potenti d'Egitto. Da qui inizia un lungo viaggio nella fantasia, durante il quale Lord Wilson si innamora perdutamente della giovane.

(Per ulteriori info cliccare qui)

ore 22.30: The Master (USA/2012) di Paul Thomas Anderson (144'). Un reduce della Seconda guerra mondiale disturbato e alcolista tenta di reinserirsi nella società. Rimane affascinato dal leader carismatico di una setta detta 'La causa', di cui entra a far parte. Che sia vera o meno l'ispirazione a Scientology, Paul Thomas Anderson riesce sempre a penetrare i luoghi oscuri dell'America e scandagliarne la psicologia. 

(Per ulteriori info cliccare qui 


  • Sala Scorsese

-ore 18.00: 10.000 DOLLARI PER UN MASSACRO (Italia/1966) di Romolo Guerrieri (100').Il Django qui interpretato da Gianni Garko (dal teatro di Strehler allo spaghetti western) fa un mestiere molto tipico (il cacciatore di taglie), ma si porta dentro una strana malinconia. Sarà forse la sciarpa bianca al collo, ma stavolta il pistolero non sfugge a una dolente attitudine bohémien. A quanto pare, è il primo western all'italiana in cui l'eroe si mette a piangere.

(Per ulteriori info cliccare qui)

ore 21.30:  proiezione di DJANGO UNCHAINED (USA/2012) DI Quentin Tarantino (165’) in lingua originale con i sottotitoli.Quentin Tarantino, dopo il capolavoro Inglorious Basterds, guarda di nuovo al cinema italiano di genere. L'ispirazione questa volta è il pisto lero vendicatore Django, icona dello spaghetti western immortalata da Sergio Corbucci nel volto di Franco Nero. Il tutto ovviamente ampiamente rivisto e corretto in salsa tarantiniana con un super cast composto, tra gli altri, da Jamie Foxx, Leonardo Di Caprio, Christoph Waltz, Samuel L. Jackson.

(Per info sulle programmazioni cliccare qui 







Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]